Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino diventa una serie tv

A febbraio si concluderanno le riprese della nuova serie tv targata Amazon che uscirà nel 2021. Stando a quanto dichiarato, la serie desterà notevole interesse e susciterà non poche polemiche sia per il tema trattato, ancora estremamente attuale, sia per i toni pressoché provocatori adottati

Unbelievable: la serie Netflix che mette in crisi l’uomo

Per una volta, il flame di una nuova serie centra l’obiettivo: perché Unbelievable è davvero il serial che mette in crisi il punto di vista maschile. La storia è tratta da avvenimenti reali: Marie è un’adolescente che denuncia di essere stata stuprata. Ma la conduzione delle indagini, ad opera di due detective uomini e non

Quando King non è King: Castel Rock, la prima stagione su Hulu

Castle Rock è una serie che incredibilmente ha più coerenza, più dignità, e più qualità di tantissimi altri prodotti derivati direttamente da King: la mano di J.J. Abrams si fa più pesante segmentando la narrazione, dislocando i piani temporali che sfociano ben presto nel delirio

Warrior: la serialità scopre la sua vocazione action

Chissà cosa avrebbe pensato Bruce Lee davanti a un prodotto come Warrior, serie di dieci episodi (ma già una seconda stagione è in produzione) ambientata nella San Francisco di fine ottocento, tra immigrati, politici corrotti e combattimenti clandestini, tratta proprio da un suo vecchio soggetto mai sviluppato. Quello che è certo – mentre il cinema,

Orange is the new black: la stagione finale perfetta

Tra alti e bassi, Orange is the new black è dapprima diventata lentamente racconto corale, poi umana commedia e racconto di formazione; e, nonostante a metà percorso il fiato si era fatto un po’ corto (la stagione quattro e cinque risentivano di una stanchezza narrativa che affiorava qua e là), non poteva esserci finale migliore di questo

Too Old To Die Young: la serie Amazon Prime creata da Nicolas Winding Refn

L’ultima, rivoluzionaria fatica del regista danese (qui affiancato dal fumettista Ed Brubaker) stravolge l’idea di serialità trasportando, senza confini ne paletti, l’intero immaginario del suo autore in un prodotto inclassificabile, estenuante e suggestivo, mentre, in una guerra tra vendicatori, poliziotti corrotti e narcos messicani si consuma l’ennesima Apocalisse

Stranger Things, terza stagione: la serie diretta dai fratelli Duffer è la nostra scelta della settimana

A come Amarcord: tutto Stranger Things è un meraviglioso coloratissimo Amarcord, pienamente inteso come “ricordo, nostalgica rievocazione del passato” come definisce il termine la Treccani. E proprio in questo sta il potenziale emotivo della serie, nel saper scegliere con intelligenza ma anche con passione gli oggetti, l’atmosfera, le emozioni di un’epoca che racchiude un senso.

Black Mirror 5 e Striking Vipers: una doppia riflessione sul primo episodio

Proponiamo qui due recensioni differenti e a confronto sulla premiere della nuova e discussa stagione di Black Mirror. Striking Vipers: il primo, stimolante episodio della quinta stagione di Black Mirror.  Archiviata l’esperienza interattiva di Bandersnatch, Black Mirror riparte con una nuova stagione, alla ricerca dello spirito inquietante e provocatorio delle origini Di Mattia Caruso Diciamolo:

Che gioiellino di commedia: La favolosa Mrs Maisel su Amazon Prime Video

Tra le opere più interessanti della piattaforma Amazon c’è il gioiellino La favolosa Signora Maisel la cui seconda stagione non solo mantiene le promesse fatte nella 1, ma si evolve trasportando lo spettatore in un’atmosfera che oltre ad approfondire l’ambiente dell’America ‘bene’ degli anni 50, coinvolge una crisi esistenziale in tutta la famiglia. Iniziata esattamente

Al gioco del trono si vince o si muore: il finale di serie di GAME OF THRONES

A voler accontentare tutti si corre il rischio di non accontentare nessuno: probabilmente lo sapevano bene Weiss e Benioff,  quando hanno iniziato la stesura delle stagioni rimanenti del Game Of Thrones senza la “guida” dei libri di Martin. Con la consapevolezza di dove andare a finire (è chiaro che, come in situazioni similari, vedi Lost,

