Goodnignt Mommy

Goodnight Mommy di Severin Fiala e Veronika Franz in blu ray

Molto più di un mero film d’intrattenimento, Goodnight Mommy allude a questioni importanti, invitando lo spettatore a ripensare i rapporti di forza della relazione per eccellenza (madre-figlio) e soprattutto a meditare sulla funzione decisiva che ricopre nella formazione dell’immaginario il cinema (alias il volto della madre)

Il mare e l'amore

Il mare e l’amore di Kei Kumai (da una sceneggiatura di Akira Kurosawa) in dvd

Kurosawa, oltre alla sceneggiatura, realizzò uno story board assai preciso, a cui si è fedelmente attenuto Kei Kumai, regista noto in Italia per Morte di un maestro del tè, con Toshiro Mifune, che gli valse il Leone D’Argento alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nel 1989. Un film poetico e molto suggestivo: una preziosa testimonianza dell’ultimo intenso contributo di un maestro indiscusso del cinema

The Zero Theorem

The Zero Theorem di Terry Gilliam in blu ray

Terry Gilliam, con la magnifica visionarietà che lo contraddistingue, affronta gli sviluppi imprevedibili delle dinamiche frenetiche operative nella convulsa società postmoderna. Con acutezza di sguardo tratteggia il profilo dell’uomo contemporaneo, provando a dare forma all’esito finale di un percorso che esorbita qualsiasi tentativo di previsione. Tentativo titanico il suo, portato degnamente a termine

Masoch

Masoch di Franco Brogi Taviani in dvd

Finito nell’oblio per più di trent’anni, Masoch, film scritto e diretto da Franco Brogi Taviani (fratello dei più noti Paolo e Vittorio), e ispirato alla biografia di Leopold von Sacher-Masoch, trova nuova luce grazie a Mustang, che per la prima volta lo pubblica in dvd

Kim Ki-duk

L’isola di Kim Ki-duk in dvd

Kim ki-duk spinge il linguaggio fino ai suoi limiti, rivelandone ‘il fuori’, ma senza andarne ‘al di fuori’, e l’iniziale lotta tra uomo e donna, servo e padrone, terra e acqua, viene abilmente disinnescata: nuove e straordinarie figure dell’essere vengono alla luce. Come altro definire, d’altronde, quella splendida visione finale in cui Hyun-Shik si perde nel pelo pubico della donna amata, che diventa un accogliente cespuglio galleggiante sulla superficie sincera dell’acqua?

Rapina record a New York

Rapina record a New York di Sidney Lumet in dvd

La bellezza di Rapina record a New York (il cui titolo originale, The Anderson Tapes, rende assai meglio il senso generale del film) risiede nella raffinatezza della scrittura, resa possibile grazie all’acutezza del romanzo di Lawrence Sanders da cui prende spunto, capace di segnalare con enorme anticipo il decisivo passaggio dalle società disciplinari a quelle del controllo (di deleuziana memoria)

Ubriaco d’amore

Ubriaco d’amore di Paul Thomas Anderson in dvd

La regia di Anderson è straordinaria, inchioda lo sguardo dello spettatore, a partire dalla cura maniacale delle riprese – efficaci movimenti di macchina e fotografia superba di Robert Elswit – fino alla stravagante colonna sonora, che, attraverso una serrata sezione ritmica, più che accompagnare l’azione, testimonia assai significativamente lo stato interiore del protagonista, sempre sull’orlo di un’improvvisa crisi di nervi

Pensavo fosse amore... invece era un calesse

Pensavo fosse amore… invece era un calesse di Massimo Trosi in dvd

Si dovettero attendere ben quattro anni dopo il suo ultimo, riuscito lavoro, Le vie del Signore sono finite (1987), prima che Massimo Troisi tornasse dietro la macchina da presa. Pensavo fosse amore… invece era un calesse è un film in cui l’autore partenopeo si pone frontalmente con una questione che pare averlo ‘ossessionato’ fin dagli esordi; la quota comica, pur sempre assai presente, si riduce in favore di una riflessione profonda sulla natura dei rapporti sentimentali

Lo and Behold

Lo and Behold – Internet: il futuro è oggi

Con Lo and Behold – Internet: il futuro è oggi, Werner Herzog si pone frontalmente rispetto a una questione che anima il dibattito contemporaneo, cercando di affrontare in maniera circolare tutte le implicazioni che la più grande rivoluzione tecnologica della storia ha comportato, dal mutamento culturale a quello antropologico.

