Lina wertmuller

48 HOUR FILM PROJECT ROMA 2014: deadline al 4 novembre. Resi noti i giurati

Deadline il 4 novembre per partecipare all’ottava edizione del The 48 Hour Film Project Roma, il concorso internazionale per filmmakers che annualmente si svolge in oltre 100 città in tutto il mondo. In giuria Oltre a Ian Anderson, voce e leader dei Jethro Tull, ci saranno Lina Wertmüller, Daniele Ciprì, Valerio Mastandrea, il montatore Cristiano Travaglioli, l’attrice spagnola Rossy De Palma e la scrittrice Melissa P

Julia

Ravenna Nightmare: Julia di “Matthew A. Brown”

Forte di un incipit dall’impatto notevolissimo, “Julia” di Matthew A. Brown ci aveva fatto sperare che anche il prosieguo del racconto si rivelasse all’altezza, generando così un film di grande spessore. E invece buio pesto, principalmente a causa di una logica da “revenge movie” affrontata qui in maniera quantomeno bizzarra

Frank

Frank

Una ricercata colonna sonora (curata da Stephen Rennicks) non poteva che fare da cornice a questa splendida opera, dove ancora una volta Fassbender si conferma attore talentuoso e sensibile

Jamie Marks is Dead

Ravenna Nightmare: “Jamie Marks is Dead” di Carter Smith

Jamie Marks è morto. Viva Jamie Marks! Celebrazione di rapporti che vanno oltre la morte, il film di Carter Smith piega con una certa maestria gli elementi della “ghost story” ad atmosfere e situazioni tipiche del cinema “indie” statunitense. Un mood tipicamente da Sundance, volendo essere più specifici.

Annie Parker

Annie Parker

Annie Parker è un film puro, intelligente a tratti quasi documentaristico e che non punta mai a voler romanzare gli avvenimenti e che si fa forte unicamente di due storie biografiche, alle quali non c’è bisogno di aggiungere nulla, e delle grandi interpretazioni delle due attrici protagoniste, Helen Hunt e Samantha Morton

Ritorno a l'Avana

Ritorno a l’Avana

Ottime le interpretazioni dei protagonisti: Jorge Perugorría, Isabel Santos, Fernando Hechevarria, Nestor Jimenez. Più una piece teatrale che un film

Alan Berliner

Alan Berliner: memoria e identità sono il mio forte

Si chiama Alan Berliner: nel cassetto un premio alla Berlinale del 1997, diverse partecipazioni al Sundance, e non ultimo il premio agli IDFA 2012 (Amsterdam International Documentary Film Festival, uno degli appuntamenti Europei più importanti in ambito documentaristico) per la sua opera più recente “First Cousin Once Removed”

Non escludo il ritorno

Non escludo il ritorno

Un ritratto di un personaggio scomodamente inedito che ha sempre cercato uno spiraglio di allegria dalle vicende più amare, rimanendo se stesso pur allontanandosi dalla società che lo circondava. Il film è soprattutto una dedica a Califano da parte di Calvagna che, oltre ad essere stato un fan di vecchia data, è stato anche un personale amico; egli racconta la persona del Maestro nella stessa semplicità e nella sincerità in cui lui amava vivere

La danza della realtà

La danza della realtà

Jodorowsky è tornato dopo tanto tempo, ma gli anni passati non hanno scalfito la sua fantasia, la capacità di produrre immagini grottesche, forti, ma anche gioiose, poetiche, dotate di una forza che riesce sempre a penetrare l’occhio di chi guarda

The Salt of The Earth

Il sale della terra

Uno sposalizio senza precedenti, quello fra il regista tedesco Wim Wenders ed il brasiliano Sebastiao Salgado, uno dei fotografi più importanti di tutti i tempi, viaggiatore indefesso alla ricerca dell’uomo e della sua relazione con la natura fin nei meandri più remoti della Terra

aqualcunopiaceclassico

Cineteca Nazionale – Comincia il 28 ottobre – al Palazzo delle Esposizione – la IV edizione della rassegna “A Qualcuno Piace Classico”

La collaborazione della Cineteca Nazionale con il Palazzo delle Espozioni e l’associazione La Farfalla sul Mirino si rinnova per la quarta edizione di “A Qualcuno Piace Classico”. La rassegna (Palazzo delle Esposizioni) a ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti) comincerà il 28 ottobre per proseguire, con cadenza bisettimanale, fino al 19 maggio 2015.

wim-wenders-copy

“Il sale della terra” conquista il pubblico italiano: risultato eccezionale per il nuovo film documentario di Wim Wenders

Ottimo risultato per Il sale della terra: uscito lo scorso weekend in 37 copie, distribuito da Officine UBU, il documentario diWim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado ha sfiorato i 110 mila euro di incasso, con una media copia di quasi 3 mila euro, la seconda dei film usciti questo weekend (dopo Guardiani della Galassia), la quarta dell’intero box office.

big-bad-wolves

Ravenna Nightmare: “Big Bad Wolves” di Aharon Keshales e Navot Papushado

La prima vera “bomba” del Ravenna Nightmare arriva da Israele: supportato dalla benedizione di sua maestà Tarantino, che lo ha definito il suo film dell’anno, Big Bad Wolves rappresenta in effetti un discreto shock, sia per la crudezza delle situazioni trattate che per un’abilità registica, ben visibile a livello puramente visivo

#scrivimi ancora

#Scrivimi Ancora

“#Scrivimi Ancora” appassionerà i fan del genere, un po’ a digiuno di commedie romantiche vere e proprie, ma ha l’appeal giusto per richiamare in sala i più giovani, poco inclini a questo tipo di film ma attirati dal fascino dei due protagonisti.

wallpaper-del-film-crash-contatto-fisico-62174

Il Premio Oscar Mark R. Harris in Italia

Domani – Mercoledì 29 Ottobre – il tre volte Premio Oscar Mark Harris sarà alla Casa del Cinema a Villa Borghese. Un’occasione imperdibile per studenti, addetti ai lavori o semplici appassionati della Settima Arte.

andiamo-a-quel-paese

Andiamo a quel paese

Ancora troppo egocentrici e legati alla dimensione del palco da cui sono nati artisticamente per essere convincenti come esponenti della settima arte , Ficarra e Picone con “Andiamo a quel paese” sottolineano il bisogno di un ricambio generazionale in questa Italia, prima che l’unica eredità per i posteri non diventi davvero la pensione di mamma o papà

Ravenna Nightmare

Ravenna Nightmare: il Concorso Cortometraggi

Mentre nella capitale ci si apprestava alle ultime giornate del Festival di Roma, in un’altra città decisamente più piccola è ripartito di slancio l’appuntamento annuale col cinema dell’orrore, da intendersi nelle sue varie forme: parliamo ovviamente del Ravenna Nightmare

Design by Danile Imperiali
^ Back to Top