Il mio cinema vuole dare voce a chi non ne ha: intervista a Nadine Labaki, regista di Cafarnao – Caos e miracoli

Trasformando in pura visione due temi fondamentali della cinematografia libanese come la guerra e la religione, Nadine Labaki racconta a suo modo la storia del piccolo Zain, santo bevitore che non possiede nulla e ciononostante fa di tutto per aiutare gli altri. Debitrice dei capolavori del cinema iraniano, come pure di Truffaut, Cafarnao colpisce al cuore grazie a una semplicità che diventa sostanza

Be Kind – Un viaggio gentile nel mondo della diversità: intervista alla regista del film, Sabrina Paravicini

Raccontando la propria diversità attraverso quella degli altri,  Be Kind – Un viaggio gentile nel mondo della diversità è un inno alla vita che senza nascondere le difficoltà dell’esistenza vi partecipa in modo gioioso e condiviso. A firmarne la regia sono Sabrina Paravicni e il figlio Nino Monteleone, la cui  presenza davanti la mdp assume valenze ludiche e insieme poetiche

La mia commedia senza lieto fine: intervista a Enrico Lando, regista di Scappo a casa

Messo da parte il successo de I soliti idioti, Enrico Lando continua a frequentare la commedia italiana, ma con Scappo a casa lo fa secondo modelli di un cinema più classico e con una storia d’amore e d’amicizia che, pur nella sua leggerezza, non prevede lieto fine. Facendo leva su un Aldo Baglio in versione sordiana, il regista veneto firma un dramma tutto da ridere, ispirato ai grandi capolavori della nostra commedia. Lo abbiamo intervistato

Le sale da ballo sono un luogo democratico: intervista a Gianfrancesco Lazotti, regista di La notte è piccola per noi – Director’s Cut

Facendo della musica e del ballo espressioni del proprio linguaggio cinematografico, La notte è piccola per noi – Director’s Cut racconta relazioni sentimentali e senso di condivisione di un’Italia contemporanea bisognosa di ritrovare la voglia di stare insieme, discutendo e innamorandosi sulle note di un jukebox di canzoni tra le più popolari del nostro repertorio musicale

L’amicizia di due bambine sullo sfondo di una realtà conflittuale: intervista a Sandra Vannucchi, regista di La fuga (Girl in Flight)

La fuga (Girl in Flight) racconta con oggettività e partecipazione l’amicizia di due bambine sullo sfondo di una realtà problematica e conflittuale. Senza rinunciare ad affrontare temi e questioni sociali importanti, come quelle della malattia e della mancanza di integrazione sociale, il film segna l’esordio alla regia di Sandra Vannucchi 

Orgoglio e pregiudizio nella vita e nell’opera di Yayoi Kusama: intervista a Heather Lenz, regista di Kusama Infinity

Superando pregiudizi razziali e sessisti, Yayoi Kusama è riuscita a diventare l’artista vivente di maggior successo. Kusama Infinity ne racconta vita e arte, rilevando come l’ascesa dell’artista sia andata di pari passo con l’emancipazione della donna, in un mondo dove ancora oggi è difficile girare un film con una protagonista femminile. Abbiamo chiesto alla regista Heather Lenz di parlarcene

ALBE – A Life Beyond Earth : conversazione con la regista Elisa Fuksas e lo sceneggiatore Tommaso Fagioli

In continuità con il suo film d’esordio, Elisa Fuksas racconta Roma da un punto vista inedito e alternativo all’immagine tipica della città capitolina. Tra fantascienza, commedia surreale e film filosofico, ALBE – A Life Beyond Earth diverte e fa riflettere, sfuggendo a qualsiasi classificazione. Di uomini, alieni e altre storie abbiamo parlato con la regista e il coautore della sceneggiatura Tommaso Fagioli

Marco Danieli ci parla di Un’avventura, il suo nuovo film ispirato alle canzoni di Battisti e Mogol

Ispirato ai testi e alle musiche di Battisti e Mogol, Un’avventura, nella sua veste di musical contemporaneo, è uno di quei progetti che almeno in Italia fino a qualche tempo era impensabile. Al suo regista, Marco Danieli, abbiamo chiesto di spiegarci la maniera in cui si è avvicinato a un film tanto popolare nei contenuti quanto rischioso nella sua realizzazione

La paranza dei bambini: Taxi Drivers ha incontrato Roberto Saviano e Claudio Giovannesi per parlare del film

Roberto Saviano e Claudio Giovannesi ci hanno raccontato come è nata e in che modo si è sviluppata la loro collaborazione per realizzare La paranza dei bambini, unico film italiano in concorso alla 69 edizione del Festival di Berlino. La traduzione in immagini della fonte letteraria è stata mossa dall’intento di testimoniare la dimensione universale – sul piano umano ed etico – della realtà messa in scena

Per essere tale un autore deve assumersi i propri rischi: intervista a Laszlo Nemes, regista di Tramonto

