Archivio Autore
Gli articoli di Redazione

“Winter’s Bone”: quando il freddo ti penetra nelle ossa

Un gelido inverno

Illuminazioni dal cinema indipendente americano. Rubrica a cura di Simone Filippini

La sedia della felicità

la-sedia-della-felicita

Il compito più difficile de “La sedia della felicità” è quello di far dimenticare allo spettatore un dato drammatico: ossia che è l’ultimo film del suo regista, Carlo Mazzacurati, scomparso a gennaio, in seguito a una malattia, all’età di 57 anni

Il pretore

il-pretore

Tutto girato e ambientato nei luoghi cari allo scrittore, tra Luino e il varesotto, il film è una riflessione amara e divertita su come il potere e la sua corruzione nel nostro paese non siano fattori storici, ma quasi antropologici, che hanno a che fare con una predisposizione quasi atavica all’essere italiani

Mosaico d’Europa Film Fest: “The Look of Love” di Michael Winterbottom

The-look-of-love

Annunciati i vincitori del festival, questa succulenta ottava edizione della kermesse ravennate si è conclusa con un evento speciale da noi molto atteso: l’anteprima dell’ultimo film diretto da Michael Winterbottom, ovvero “The Look of Love”

Mister Morgan

mr-morgan

Presentato al festival di Berlino, “Mister Morgan” è un dramma garbato e delicato, venato di sorriso ma intinto nella nostalgia.

Rio 2: Missione Amazzonia

Rio-2-Missione-Amazzonia

“Rio 2: Missione Amazzonia” ci ha piacevolmente sorpreso: un prodotto vivace, ben fatto, pieno di colore e di movimento che risultano poi enfatizzati dai ritmi della samba, della bossa nova, di tutti quei generi musicali che – mescolati magari con altro – assicurano al lungometraggio un timbro irresistibilmente carioca

Mosaico d’Europa Film Fest: “Blue Ruin” di Jeremy Saulnier

blue-ruin

Presentato come evento speciale al Mosaico d’Europa Film Fest, il film di Jeremy Saulnier ha il merito di sviluppare con la necessaria brutalità e asciuttezza di sguardo, a partire da un inizio un po’ farraginoso ma essenziale per la definizione della cornice sociale, l’escalation vertiginosa di una faida famigliare che lascerà sul campo non pochi morti

Future Film Festival 2014: la cinema lesson di Carlos Saldanha

RIO2_CarlosSaldanha

Introdotto per l’occasione dai direttori artistici del Future Film Festival Oscar Cosulich e Giulietta Fara, il regista di “Rio 2 – Missione Amazzonia” ha incantato la platea bolognese con una “cinema lesson” che è andata ben oltre le aspettative

Transcendence

transcendence

“Transcendence” è un film che mette in campo una serie di tematiche – morali, filosofiche e scientifiche – enormi, ma alla fine dei conti non riesce a essere all’altezza delle carte che scopre o, quantomeno, a giocarle in modo consono attraverso una narrazione coerente, e così si butta a capofitto in una storia d’amore che ripercorre, in modo meno appassionato e viscerale, quella già recentemente vista sul grande schermo in “Her” di Spike Jonze

The Lego Movie

The_LEGO_Movie

Oltre il reale: riflessioni sul cinema d’animazione. Rubrica a cura di Raffaello Ruggeri

NYNPHOMANIAC vol. 1 e vol. 2: Lars von Trier e l’universo femminile

Nymphomaniac Lars Von Trier

Nella trilogia della depressione, composta dagli ultimi tre film del regista danese, troviamo questo universo capovolto: in “Antichrist”, in “Melancholia” e in “Ninphomaniac”, le protagoniste femminili figurano come “hubermench” (un super-femminino o, meglio, un oltre-femminino): donne sulle cui spalle pesa il destino del mondo, che muovono i fili di questo universo, con tutte le responsabilità e i sensi di colpa che ne derivano

“Se questa è una donna”: un racconto di salvezza di Mariangela Imbrenda

Se questa è un adonna

Imbrenda racconta una vicenda tutta sua, un segmento traslato del libro originale.“Se questa è una donna” è uno spettacolo ricco e pieno, completo nella sua lineare semplicità

Verso un mondo di automi e di perdite simboliche: breve ricordo del cinema di Federico Fellini

federico-fellini

Più penso a Federico Fellini, più mi convinco sia stato un autore con tante e precise intuizioni intellettuali da esprimere e su cui lavorare, anche se non era un filosofo o un sociologo di professione, ma operava nel campo dell’arte

