fbpx
Connect with us

FILM DA VEDERE

Viaggi di nozze di e con Carlo Verdone

Scritti da Carlo Verdone con i veterani eccellenti Leo Benvenuti e Piero De Bernardi, i viaggi di nozze sono tre piccole commedie di costume molto ben connotate nel linguaggio e nei caratteri. Il regista romano tira fuori corde inesplorate attingendo a un se stesso più consapevole e incrudito

Publicato

il

Viaggi di nozze, un film del 1995 diretto da Carlo Verdone. Il film all’epoca dell’uscita incassò oltre 30 miliardi di lire, risultando campione d’incassi assoluto nella stagione 1995/1996 davanti al disneyano Pocahontas e Vacanze di Natale ’95. Sceneggiato da Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi e Carlo Verdone, Viaggi di nozze è interpretato da Carlo Verdone, Veronica Pivetti, Claudia Gerini, Cinzia Mascoli, Maddalena Fellini, Nanni Tamma, Manuela Arcuri.

Sinossi
Primo episodio: il dottor professor Raniero Cotti Borroni è un barone della medicina insopportabilmente pignolo e logorroico. Rimasto vedovo, si risposa con la povera Fosca, ipersensibile e derelitta. Secondo: il viaggio di nozze di un bancario timido e ingenuo con la tenera sposa è funestato da disgrazie familiari di vario genere. Terzo: un ex bullo arricchito, superficiale e animalesco, è alle prese con gli incontenibili appetiti sessuali della sua degna compagna durante la luna di miele.

Scritti da Carlo Verdone con i veterani eccellenti Leo Benvenuti e Piero De Bernardi, i viaggi di nozze sono tre piccole commedie di costume molto ben connotate nel linguaggio e nei caratteri, e fotografate con i dovuti scarti di atmosfere da Danilo Desideri. L’impressione che Verdone, pur ispirandosi a scene da un matrimonio fra la vita e la finzione, abbia tirato fuori corde inesplorate attingendo a un se stesso più consapevole e incrudito. Il matrimonio e, più in profondità, la famiglia, la società italiana, il vuoto afasico di una certa gioventù costituiscono il perno di uno dei tre racconti, il più divertente e pimpante, ma anche in termini sociologici il più disperato e crudele, quello sulla coppia Ivano-Gessica (Claudia Gerini dal sessappiglio scattoso, una perfetta commediante verdoniana), ossessionata dal sesso. Il tormentone del ‘”o famo strano?” non sarà presto dimenticato. Anche il racconto dove, ben servito dalla compagna, Verdone ha il piede pigiato sull’acceleratore del fregolismo mimico, e non sbaglia una curva. Giocando sull’accumulo il film potrebbe puntare al pronto incasso farsesco, ma, quando lo spettatore meno se lo aspetta, il tono prende eccentriche direzioni, addirittura morbose o metafisiche. Col rischio, certo, di deludere a turno due aspettative (quella della “quantità” e quella della ‘qualità’), ma anche con la sicurezza degli ormai rari titoli in grado di tramandare almeno un carattere o un’atmosfera memorabile nella babele della fiction.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Viaggi di nozze

  • Anno: 1995
  • Durata: 103'
  • Genere: Commedia
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Carlo Verdone