maxresdefault

Future Film Festival 2018: Window Horses di Ann Marie Fleming

La giuria del Future Film Festival ha assegnato il Platinum Grand Prize a Window Horses: The Poetic Persian Ephifany of Rosie Ming, “per la ricchezza emotiva raccontata con un segno grafico ricercato e sintetico che ti accompagna in un viaggio di scoperta e di crescita inaspettato”

Les-garçons-sauvages-banner

Future Film Festival 2018: Les garçons sauvages di Bertrand Mandico

Come in un torrente di energie sessuali sopite e poi lasciate fluire liberamente, l’immaginario sovreccitato del film di Mandico compie fino in fondo la sua missione di alveo, per una trasfigurazione onirica del passaggio alla vita adulta dai risvolti visivamente magnetici.

irene-2-int

CinemaSpagna 2018: As Duas Irenes di Fabio Meira

Grande freschezza stilistica e altrettanta intensità nel rappresentare l’adolescenza in As Duas Irenes di Fabio Meira, prezioso lungometraggio selezionato in via eccezionale dal Brasile

Contratiempo

CinemaSpagna 2018: Contratiempo di Oriol Paulo

In vetrina al festival del cinema spagnolo un thriller algido, quasi glaciale, dai meccanismi interni praticamente perfetti. Contratiempo di Oriol Paulo è un film serrato, elegante, il cui spessore cresce man mano che ci si avvicina alla conclusione.

FB_IMG_1519155577791

Trieste Film Festival 2018: intervista a Stefano Cravero e Pietro Jona, gli autori di Country for Old Men, il documentario insignito con una menzione speciale

In un’edizione del Trieste Film Festival che ha visto i documentari decisamente sugli scudi, Country for Old Men è tra quelli che ci hanno colpito di più. L’intervista realizzata con gli autori, Stefano Cravero e Pietro Jona, ha messo in luce altri aspetti, tutti degni nota, del film insignito con una menzione speciale

frost-2017-sharunas-bartas-002

Trieste Film Festival 2018: Frost di Sharunas Bartas, un passo indietro del regista lituano

Duole dirlo, ma tra i film in concorso al 29° Trieste Film Festival l’unica vera delusione è arrivata da un autore che solitamente apprezziamo molto, il lituano Sharunas Bartas. Frost l’impressione è che la poetica di Bartas, già “imbastarditasi” a sufficienza, si sia fatta carico di istanze esistenziali e socio-politiche non pienamente sotto controllo

Soviet

Trieste Film Festival 2018: Soviet Hippies di Terje Toomistu, un documentario sorprendente nei contenuti, brioso ed eclettico nella forma

Esistevano gli hippie in Unione Sovietica? La risposta arriva da questo sorprendente documentario, realizzato in Estonia e presentato in anteprima al Trieste Film Festival. Soviet Hippies è un documentario sorprendente nei contenuti, brioso ed eclettico nella forma, maturo nelle chiavi di lettura (anche politiche) ivi proposte e lievemente malinconico nel tracciare le conclusioni

Ramsay

Ravenna Nightmare 2017: Midnighters di Julius Ramsay, noir a tinte forti tra azioni criminali al limite del grottesco e derive pulp

Vincitore dell’Anello D’Oro al Miglior Film, Midnighters di Julius Ramsay è un thriller teso, tagliente, che ha saputo soddisfare tanto il pubblico del Ravenna Nightmare che la stampa presente al festival. Tra azioni criminali al limite del grottesco e derive pulp, Ramsay riesce a scavare nelle psicologie dei personaggi, portandone alla luce i pensieri più torbidi e inconfessabili

2 giugno festa nazionale cinema taxidrivers.it

2 giugno: Festa della Repubblica e grande cinema

Domani verrà celebrata la ricorrenza della nascita della Repubblica Italiana. Taxi Drivers ha colto l’occasione per provare a tracciare un agile itinerario della cinematografia connessa a questo significativo evento. A cura di Stefano Coccia

1000 di Danijel Zezelj

Animavì, il Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico

Si tiene nel centro storico di Pergola (Pesaro – Urbino) nel giardino di Casa Godio, dal 13 al 16 luglio 2017 la seconda edizione di ANIMAVÌ – Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico, con la direzione artistica del più importante regista italiano di cinema d’animazione, Simone Massi

POP

Easypop, dalla Garbatella con colore!

L’esordio solista di Easypop, progetto curato da Pier Luigi Manieri e Valeria Arnaldi, avrà luogo giovedì 18 maggio al Red Factory; spazio di ultima concezione che si appresta a imporsi come la realtà più innovativa nell’alveo della comunicazione e cultura, della Capitale.

Spagna

Festival del Cinema Spagnolo 10ª edizione

Ospiti l’attrice Rossy De Palma che presenta Julieta; la star Belén Rueda e la regista Inés Paris che presentano l’anteprima del film in uscita il 18 maggio ‘La notte che mia madre ammazzò mio padre’; per l’inaugurazione l’attrice Premio Goya, Anna Castillo per ‘El Olivo’ e tante altre figure del cinema spagnolo.

kari

35 Bergamo Film Meeting: The Good Heart di Dagur Kári

In The Good Heart trova conferma, oltre alla capacità dell’islandese Dagur Kári di tratteggiare personaggi sensibili e atmosfere in disfacimento, la particolare ossessione del regista per uno humour nero, dalle venature piuttosto acide, di cui molto spesso è qualche giovane personaggio maschile a farne direttamente le spese. A Bergamo lo abbiamo potuto constatare anche in un promettentissimo mediometraggio realizzato nel 2000, Lost Weekend, ugualmente incentrato su particolari forme di disagio giovanile, ambienti soffocanti (in questo caso un decadente, poco frequentato alberghetto), amori di breve durata e tragedie in agguato.

alba-bfm-568500.660x368 (1)

35 Bergamo Film Meeting: Alba di Ana Cristina Barragán

Ripensando al concorso meritatamente vinto da Toril del francese Laurent Teyssier, l’altro lungometraggio del 35° Bergamo Film Meeting in cui avevamo ravvisato potenzialità interessanti è Alba di Ana Cristina Barragán. Il lavoro della giovane cineasta, appena trentenne, ci ha peraltro posto nuovamente in contatto con una cinematografia, quella dell’Ecuador, poco nota in Italia ma resa protagonista qualche anno fa, a Genova, di un bel festival interamente dedicato a essa. Fatta questa premessa, c’è da dire tuttavia che in Alba le promettenti istanze narrative e ambientali non trovano poi adeguato riscontro in un approccio registico meno incisivo e originale di quanto fosse lecito aspettarsi.

tolkien

Tolkien Day, il nuovo evento per celebrare lo scrittore e filologo, a Roma il 25 Marzo al MACRO

Da alcuni anni, l’Associazione Italiana Studi Tolkieniani (membro della Tolkien Society britannica) organizza una serie di eventi per celebrare il grande scrittore attraverso tutte le forme d’arte. L’eredità di J.R.R. Tolkien non si limita infatti alla letteratura e alla cinematografia, ma i suoi scritti hanno influenzato tutte le arti, come verrà ricordato il 25 marzo a Roma al TOLKIEN DAY 2017, il nuovo evento organizzato da AIST (Associazione Italiana Studi Tolkieniani), in collaborazione con Ludomaniacs. L’evento in programma al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma (via Nizza, 138), sarà totalmente gratuito.

cinemaciak900x185_0

Nos somos el futuro

Mercoledì 22 Marzo – Cerimonia di premiazione dei due studenti Sapienza vincitori del bando “Nos somos el futuro”

Lultima-spiaggia-3

35 Bergamo Film Meeting: L’ultima spiaggia di Thanos Anastopoulos e Davide Del Degan

L’ultima spiaggia è un fluviale documentario che il cineasta greco Thanos Anastopoulos, omaggiato al Bergamo Film Meeting ha realizzato a quattro mani con Davide Del Degan, brillante film-maker attivo a Trieste per cui rappresentare la tradizionale spiaggia del Pedocin e i suoi avventori ha significato in qualche modo giocare in casa. Trattasi, per chiarire, del noto bagno comunale con una prerogativa probabilmente unica in Europa, scherzosamente presentata dai suoi frequentatori come un’eredità dello stile di vita austro-ungarico: tenere separati all’ingresso uomini e donne, con un muretto lungo la spiaggia stessa a prolungare fin quasi in mare tale pudica ripartizione.

i-kori-la-figlia-932x460

35 Bergamo Film Meeting: I kóri di Thanos Anastopoulos

La quattordicenne Myrto vive sulla sua pelle le conseguenze della crisi finanziaria che ha investito la Grecia. Se la madre abita con un nuovo compagno, il padre, falegname, sembra essersi dissolto nel nulla perché impossibilitato a far fronte ai propri debiti. La giovane decide allora di vendicarsi a modo suo…
Costantemente in bilico tra l’aura della tragedia sociale e i paradigmi del cinema di genere, I kori – La figlia scandaglia la crisi economica greca in chiave noir. Eccellente lungometraggio datato 2013, in programma al Bergamo Film Meeting per l’omaggio a Thanos Anastopoulos

toril

35 Bergamo Film Meeting: Toril di Laurent Teyssier

Tra i film del concorso passati in questi giorni al 35° Bergamo Film Meeting, Toril del francese Laurent Teyssier è senz’altro quello che ci ha impressionato di più. Una storia di esasperazione, violenza e possibile riscatto sociale, dalla morale inevitabilmente amarissima, ma con un epilogo che inneggia comunque all’indomito e coriaceo spirito dei protagonisti, storia che l’autore ha voluto ambientare nei paesaggi assolati della Camargue.

Vitriolum

V.I.T.R.I.O.L.U.M

V.I.T.R.I.O.L.U.M è il titolo scelto da Nora Lux per questo evento espositivo intermediale, che presenta quattro fotografie inedite, una performance anch’essa inedita e un video, collegati dal riferimento all’alchimia: Visita Interiora Terrae Rectificando Inveniens Occultum Lapidem Veram Medicinam – “Visita l’interno della terra, e rettificando troverai la pietra nascosta che è la vera medicina”. La performance è ispirata alla nigredo o opera al nero, prima delle tre fasi alchemiche ed è pensata come la prima di tre o più eventi futuri. L’ora della performance, di e con Nora Lux, è alle 20.00 di oggi venerdì 24 febbraio, presso Core Gallery in via dei Fienaroli 31a, Roma.

^ Back to Top