Scusate il ritardo

Scusate il ritardo di Massimo Troisi in dvd

Dopo il clamoroso successo dell’esordio con Ricomincio da tre (1981), film che detiene a tutt’oggi il record di maggiore permanenza nelle sale cinematografiche italiane, Massimo Troisi tornò dietro la macchina da presa nel 1983, realizzando quello che è considerato il suo film migliore, visto lo spessore tematico ed artistico e la forza e l’efficacia con cui riuscì a scavare all’interno della sua anima

Federica Di Giacomo

73 Festival di Venezia: Liberami di Federica Di Giacomo (Miglior Film – Orizzonti)

Colpisce l’ostinazione di Federica Di Giacomo, che dopo tre anni di intenso lavoro è riuscita nel titanico tentativo di preservare lo statuto ontologico di una realtà per lo più celata allo sguardo e che chiedeva di essere esibita con grande pudore. Il dinamismo della macchina da presa di Federica Di Giacomo sorprende davvero, laddove riesce, nonostante la prossimità alle persone e agli eventi, a mantenere il necessario distacco per non influenzare lo spettatore, pur trascinandolo nel cuore dell’azione

Orecchie

73 Festival di Venezia: Orecchie di Alessandro Aronadio (Biennale College)

“Come si fa ad essere felici in un mondo come questo?”, si chiede il protagonista di Orecchie. Per avere delle risposte soddisfacenti, bisogna fare delle domande giuste. Ed è proprio questo il grandissimo merito di Alessandro Aronadio: l’aver saputo meravigliosamente fotografare il dilemma di un’epoca con un’onestà intellettuale sorprendente, rinunciando alle rigide prospettive in cui troppo spesso ci si nasconde

Race

Race – Il colore della vittoria di Stephen Hopkins in dvd

Il film di Stephen Hopkins dà corpo a una storia davvero esemplare che, al netto di qualche innocua osservazione, è stata degnamente messa in scena. I quattro ori conquistati da Owen in quel lontano 1936 ancora brillano ardentemente, illuminando con un fascio di luce il periodo più buio della nostra Storia recente

Cold War

Cold War di Sunny Luk e Longman Leung in dvd

Sebbene l’azione non manchi – sparatorie, inseguimenti in macchina spettacolari, esplosioni e quant’altro – Cold War, diretto dagli hongkonghesi Sunny Luk e Longman Leung, è innanzitutto e per lo più un sofisticato thriller in cui al centro della narrazione vi sono le dinamiche interne al potere. Ciò che risulta è una godibile e intelligente opera che può essere fruita alternando i diversi piani su cui è costruita, senza che, per altro, nell’uno o nell’altro caso, perda di attrattiva e interesse

The Belle Starr Story

The Belle Starr Story – Il mio corpo per un poker di Lina Wertmuller in dvd

Già dai titoli di testa, in cui si succedono sensuali immagini della protagonista, si percepisce che The Belle Starr Story – Il mio corpo per un poker è un interessante esperimento-divertissement, attraverso cui gli sceneggiatori (Lina Wertmuller e Piero Cristofani) tentarono di affrontare la questione di genere, dando un taglio lieve all’insieme e mettendo in scena una storia in cui si alternano fluidamente intrattenimento e denuncia

Nenè

Nenè di Salvatore Samperi in dvd

Ciò che più conta in questa opera della maturità di Samperi è il sapiente parallelismo tracciato tra l’evoluzione socio-politico-antropologica di un paese messo in ginocchio dall’esito disastroso della guerra e la crescita umana, sentimentale e sessuale della giovane protagonista, la quale si ritroverà a fare i conti con un moralismo di matrice cattolica che ne tarperà l’entusiasmo

L’Universale

L’Universale di Federico Micali in dvd

L’Universale di Federico Micali è un piccolo ma preziosissimo film che, attraverso la descrizione di un’epoca, dagli anni settanta fino ai decadenti ottanta, riesce a tracciare un itinerario umano, sociale e politico ricco e variegato. Ciò che Micali mette bene a fuoco è il versante della fruizione, il pubblico che in quegli anni partecipava passionalmente a tutte le splendide proiezioni del cinema Universale, il vero protagonista del film

