La lucina di Fabio Badolato e Jonny Costantino

La magia del lungometraggio, ispirato a un romanzo di Antonio Moresco, dopo aver conquistato il pubblico berlinese si appresta ora a ipnotizzare Parigi e gli spettatori della Sorbona

37 Bergamo Film Meeting: Eggs di Bent Hamer

Riproposto a Bergamo, nel corso della retrospettiva, l’esordio al lungometraggio del cineasta norvegese, di cui a metà anni ’90 si facevano già apprezzare lo humour, l’originalità e le sottili implicazioni esistenziali

37° Bergamo Film Meeting: 7 vírgenes di Alberto Rodríguez

La sezione Europe, Now! si è confermata occasione valida per analizzare meglio le parabole artistiche di cineasti del Vecchio Continente non così noti, forse, al grande pubblico, ma capaci di esprimere una visione del cinema personale e moderna. Nel caso dello spagnolo Alberto Rodríguez, il suo La isla mínima aveva rappresentato nel 2014 una scoperta

37° Bergamo Film Meeting: Sval&Bard al Kino Club

A Bergamo una mattinata all’insegna dell’animazione, dell’ecologia e delle terre polari, iniziata con un buffo episodio della serie Sval&Bard, per concludersi poi col delizioso Tout en haut du monde

Trieste Film Festival 2019: The Gentle Indifference of the World di Adilkhan Yerzhanov

Presentato in concorso al 30° Trieste Film Festival dopo essere passato per Cannes, Un Certain Regard,  The Gentle Indifference of the World ci ha innanzitutto permesso di scoprire l’ennesimo talento proveniente dalle repubbliche ex sovietiche dell’Asia Centrale, capace di coniugare nel suo cinema una forma cristallina e vicende umane di notevole spessore

Trieste Film Festival 2019: Buttoners di Petr Zelenka

Dalla retrospettiva “Trieste Film Festival 1989- 2019 Wind of Change” una perla di humour nero del 1997 del l regista ceco Petr Zelenka: Buttoners sta per “bottonai” o “maniaci di bottoni”, espressione riferita a un’improbabile categoria umana: soggetti maniacali che provano piacere nell’infilarsi di nascosto una dentiera tra i pantaloni per poi stringerla col movimento delle cosce su poltroncine, sedili e divani, allo scopo di asportarne i bottoni!

Trieste Film Festival 2019: The With Crow di Ralph Fiennes

Presentato al 30° Trieste Film Festival quale evento speciale, nella stessa serata in cui si è svolta la cerimonia di premiazione, The White Crow è una biografia cinematografica del grande Rudolf Nureyev. Ne è autore quel raffinato interprete britannico che abbiamo sempre amato parecchio, Ralph Finnies, alle prese qui con la sua terza regia per il grande schermo

Trieste Film Festival 2019: I leoni di Lissa di Nicolò Bongiorno

Ne I leoni di Lissa di Nicolò Bongiorno vi è un senso di scoperta e di meraviglia, insomma, che non può lasciare indifferenti coloro che hanno a cuore certi temi. Una stupefacente avventura sottomarina, per raccontare al pubblico le conseguenze dell’infausta Battaglia di Lissa

Trieste Film Festival 2019: Delegacioni di Bujar Alimani

Tra i film in concorso al 30° Trieste Film Festival quello dell’albanese Bujar Alimani ci ha particolarmente colpito ed emozionato per l’accuratezza drammaturgica, per la capacità di relazionarsi al passato della piccola nazione balcanica alternando abilmente farsa e tragedia

Trieste Film Festival 2018: Rabbit à la Berlin di Bartek Konopka

Il folgorante lavoro cinematografico di Konopka parte da un dato reale, probabilmente già noto a coloro che della metropoli tedesca sanno qualcosa, avendovi soggiornato o semplicemente transitato in tempi (più o meno) recenti: ossia la curiosa, paradossale vicenda dei conigli che un tempo dimoravano presso la “terra di nessuno”, creatasi all’ombra del famigerato Muro

MedFilm Festival: Mouth Of Truth di Barbara Vekaric

La sezione “Rather Be Horizontal” può vantare tra i suoi biglietti da visita un corto croato, davvero penetrante nell’indagare certe dinamiche giovanili: Mouth Of Truth della ragista Barbara Vekaric,

^ Back to Top