Paddington a spasso per la metro di Londra

Paddington

Paddington è una commedia girata tra Costa Rica e Londra per la regia di Paul King nelle sale italiane dal 25 dicembre 2014.

Un amico molto speciale

Un amico molto speciale

Un film garbatamente diretto da Alexandre Coffre con Tahar Rahim, Victor Cabal nella parte di Antoine, Annelise Hesme e Michael Abiteboul. Bellissima la fotografia e simpatica la sceneggiatura di questo film, davvero per adulti e bambini, dove non s’indulge in sdolcinate immagini oleografiche, ma che riesce a tracciare una delicata vicenda che soddisfa occhio e sentimenti fino all’ultimo fotogramma.

WolfChildrenBlog-1024x568

Wolf Children

Oltre il reale: riflessioni sul cinema d’animazione

film van helsing stasera-in tv

Van Helsing stasera in Tv su Italia 1, un film con Hugh Jackman e Kate Beckinsale

Questa sera Italia 1 in prima serata propone il film Van Helsing . Il celebre cacciatore di mostri Van Helsing (Hugh Jackman) si reca in Transilvania allo scopo di sconfiggere il male e aiutare una famiglia, cacciatori di vampiri, a distruggere il conte Dracula. Lo aiuterà la bella coraggiosa e temeraria Anna (Kate Beckinsale) ultima

nick cave

20000 days on earth

Ian Forsyth e Jane Pollard mettono a nudo Nick Cave in un docu-fiction distribuito da Drafthouse Film, uscito nelle sale italiane il 2 dicembre

clip-4-neve-16390

Neve

Il film Neve di Stefano Incerti in sala dall’11 Dicembre è ambientato sull’Appennino abruzzese. Nel cast Roberto De Francesco, Esther Elisha e Massimiliano Gallo.

lourdes

Riflessioni su “Good Bye Lenin!” e “Lourdes”

Tra la rilevanza soggettiva del Simbolo e la sua perdita di senso, tra l’esperienza del dolore e dell’emarginazione e la loro rimozione collettiva. Riflessioni su “Good Bye Lenin!” e “Lourdes”

jimmy's hall

Jimmy’s hall

Jimmy’s hall è un film avvincente che non si vede con gli occhi, ma si fruisce con le viscere, che sconvolge e al contempo diverte ridicolizzando le mostruosità del pregiudizio umano, che allinea un pensiero radicale alimentando una coscienza e una presa di posizione, di fronte alla pretesa di un potere che governa sempre sull’ignoranza.

gq

Giulio Questi: il ricordo

E’ morto Giulio Questi. Il suo nome, proprio negli anni, è rimasto fortemente legato soprattutto ad un favoloso film “western”, girato nel 1967, Se sei vivo spara. Ma in realtà la carriera di Giulio Questi, pensiamo, è stata molto più importante, molto più significativa, molto più personale ed intima

filmakerfest

FilmMakerFest Milano (28-29-30 novembre)

Nonostante FilmMakerFest privilegi da sempre uno sguardo sulla realtà, uno sguardo consapevole, l’esordio della 34° edizione è dedicato, per la potenza delle immagini, a una pellicola visionaria, onirica, surreale: ‘Jajua’ dell’argentino Lisandro Alonso. Singolare e ardita mescolanza di generi che lascia lo spettatore spiazzato

qui_01_jpg_1400x0_q85

Qui

La nuova onda, fertilissima, del documentario italiano, ci ha insegnato un nuovo modo d’intendere il termine e il genere, fatto di uso inventivo delle immagine, di grandi capacità narrative, di riflessione teoriche legate alla possibilità di reinventare il reale.E’ il caso di Qui, documentario di Daniele Gaglianone

goodbye-to-language-heloise-godet-in-una-scena-del-film-370939_jpg_1400x0_q85

Adieu au langage – Addio al linguaggio

Ciò a cui assistiamo in “Adieu au langage” è la fine di ogni conciliazione, dunque anche la fine di ogni linguaggio (cinematografico, ma non solo) e quello di Godard altro non sembra che un ultimo (?), definitivo (?) congedo dal cinema stesso, da sé, dal mondo

Hunger Games

Hunger Games : Il canto della rivolta – Parte I

Jennifer Lawrence è attualmente la diva più amata ed ammirata, è facile parlare bene del suo lavoro e può sembrare ridondante, ma è così, questa attrice rasenta la perfezione più volte nell’arco del film, dipinge sul suo volto la realtà di una ragazza devastata dagli eventi, costretta a reagire e a lottare per coloro che ama

Doc Nyc

Il Doc Nyc, un festival che è uno specchio per guardarsi intorno

Il Doc Nyc, oltre ad essere, almeno secondo quanto riportato dagli organizzatori,“il doc festival più grande di tutta l’America”, è di sicuro uno tra i più interessanti festival del panorama statunitense perché come pochi riesce ad entrare diretto nelle viscere della società e della cultura a stelle e strisce

_DSC3974.NEF

Words and Pictures

Elogio dell’amore come lingua comune, che supera ed eleva alterità e differenze.

arton9914

Il mio amico Nanuk

Il giovane Luke vive nella regione artica in cui nascono gli orsi polari

clint-eastwood

Clint Eastwood racconta il Rambo dei cecchini Usa

Clint Eastwood racconta una leggenda, anzi ‘la leggenda’ come gli americani hanno chiamato Chris Kyle il tiratore scelto più letale di tutta la storia militare degli Stati Uniti (166 morti accertati, 255 presunti). Lo fa con un film, “American Sniper”, nelle sale dal 1 gennaio 2015

Scusate se esisto!

Scusate se esisto!

Questa commedia ha una doppia sfaccettatura caricaturale/querelante con una straordinaria Paola Cortellesi, protagonista assoluta che, ancora una volta, mostra la sua innata capacità attoriale coinvolgente tanto da farla apparire come una di noi.

10671253_290387321172208_7635789797727739716_n

La Piccola Scuola di Teatro di Roma

La Piccola Scuola non si differenzia solo per l’innesto in uno spazio che produce e immette arte teatrale ospitando e producendo spettacoli, ma , sopratutto, per l’offerta didattica che recupera e valorizza ciò che le altre (tante, troppe) scuole o corsi di teatro hanno abbandonato o trascurato

BLOODY KNUCKLES

Ravenna Nightmare: “Bloody Knuckles” di Matt O’Mahoney

Il canadese Matt O’Mahoney, già autore di irriverenti cortometraggi, ha saputo trasferire e concentrare nel film quella vena caustica che, dipanandosi con destrezza tra invenzioni “pulp” e una naturale inclinazione al “politically incorrect”, ne rende quanto mai sapida la visione

Design by Danile Imperiali
^ Back to Top