fbpx
Connect with us

Film da Vedere

The aviator di Martin Scorsese

The Aviator è un film del 2004 diretto da Martin Scorsese, dedicato alla vita della leggenda americana Howard Hughes, fortunato produttore cinematografico ed aviatore

Pubblicato

il

The Aviator è un film del 2004 diretto da Martin Scorsese, dedicato alla vita della leggenda americana Howard Hughes, fortunato produttore cinematografico ed aviatore, che riuscì a creare un proprio impero ad Hollywood ed a realizzare azzardatissimi progetti aeronautici, investendo nell’impresa i capitali che gli lasciò il padre dopo la sua morte.

È stato prodotto da Michael Mann, Sandy Climan, Graham King, e Charles Evans, Jr..

Il film ripercorre la vita di Hughes dalla fine degli Anni 20 fino al 1947, anni durante i quali egli divenne produttore cinematografico di successo e magnate dell’aviazione, ma insieme a tutto questo cresce in lui un grave disturbo ossessivo-compulsivo aggravato da alcuni incidenti aerei.

The Aviator è stato candidato a 11 premi Oscar, tra cui miglior film, miglior regista per Scorsese, miglior sceneggiatura originale, miglior attore per Leonardo DiCaprio e miglior attore non protagonista per Alan Alda, e vincendone 5 per la miglior fotografia, miglior montaggio, migliori costumi, miglior scenografia e miglior attrice non protagonista per Cate Blanchett. Questo successo in seguito si sarebbe ripetuto con la pellicola di Scorsese Hugo Cabret, sette anni più tardi.

Per il ruolo di Hughes fu considerato anche Jim Carrey, ma alla fine la scelta cadde su DiCaprio, che per questo ruolo venne premiato con un Golden Globe oltre ad essere candidato all’Oscar e ad un BAFTA.
Scorsese ha voluto che la Blanchett guardasse 15 film di Katharine Hepburn per imparare il suo modo di fare e le sue pose.
Il regista Martin Scorsese appare in un cameo nel film: durante la sera della prima dell’uscita del film di Hughes, davanti al cinema, sul tappeto rosso, è l’uomo alle spalle di Di Caprio, in smoking e capelli ingelatinati che spinge una donna davanti a sé.
La montatrice del film Thelma Schoonmaker compare in un cameo come una delle collaboratrici di Howard Hughes per Gli angeli dell’inferno.
In una scena Cate Blanchett, che interpreta Katharine Hepburn, salutando la sua famiglia parla dello zio Willie. È un riferimento allo zio Willie di Scandalo a Filadelfia (1940), film in cui recitava appunto Katharine Hepburn.

Per i primi 50 minuti del film, le scene appaiono solo nei toni del rosso e blu ciano; oggetti verdi sono resi come blu. Ciò è stato fatto, secondo Scorsese, per emulare il look dei primi bipack film a colori in particolare il processo di Multicolor, di proprietà dello stesso Hughes, emulando la tecnologia disponibile dell’epoca. Allo stesso modo, molte delle scene che descrivono eventi che si verificano dopo il 1935 sono trattati per emulare l’aspetto saturo del “three-strip Technicolor”. Altre scene sono state immortalate, colorate e incorporate nella pellicola. Gli effetti di colore sono stati creati da Legend Films.

Il film è costato 110 milioni di dollari.

Una versione limitata di The Aviator è uscita il 17 dicembre 2004 per 40 cinema, dove ha incassato 858 021 dollari nel suo weekend di apertura. È stata data un’ampia diffusione il 25 dicembre 2004 e aperto a 1796 sale negli Stati Uniti, dove è risultato campione di incassi: 4,24 milioni di dollari nel giorno di apertura e di 8 631 367 dollari nel weekend di apertura, classificandosi numero 4 con una media per sala di 4.805 dollari. Il suo secondo fine settimana, è diventato numero 3 e ha incassato 11 364 664 dollari (6327 dollari per cinema)

The Aviator ha incassato 102 610 330 dollari negli Stati Uniti e in Canada e 111 131 129 dollari all’estero. In totale, il film ha incassato 213 741 459 dollari in tutto il mondo.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

The Aviator

  • Anno: 2004
  • Durata: 160'
  • Genere: Biografico
  • Nazionalita: USA, Giappone
  • Regia: Martin Scorsese