La viaccia

La viaccia di Mauro Bolognini in dvd

La viaccia appare in perfetto equilibrio tra l’esigenza di testimoniare una fase storica, quella successiva all’unificazione, con le sue idiosincrasie e problematiche, tutte da affrontare, e quella di comporre sul piano visivo dei quadri che potessero calamitare lo sguardo dello spettatore, facendolo sempre più penetrare all’interno della vicenda narrata. In tal senso, il film di Bolognini costituisce a tutt’oggi un indispensabile documento di un significativo pezzo di storia del nostro paese

Melissa P.

Melissa P. di Luca Guadagnino in dvd

Neanche la virtuosa regia di Luca Guadagnino riesce a sostenere un film la cui fonte letteraria era già di per sè insufficiente. Risulta comunque interessante la visione di Melissa P., per fare esperienza del degrado antropologico delle generazioni attuali, i cui corpi sono stati completamente sussunti dal ‘discorso capitalista’ e resi merci, liberi di circolare in un mercato sempre più aperto allo scambio di beni di qualunque natura

Il maestro e Margherita

Il maestro e Margherita con Ugo Tognazzi in dvd

Davvero molto interessante questo Il maestro e Margherita (1972), adattamento cinematografico del celebre romanzo di Michail Bulgakov, laddove troviamo Ugo Tognazzi per la prima volta alle prese con un ruolo drammatico. L’opera del serbo Aleksandar Petrović è significativa e rivederla è un’esperienza importante per il cinefilo che voglia estrarre dalle macerie di celluloide un reperto assai raro, di indubbio interesse

Le vie del Signore sono finite

Le vie del Signore sono finite di Massimo Troisi in dvd

Le vie del Signore sono finite, diretto e scritto da Troisi e dalla fedele collaboratrice Anna Pavignano, fornisce l’occasione per fare esperienza di una modalità originalissima di accostarsi al mondo della rappresentazione, laddove la storia messa in scena, convenzionale nei suoi tratti salienti, è continuamente boicottata, decostruita, sconquassata dalla magnifica interpretazione dell’attore, che con la sua presenza si pone come un vuoto (linguistico-culturale) che erra vorticosamente tra le linee di fuga del profilmico

Che ora è

Che ora è? di Ettore Scola in dvd

Ciò che interessava Scola era registrare gli effetti di un periodo storico, quello a ridosso degli anni novanta, sulla dimensione intima di un rapporto difficile, e non poche, infatti, sono le allusioni alla storia del paese, alla corruzione dilagante (di lì a poco sarebbe esplosa Tangentopoli), alla diffusione di uno stile di vita tutto incentrato su un aumento esponenziale del tempo dedicato al lavoro, in una forsennata ricerca di un benessere che appariva come la panacea di tutti i mali. Una riflessione, la sua, ancora attualissima

Un amore all’altezza

Un amore all’altezza

Ispirato a Corazón de León di Marcos Carnevale, film argentino che nel 2013 riscosse molto successo in patria, Un amore all’altezza di Laurent Tirard è un gustoso remake. Tirard dà un taglio leggero alla narrazione, laddove la fonte originaria assumeva tratti più cupi e melensi, fornendo al film un tono europeo da commedia sofisticata, in cui il tema della diversità viene affrontato senza retorica, soffermandosi sulla dimensione pratica del problema

Mia madre fa l’attrice

Mia madre fa l’attrice

Mia madre fa l’attrice fornisce lo spunto per ripercorrere la storia della settima arte, attraverso un processo di interiorizzazione del cinema stesso, che, nel mostrarsi, parla di sé. Un un film in cui il cinema non costituisce solo lo strumento terapeutico attraverso cui elaborare la complicata relazione con la figura materna, ma offre anche l’occasione per riflettere sul rapporto tra arte e vita

Ma Loute

Ma Loute

Ma Loute è un riuscito pastiche che, data la varietà delle situazioni che genera, non cessa mai di catturare l’attenzione, conducendo in universo grottesco in cui, al di là degli efficaci momenti comici, domina un violento rapporto di forza tra i due mondi rappresentati, preannunciando quello che sarà il successivo scontro di classi che caratterizzerà buona parte del Novecento

