fbpx
Connect with us

Latest News

L’AI nei film, quando i registi sono a favore

Sono diversi i registi che utilizzano l'intelligenza artificiale nei film, ma cosa li spinge a farlo? L'AI Film Festival è la prova tangibile di questa innovazione.

Pubblicato

il

sciopero hollywood

Nell’ultimo anno, l’intelligenza artificiale è diventata uno dei principali punti di contesa a Hollywood, argomento di numerosi scioperi.  Nel frattempo, molte registi ne fanno uso, tanto da lanciare l’AI Film Festival. Quest’evento ad un anno dalla sua istituzione ha ricevuto circa 300 film, di cui i 10 finalisti,  hanno debuttato il 1 maggio all’Orpheum Theatre di Los Angeles.

ORPHEUM THEATER: Tutto quello che c'è da sapere (AGGIORNATO 2024) - Tripadvisor

“Tra i miei colleghi, la realtà è che ci sono più persone che lo usano di quanto vorrebbero ammettere. Ho anche visto persone che fingono di essere anti-IA e usano Midjourney, ChatGPT, cercano di prendere una posizione, ma so che le usano”- ha detto Paul Trillo, un regista di intelligenza artificiale

Insieme a Trillo nel panel c’erano l’animatore vincitore dell’Emmy Joel Kuwahara (“The Simpsons”, “Bob’s Burgers”), Claire L. Evans e il fondatore di Runway Cristóbal Valenzuela. L’AI, secondo la giuria presente al festival, aiuterebbe nei tempi di produzione nettamente più veloci del solito. Inoltre risulta utile in caso di low budget per la realizzazione delle ambientazioni.

Evans, che ha creato melodie e nuovi suoni con strumenti di intelligenza artificiale generativa con la sua band YACHT, ha detto che sta “cercando la stranezza”, cercando di creare qualcosa di insolito e creativo quasi per caso. Valenzuela ha affermato che nel giro di pochi anni l’intelligenza artificiale potrebbe diventare una forma d’arte a sé stante con esperienze interattive in cui le persone guardano qualcosa che viene generato in tempo reale. Kuwahara ha affermato di considerare l’intelligenza artificiale come uno strumento che richiede persone di talento affermando:

“Penso che ci sia molto nervosismo, molta paura, e questo è stato uno dei motivi principali per cui volevo mettere le mani sullo strumento, questa paura è giustificata? Sto vedendo in prima persona cosa serve veramente per creare qualcosa che sia veramente utilizzabile. Ecco perché penso che la reazione debba prendersi del tempo per giocarci e sperimentarla.

 

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers