Science + Fiction 2019: In the Trap di Alessio Liguori

A Trieste uno degli horror italiani più attesi: tra fede e demoniache presenze, tra tenebre e luce, la premiere del film ha confermato tutto il talento di un giovane autore del quale sentiremo parlare ancora.

MedFilm Festival 2019: Consequences di Darko Štante

Quando un esordio al lungometraggio riesce a graffiare via completamente la superficie e a risultare destabilizzante per il pubblico, si è già sulla strada giusta. Nel caso di Consequences (Posledice) crediamo che tale risultato sia stato ampiamente raggiunto. Presentato fuori concorso al 25° MedFilm Festival, il film del giovane cineasta sloveno Darko Štante è davvero

La lucina di Fabio Badolato e Jonny Costantino

La magia del lungometraggio, ispirato a un romanzo di Antonio Moresco, dopo aver conquistato il pubblico berlinese si appresta ora a ipnotizzare Parigi e gli spettatori della Sorbona

37 Bergamo Film Meeting: Eggs di Bent Hamer

Riproposto a Bergamo, nel corso della retrospettiva, l’esordio al lungometraggio del cineasta norvegese, di cui a metà anni ’90 si facevano già apprezzare lo humour, l’originalità e le sottili implicazioni esistenziali

37° Bergamo Film Meeting: 7 vírgenes di Alberto Rodríguez

La sezione Europe, Now! si è confermata occasione valida per analizzare meglio le parabole artistiche di cineasti del Vecchio Continente non così noti, forse, al grande pubblico, ma capaci di esprimere una visione del cinema personale e moderna. Nel caso dello spagnolo Alberto Rodríguez, il suo La isla mínima aveva rappresentato nel 2014 una scoperta

37° Bergamo Film Meeting: Sval&Bard al Kino Club

A Bergamo una mattinata all’insegna dell’animazione, dell’ecologia e delle terre polari, iniziata con un buffo episodio della serie Sval&Bard, per concludersi poi col delizioso Tout en haut du monde

Trieste Film Festival 2019: The Gentle Indifference of the World di Adilkhan Yerzhanov

Presentato in concorso al 30° Trieste Film Festival dopo essere passato per Cannes, Un Certain Regard,  The Gentle Indifference of the World ci ha innanzitutto permesso di scoprire l’ennesimo talento proveniente dalle repubbliche ex sovietiche dell’Asia Centrale, capace di coniugare nel suo cinema una forma cristallina e vicende umane di notevole spessore

Trieste Film Festival 2019: Buttoners di Petr Zelenka

Dalla retrospettiva “Trieste Film Festival 1989- 2019 Wind of Change” una perla di humour nero del 1997 del l regista ceco Petr Zelenka: Buttoners sta per “bottonai” o “maniaci di bottoni”, espressione riferita a un’improbabile categoria umana: soggetti maniacali che provano piacere nell’infilarsi di nascosto una dentiera tra i pantaloni per poi stringerla col movimento delle cosce su poltroncine, sedili e divani, allo scopo di asportarne i bottoni!

^ Back to Top