Mosaico d’Europa Film Fest: “A Field in England” di Ben Weathley

A Field in England

Tra le basi del linguaggio cinematografico vi è l’alternanza di campo e controcampo. Qui invece si ha a che fare solo col campo. Ma.nel senso più letterale possibile… Tra i film in concorso al Mosaico d’Europa Film Fest vi è infatti “A Field in England”, che come suggerisce il titolo ha il merito di trasformare la superficie erbosa di un campo nel set unico di un’avventura dai risvolti surreali

L’incanto del quotidiano nel cinema di Guédiguian

Robert Guediguian

“Ogni vita merita un film”. Rubrica a cura di Margherita Fratantonio

Un matrimonio da favola

un-matrimonio-da-favola

Parte da un soggetto poco originale “Un matrimonio da favola”, la nuova commedia dei fratelli Vanzina scritta in collaborazione con Edoardo Falcone e prodotta da Fulvio e Federica Lucisano

Mosaico d’Europa Film Fest: “The Selfish Giant” di Clio Barnard

The-Selfish-Giant

Come essere egoisti e come essere solidali, nella Gran Bretagna di oggi: si potrebbe riassumere così l’orizzonte etico di “The Selfish Giant,” il primo film del “Concorso Europeo” col quale ci siamo confrontati al Mosaico d’Europa Film Fest

Noah

noah

Se da una parte la pellicola è in grado di regalare momenti cinematografici profondi soprattutto in virtù del rapporto tra Noè e sua moglie che ha il volto di un’eccellente Jennifer Connely, dall’altra il film perde di spessore paradossalmente proprio per colpa di un montaggio frettoloso e dell’eccessivo uso della computer graphica

Piccola patria

piccola-patria

“Piccola patria” è un buon tentativo, tra l’altro inconsapevolmente attuale, di sondare un’aggregazione culturale in cui, a distanza di 150 anni dall’unità, serpeggia una tensione separatista

Mosaico d’Europa Film Fest: “The Missing Picture” di Rithy Panh

In questo stesso weekend, mentre a Bologna il Future Film Festival si avviava verso la conclusione, un’altra manifestazione cinematografica cui siamo particolarmente legati prendeva il via, nella vicina Ravenna: il Mosaico d’Europa Film Fest

“Runner Runner” lead the way for “Rounders 2″

Runner-Runner

“Runner Runner” arriverà in sala.

Divergent

divergent

“Divergent” è il primo capitolo dell’omonima trilogia creata dalla scrittrice americana Veronica Roth. Il libro, pubblicato in America nel 2011 e uscito in Italia per la De Agostini il 22 marzo 2012 è diventato bestseller vendendo più di un milione di copie. Il film a una prima lettura risulta un po’ banale, almeno per chi pratica la fantasy e la fantascienza, ma in realtà ha un quid, che lo rende fuori dalle righe

Il volto della Medusa: Il cinema di Nikos Koundouros (seconda parte)

Nikos Koundouros

Il cinema dei margini da riscoprire. Rubrica a cura di Beniamino Biondi

Future Film Festival: “McDull – The Pork of Music” di Brian Tse

McDull - The Pork of Music

Sbarcando il 2 aprile a Bologna il primo film d’animazione che abbiamo voluto vedere è stato proprio “McDull: The Pork of Music di Brian Tse”, ennesimo capitolo di una saga molto popolare ad Hong Kong, ma che ha saputo fare proseliti anche altrove

Hal Hartley: simple man

hal-hartley

On the road nel cinema made in USA. Rubrica a cura di Rosario Sparti

Ti ricordi di me?

ti-ricordi-di-me?

“Ti ricordi di me?”, opera seconda di Rolando Ravello, è una commedia romantica vera, non quindi una commedia popolare italiana, fatta di farsa e molte corna, ma un racconto gentile che non sfigura di fronte a film francesi o americani

Cuccioli – Il paese del vento

cuccioli-il-paese-del-vento

Tra film per bambini che puntano allo spettatore passivo e al merchandising, i fratelli manfio cercano anche di diffondere un senso morale ed ecologico nello spettatore. Non è questione da poco.