The Homesman

The Homesman di Tommy Lee Jones in blu ray

The Homesman è un film che si confronta con l’origine di un paese, cercando di testimoniare, anche attraverso una rapida stigmatizzazione di quell’atteggiamento colonialista che provocò il genocidio dei nativi indiani, l’ingresso della Legge all’interno di un territorio vergine in cui l’assenza di qualsiasi valore vide un incontrastato perpetrarsi dei più aberranti crimini

1001 Grammi

1001 Grammi

1001 grammi è un film onesto, semplice, che non tenta, come avrebbe potuto, di intraprendere itinerari filosofici attraverso cui trastullare il pubblico (e trastullarsi), bensì denuncia con solarità una certa deriva postmoderna sempre più attratta da un’ideale di vita contrassegnato dall’occultamento sistematico dell’emotività. Una buona occasione, dunque, per rivalutare la propria posizione rispetto alla vita interiore. Distribuito da Movies Inspired

El abrazo de la serpiente

El abrazo de la serpiente

Ciro Guerra, giovane ma già solido cineasta, con il suo terzo lungometraggio, El abrazo de la serpiente, pellicola che ha incassato tantissimi premi in molti festival, oltre che una nomination all’Oscar per il miglior film straniero nel 2015, ci conduce nello spazio sacro della natura incontaminata dell’Amazzonia. Ve ne consigliamo la visione per la caparbietà della narrazione che, incurante dei ritmi congestionati di tanta cinematografia contemporanea, ci esorta a fermare il frenetico movimento in cui siamo avviluppati per riguadagnare quel respiro universale che ancora è presente in qualche luogo impenetrabile della nostra anima

Bonjour tristesse

Bonjour tristesse di Otto Preminger in dvd

Otto Preminger, uno dei cineasti più influenti della sua generazione, nel 1958, adattando l’interessante romanzo di Françoise Sagan, realizzava Bonjour tristesse, un originale film in cui veniva messo in scena uno psicodramma familiare dai risvolti drammatici. Cast sontuoso con Deborah Kerr, David Niven e una giovanissima Jean Seberg

Il club

Il club di Pablo Larraín in dvd

Pablo Larraín riesce, come pochissimi altri cineasti contemporanei, a scavare nell’animo umano, andando a scandagliare le zone più oscure e facendo emergere ciò che normalmente viene celato allo sguardo, ma, soprattutto, sa innescare un decisivo processo di universalizzazione, laddove l’esperienza soggettiva diviene, nel suo cinema, paradigma di una relazionalità in cui i diversi attori si fanno portavoce di istanze sociali più ampie, rappresentando un panorama antropologico che rispecchia in pieno la situazione comunitaria

Pecore in erba

Pecore in erba di Alberto Caviglia in dvd

Alberto Caviglia azzarda un esperimento che rielabora le coordinate delle usuali prospettive attraverso cui normalmente ci si pone con un tema spinoso quale l’antisemitismo, e riesce nell’intento di smarcarsi dalla retorica e dalle tipiche narrazioni cinematografiche che si sono succedute sull’argomento. Qui si ride con intelligenza, laddove l’espediente del mockumentary (il falso documentario), invertendo l’ordine valoriale, spiazza piacevolmente lo spettatore

The Look of Silence

The Look of Silence di Joshua Oppenheimer in dvd

The Look of Silence è un documentario che va assolutamente visto, per fare i conti con l’arroganza del potere (e dell’orrore commesso), nel tentativo di ripensare una relazionalità sganciata dai rapporti di forza, da una logica economica in cui inevitabilmente la sopraffazione rimane uno dei momenti più significativi, in favore di quell’accoglienza infinita di levinasiana memoria, di cui più che mai oggi avremmo bisogno

Il figlio di Saul

Il figlio di Saul di László Nemes in blu ray

Il giovane László Nemes (1977), al suo esordio dietro la macchina da presa, realizza un film decisivo, importante, laddove la questione dell’orrore dei campi di concentramento nazisti viene affrontata con sguardo ‘pudico’, nel senso che, pur penetrando, come mai prima si era tentato, all’interno delle fabbrica dello sterminio, il regista ungherese non cede, rivelando grande coerenza stilistica, alla tentazione della ‘cosmesi’, ovvero della spettacolarizzazione della più grande catastrofe della Storia