Il Trono di Spade: finale tra ghiaccio e fuoco

Le pedine sono ormai tutte sulla scacchiera, pronte per la volata finale. Nonostante una reunion di tutti i personaggi (superstiti) principali di Game Of Thrones, in realtà, nella saga de Cronache del Ghiaccio e Del Fuoco di George R. Martin non è mai avvenuta, noi spettatori avevamo lasciato ne Il Drago E Il Lupo (la

Osmosis e l’amore al tempo degli algoritmi

Dopo aver visto la serie Netflix Osmosis mi sono sentito come il Nanni Moretti di Aprile mentre si tormenta (ingiustamente) per Strange Days di Kathryn Bigelow. Ma mentre Moretti sbagliava nel bocciare quel film, io credo e spero di non peccare di spocchia nel dire che questa serie francese sia un vagare nel nulla. 8

Il Nome della Rosa: l’adattamento Rai tra pregi e difetti

A volte, nel percorso critico che parte da un’opera, ci si imbatte in una delle domande più scomode e difficili a cui si possa dover rispondere: ha senso, e quindi esiste, la categoria del “necessario” o dell’“inutile”? Ovvero: quando si osserva criticamente un prodotto dell’audiovisivo, che sia serial, fiction, documentario, corto o lungometraggio, può o

Al vertice della tensione con Bodyguard

David Budd è in viaggio con i suoi figli verso Londra quando, scosso da un incubo, si sveglia durante la sosta. Qualcosa colpisce la sua attenzione, nota un uomo fuori dal finestrino gettare il proprio telefono in un cassonetto ed allontanarsi. Budd si alza dal suo posto, raccomanda a una passeggera di controllare i suoi

True Detective 1: la recensione dopo quattro anni dall’esordio

La HBO continua a stupire per la sua vasta gamma di produzioni di alta qualità. L’ultimo successo che ha fatto molto clamore tra critica e pubblico è una serie tv che ha mandato in tilt il server della HBO per troppe richieste d’accesso: è TRUE DETECTIVE. Scritta da Nic Pizzolatto e diretta da Cary Joji Fukunaga, approderà in Italia probabilmente nei prossimi

Il superpotere dei disadattati: The Umbrella Academy emoziona

Nell’ottobre del 1989 quarantatrè donne partoriscono improvvisamente, senza neanche essere precedentemente incinte e senza travaglio. Sir Reginald Hargreeves, miliardario filantropo e scienziato, recupera sette dei neonati e decide di crescerli nella sua magione statunitense. Nel corso del tempo, due di loro spariscono (uno sembra morto, l’altro scomparso): alla morte di Hargreeves, i cinque superstiti iniziano

Soldato o guerriero? Jon Bernthal è ancora The Punisher

Com’è strano, oggi, lo scorrere del tempo televisivo: basta siano passati appena 40 giorni (la seconda stagione di The Punisher è stata rilasciata il 18 gennaio su Netflix) e infiniti terremoti sono già trascorsi, aggiungendo nuovi significati e nuove (re)visioni all’opera in sé. Sembra allora sempre più difficile per la critica riuscire ad afferrare in

mad men

Mad Men e cosa siamo disposti a fare per vivere il sogno

Nel proliferare di serie tv distopiche, ambientate in un futuro non molto lontano, tramite le quali possiamo vedere da vicino le storture del nostro presente attraverso la loro esasperazione, Mad Men, period drama ambientato negli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, prodotto e distribuito da AMC, concluso nel 2015 dopo sette stagioni di trionfi, continua ancora a essere un punto di riferimento per la serialità

Shadowrunners di Matteo Fontana e Giovanni Ficetola

Il serial propone una versione della realtà in cui, dietro le rivolte dei riots, ci sia un piano volto a sovvertire l’ordine mondiale. Gli Shadowrunners sono un gruppo di giovani della periferia milanese, facenti parte anche loro di questo piano. Toccherà al commissario Estiarte fermarli – e, nel contempo, risolvere i problemi di coppia con sua moglie

Gorchlach: the legend of Cordelia

Gorchlach: the legend of Cordelia è una serie indipendente molto carina. Paragonata all’immondizia che si trova sparsa per la rete, Gorchlach è addirittura un capolavoro. Alcuni attori sono bravini, altri abbastanza amatoriali. La regia è la cosa migliore. È molto pulita. Fotografia, costumi, montaggio. Tutto è splendido

Daredevil, Netflix, Simpson e X-Files

Benvenuti nel primo “episodio” della rubrica In Serie, appuntamento settimanale che raccoglie le notizie salienti della serialità di TV e web. Questa settimana parliamo di Daredevil, Netflix, Simpson e X-Files

^ Back to Top