Taxi Drivers_Katzelmacher_Fassbinder_Luca Biscontini_home video_dvd

Katzelmacher: con sguardo gelido Rainer Werner Fassbinder metteva alla berlina la piccola borghesia tedesca della fine degli anni ’60

Al netto della chiara stigmatizzazione della grettezza, della mediocrità e dell’insensatezza della cultura piccolo-borghese, ciò che fa la differenza in Katzelmacher è l’algida estetica prodotta dallo sguardo glaciale di Fassbinder, che condanna i soggetti della sua rappresentazione a essere immobili, aridi, privati di qualsivoglia slancio vitale

Taxi Drivers_Maria Maddalena_Garth Davis_Joaquin Phoenix_Rooney Mara_in sala_Luca Biscontini

Maria Maddalena: Rooney Mara e Joaquin Phoenix in un film che rivisita in modo significativo la narrazione del messaggio evangelico

Al di là della retorica apologia del femminile, realizzata attraverso il riposizionamento della figura di Maria Maddalena, a funzionare davvero nel buon film di Garth Davis è lo sguardo trasfigurante, grazie a cui etica ed estetica si confondono in una preziosa indiscernibilità, che consente allo spettatore di pensare al religioso al di fuori e prima di qualunque istituzionalizzazione, così da approcciarsi a esso in maniera rinnovata e vitale

Taxi Drivers_Casanova '70_Mario Monicelli_dvd_home video_Luca Biscontini

Casanova ’70: Mario Monicelli e Marcello Mastroianni ancora insieme per raccontare, con i toni della commedia, l’evoluzione dei costumi

Casanova ’70 è una pellicola da annoverarsi a pieno titolo all’interno della Commedia all’italiana, in cui Monicelli, su sceneggiatura di Age e Scapelli, i grandi Tonino Guerra e Suso Cecchi D’Amico e Giorgio Salvioni, ironizzava su una certa mutazione dei costumi del nostro paese. Marcello Mastroianni dimostra ancora una volta grande poliedricità, con una prestazione divertente e incisiva

Miklos_Jancso_Szegenylegenyek_003

RaroVideo rende disponibili, per la prima volta in home video, due significative opere del regista ungherese Miklós Jancsó

Nè realista nè anti realista, il cinema di Miklós Jancsó si colloca in una posizione intermedia, laddove il regista ungherese riteneva che imporre allo spettatore la sospensione di incredulità fosse la prerogativa di un approccio borghese mendace e affabulatore. Per questo e altri motivi, la sua opera merita, oggi più che mai, un’attentissima rivisitazione

Taxi Drivers_L'ordine delle cose_Andrea Segre_dvd_home video_Luca Biscontini

L’ordine delle cose: il cinema necessario di Andrea Segre

Il cinema di Andrea Segre si rivela ancora una volta necessario: ne L’ordine delle cose sono messe in scene le varie operazioni che il governo italiano, in conformità con una politica europea di “esternalizzazione delle frontiere”, ha realizzato per tentare di arginare ‘a monte’ i flussi migratori

Taxi Drivers_L'ora più buia_Joe Wright_home video_Luca Biscontini

L’ora più buia: un monumentale Gary Oldman interpreta Winston Churcill, l’uomo che salvò l’Europa dall’incubo nazista

Quale sarebbe stato il destino dell’Europa senza la straordinaria resistenza di Winston Churcill all’avanzata nazista? Joe Wright realizza un film necessario, spettacolarizzando al punto giusto gli eventi, senza però eccedere e, soprattutto, valorizzando al massimo il grande interprete che aveva a disposizione, un Gary Oldman memorabile

cop_UMBERTO D new.indd

Umberto D., il capolavoro di Vittorio De Sica e Cesare Zavattini, disponibile in dvd in versione restaurata

Con Umberto D. il cinema di De Sica e Zavattini seppe incarnare ancora una volta esemplarmente il celebre motto contenuto nella parte finale del decisivo saggio di Walter Benjamin, L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica, in cui si contrapponeva al rischio dell’estetizzazione della politica la ben più proficua possibilità della politicizzazione dell’arte

Taxi Drivers_Vittoria e Abdul_Stephen Frears_home video_Luca Biscontini

Victoria e Abdul di Stephen Frears: una strepitosa Judi Dench per un film che mette in scena un meraviglioso rovesciamento dei rapporti di potere

Victoria e Abdul è la meravigliosa rappresentazione di un rovesciamento dei rapporti di potere normalmente operativi. Coloro che la Storia ha sempre consegnato alla parte degli esclusi – una donna e un uomo di colore – nel film di Stephen Frears assumono un ruolo di comando che fa cortocircuitare la rigida griglia gerarchica in cui si trovano

Taxi Drivers_Il fiume ha sempre ragione_Silvio Soldini_dvd_Luca Biscontini (2)

Disponibile in home video Il fiume ha sempre ragione di Silvio Soldini, una preziosa e poetica testimonianza sulla resistenza dell’oggetto alla smaterializzazione

Silvio Soldini realizza un agile documentario (72’) in cui riesce a restituire in pieno il fascino della semplicità di un gesto antico e l’amore per un’arte, la tipografia, che sa ancora ritagliarsi uno spazio in cui produrre valori simbolici pregnanti in grado di rigenerare l’atrofizzato immaginario contemporaneo, donandogli una preziosa linfa. Un film ‘inattuale’ che consigliamo caldamente

^ Back to Top