Boyz n the Hood

Boyz n the Hood di John Singleton in dvd

John Singleton, il regista di Shaft (2000) e di 2 Fast 2 Furious (2003), nel 1991 a soli 23 anni esordiva con una pellicola dirompente, Boyz n the Hood. Singleton ci restituisce la realtà del ghetto nero di Los Angeles senza fronzoli, ma senza neanche cedere alla tentazione di propinare il solito film in cui a farla da padroni siano solo sparatorie e spargimenti di sangue; riesce, invece, a trattenere la narrazione, indugiando sulle psicologie dei personaggi e realizzando una buona ricognizione antropologica

Le cattedrali della cultura

Le cattedrali della cultura di Wim Wenders, Robert Redford, Michael Glawogger, Margreth Olin, Karim Ainouz, James Marsh, Michael Madsen in dvd

I sei capitoli in cui è diviso il consistente documentario (159’) scandiscono una vivace topologia in cui ogni edificio presentato (si comincia con la Filarmonica di Berlino di Wim Wenders) prende la parola e si presenta allo spettatore, guidandolo al proprio interno, facendogli conoscere i sottili legami che mettono in relazione i diversi spazi, in un’osmosi con una ricca attività antropica che fa diventare il luogo un super organismo, dotato di un’anima, ma destinato a vivere assai più a lungo di chi lo ha creato-progettato

La stella del sud

La stella del sud di Sidney Hayers e Orson Welles in dvd

Ispirato all’omonimo romanzo di Jules Verne, e codiretto da Sidney Hayers e Orson Welles, La stella del sud (1968) è un godibile film d’avventura, in cui abbondano tutti gli ingredienti tipici del genere, che intrattengono lo spettatore dall’inizio alla fine senza interruzioni

Astrosamantha

Astrosamantha di Gianluca Cerasola in dvd

Astrosamantha è la significativa testimonianza, realizzata da Gianluca Cerasola, dell’impresa di Samantha Cristoforetti, prima donna italiana nello spazio, narrata dalla voce flautata di Giancarlo Giannini, che riferisce le tappe salienti di una straordinaria avventura. Il bel documentario di Gianluca Cerasola ci rende pienamente partecipi di tutto il lavoro preparatorio sostenuto da Samantha fino al fatidico momento del lancio e del raggiungimento della Stazione Spaziale Internazionale. Un’esperienza difficile da dimenticare

Intermezzo

Intermezzo con Ingrid Bergman in dvd

Intermezzo (1939), diretto da Gregory Ratoff, attore e regista (non molto prolifico), è un delizioso melò, in cui i protagonisti, il celebre interprete Leslie Howard e la Bergman, intrecciano una scandalosa storia d’amore, complice la comune passione per la musica che li fa incontrare. Fu un grande successo che aprì le porte del cinema statunitense alla ragazza dal viso pulito, che stava completamente a proprio agio davanti alla macchina da presa, destinata a divenire una delle stelle intramontabili del firmamento cinematografico

Castelli di sabbia

Castelli di sabbia Vincente Minnelli in dvd

Nel 1965 Vincente Minnelli, il celebre regista di Un americano a Parigi (1951), Gigi (1958), film che gli valse l’Oscar per la miglior regia, e Brigadoon (1954) con Gene Kelly e la splendida Cyd Charisse, realizzava il suo terz’ultimo lungometraggio, Castelli di sabbia (The sandpiper), con la collaudata coppia Taylor-Burton, un melò sceneggiato da un paio di fuori classe quali Dalton Trumbo e Michael Wilson

National Gallery

National Gallery di Frederick Wiseman in dvd

Frederick Wiseman entra nella National Gallery di Londra per catturare con la caparbietà del suo sguardo la bellezza in essa contenuta, sviscerandone tutti i segreti meccanismi. Tiziano, Turner, Rembrandt, Leonardo, Caravaggio, Velasquez, tutti i più grandi maestri hanno trovato alloggio in questa sontuosa dimora e Wiseman ne restituisce l’immarcescibile magnificenza

Design by Daniele Imperiali
^ Back to Top