Amici come noi

Amici come noi

Un cocktail innocuo, che chiaramente non è grande commedia e nemmeno è capace di squassare il mondo della comicità, per quanto para-televisiva, ma che ha una sua genuinità

Teatro Antigone: Mariangela Imbrenda in “Se questa è una donna” spettacolo teatrale tratto dall’omonimo libro di Luca Attanasio

Se questa è una donna

“Se questa è una donna” è la trasposizione teatrale dell’omonimo romanzo di Luca Attanasio (L’Erudita), in forma di due monologhi e un’epistola per voce e corpo femminili

Storia di una ladra di libri

Storia di una ladra di libri

Tratto dall’omonimo romanzo di Markus Zusak, “Storia di una ladra di libri” è un racconto di formazione ambientato nella Germania nazista. Diretto da Brian Percival, il lungometraggio, con toni forse fin troppo didascalici e classicheggianti, rimane ben connesso con il soggetto del romanzo: il risultato è un lavoro che è in grado sia di intrattenere che di portare lo spettatore a riflettere

Richard Linklater: it’s impossibile to learn to plow by making movies

Richar Linklater

On the road nel cinema made in USA. Rubrica a cura di Rosario Sparti

Captain America – The winter soldier

captain-america-the-winter-soldier

Capitan America trasportato nell’epoca contemporanea convince e, anche se lo fa perché non è solo, c’è nel suo personaggio una crescita interessante, un’umanizzazione funzionale anche se poco accennata per dare il giusto spazio alle lotte dove il protagonista è il suo scudo maneggiato con una destrezza spettacolare

Honey, will you be my (BLUE) VALENTINE?

blue-valentine

Illuminazioni dal cinema indipendente americano. Rubrica a cura di Simone Filippini

47 Ronin

47-ronin

“47 Ronin” è un film sbagliato e zoppicante, che troverà qualche estimatore ma che commette il peccato mortale di non saper cogliere il senso degli elementi che va a mescolare, rimanendo così un’operazione biecamente industriale che però ha fallito anche il suo grado primario: ossia fare soldi.

Sabato 22 marzo – ore 19.30: Eros e Philia – L’Amore e l’Amicizia da Platone a FaceBook

CentroCulturale Ruah Action Sabato 22 marzo- ore 19.30 Eros e Philia L’Amore e l’Amicizia da Platone a FaceBook Exursus storico e filosofico a cura di GASPARE MURA Ermeneuta, filosofo delle religioni Presidente ASUS Accademia Studi Umani e Sociali Reading di Marta Bifano Proposta cinematografica di Alberto Di Giglio amore e amicizia nella psicoanalisi Michele Bianchi (psicoanalista)  Tessera [...]

IL CLAN DEI MISERABILI di Umberto Lenzi, Venerdì, 21 Marzo 2014 ore 18 alla Casa del Cinema

Roma, Casa del Cinema, 21.03.14

CORDERO EDITORE E CASA DEL CINEMA DI ROMA PRESENTANO  IL CLAN DEI MISERABILI  VENERDI’, 21 MARZO 2014 ORE 18  LARGO MASTROIANNI, 1  Intervengono: l’Autore con Alfredo Baldi, Caterina D’Amico, Giancarlo De Cataldo e Marco Giusti,   LA NUOVA AVVENTURA DEL DETECTIVE BRUNO ASTOLFI SUI SET DEI GRANDI FILM DEGLI ANNI QUARANTA DEL NOVECENTO  UN THRILLER GRAFFIANTE [...]

La mossa del pinguino

la-mossa-del-pinguino

All’Amendola regista non si chiedeva un’avventura produttiva o di rischiare filmicamente, perché il suo pubblico fa bene a tenerselo stretto, ma semplicemente di usare meglio, di cucinare con più cura e attenzione gli ingredienti scelti

Bergamo Film Meeting: “Wolf” (Lupo) di Jim Taihuttu

wolf

Vi è forse troppa carne al fuoco, in una sceneggiatura che ha il merito di introdurre scenari interessanti, senza però approfondirli a dovere

In viaggio con Cecilia

in-viaggio-con-cecilia

Nell’estate del 2012 Barbanente e Mangini cominciano un viaggio on the road per capire com’è cambiata la Puglia. Da qui nasce il film, co-firmato dalle due documentariste, una riflessione sui tarantini, sul loro modo di reagire alla condizione della città, specchio dell’Italia in quanto suo “tallone”

Bergamo Film Meeting: “Louise Michel, la rebelle” di Sólveig Anspach

louise michel, la rebelle

Il primo impatto con l’edizione 2014 del Bergamo Film Meeting, in sintonia con una tradizione per cui in genere sono le retrospettive a soddisfare di più, è stato a dir poco esaltante, merito questo di una straordinaria cineasta: Sólveig Anspach

Publisher: Vincenzo Patanè Garsia | Ufficio stampa: Valentina Calabrese | Concept designer: Gianna Caratelli | Webmaster: Creazioni Web