Con Il figlio di Saul ha vinto il premio speciale della giuria al Festival di Cannes e, soprattutto, l’Oscar per il miglior film straniero. Punta di diamante di una cinematografia, quella ungherese, tra le più vitali del panorama europeo, Laszlo Nemes torna sugli schermi con un’opera seconda altrettanto forte e coraggiosa, capace di interrogare la realtà con gli strumenti di un cinema che non ha paura di assumersi rischi e responsabilità. Al regista di Tramonto abbiamo posto alcune domande a proposito del suo film

I grandi personaggi del cinema raccontati come fosse la prima volta: intervista a Enrico Ruggeri, conduttore su Radio 24 di Ciak si vola

Dal 9 gennaio 2019 ogni mercoledì alle 15.00 su Radio 24 Enrico Ruggeri conduce Ciak si vola, un programma in cui si raccontano le storie dei grandi personaggi del cinema. Da Don Vito Corleone del Padrino di Coppola al teppista rieducato Alex De Large di Arancia Meccanica e molti altri. Al cantautore milanese abbiamo chiesto di rivelarci i segreti della sua trasmissione

Il cinema italiano sbarca a Berlino con Mara Martinoli, curatrice di cinema freelancer e organizzatrice di Cinedì. Per capirne di più abbiamo deciso di intervistarla

Da appassionata di cinema ad ambasciatrice del nostro cinema a Berlino Mara Martinoli si definisce una Curatrice di cinema freelancer il cui obiettivo è quello di far vedere al maggior numero di persone i nostri film. La sua ultima iniziativa in ordine di tempo si chiama Cinedì, la cui inauguazione  è prevista per il giorno

Quello che (non) so di lei: intervista a Eva Grimaldi

Sulla pubblica scena da oltre trent’anni, Eva Grimaldi ha dovuto lottare tenacemente per scrollarsi di dosso l’etichetta di “panterona sexy” affibbiatale a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Da Drive In al Bagaglino passando per i film di Mario Monicelli e Jean-Marie Poiré, Eva è ancora capace di affrontare le scommesse, come la sua prossima fatica, Amici amori amanti ovvero La verità (in cartellone dal 18 al 30 dicembre al Teatro Golden di Roma) avvertendo ancora le farfalle allo stomaco, le stesse di Dino Risi (sul set di Tolgo il disturbo) che alla veneranda età di 73 anni le disse: «Io le sento ancora. Quando non proverai più questa sensazione, cambia lavoro».

FuoriCampo: intervista al collettivo Melkanaa

Scandito in tre capitoli, corrispondenti ad altrettante fasi di una partita di calcio, Attacco, Centrocampo e Difesa, il documentario girato dal collettivo Melkanaa, formato di giovani specializzandi dell’Università di Roma Tre, racconta le vicissitudini di alcuni immigrati africani che, mentre si applicano per richiedere una domanda d’asilo o un permesso di soggiorno temporaneo, cercano un possibile futuro e un’integrazione nel paese ospitante nel gioco del calcio, con la speranza di farne il proprio lavoro, di arrivare al successo e di arricchirsi, lasciandosi così alle spalle la povertà da cui sono fuggiti

L’ingiustizia del potere: intervista a Silvia Giulietti e Giotto Barbieri registi di La morte legale

Attraverso le testimonianze di storici dell’età contemporanea e del cinema, nonché del regista Giuliano Montaldo e del compositore Ennio Morricone, Silvia Giulietti e Giotto Barbieri ripercorrono la genesi del film uscito nel 1971, in un periodo particolarmente travagliato della nostra storia recente. Il documentario affronta dunque il tema quantomai attuale dell’intolleranza, della violenza e dell’odio di stato, tanto nella prospera America degli anni venti del secolo scorso quanto nell’Italia dei primi anni settanta

Terni Pop Film Fest: intervista ad Alessandro Grande, in corsa per gli Oscar con “Bismillah”

Durante la prima giornata del Terni Pop Film Fest abbiamo avuto modo di indagare più da vicino la personalità del giovane regista, Alessandro Grande, che con il suo cortometraggio Bismillah sta rappresentando l’Italia nella corsa agli Oscar. Non solo. Con lui abbiamo parlato anche della nascita del Saturnia Film Festival, di cui è Direttore Artistico. Cominciamo, però, proprio dal corto che tanti consensi ha raccolto finora

Terni Pop Film Fest: intervista a Moisè Curia, volto giovane del futuro

A Terni il giovanissimo e più che promettente Moisè Curia – attore di Braccialetti Rossi, ora nel cast di Uno di famiglia, l’ultima fatica di Alessio Maria Federici, che sarà nelle sale dal 25 ottobre -, ha incontrato il pubblico e ricevuto il premio ‘Volto popolare del futuro’. Ne abbiamo approfittato per intervistarlo sulle tappe salienti di una carriera iniziata non molti anni fa, ma già carica di soddisfazioni

Perennemente con l’adrenalina addosso: il lavoro del costumista secondo Roberto Conforti

Premio Migliori Costumi al Pulcinella Film Festival, una candidatura al Catania Film Festival e numerose collaborazioni sui set di film pluripremiati. Roberto Conforti dal 2010 firma come scenografo e costumista opere di distribuzione internazionale come Zombie Massacre (2013), Morning Star (2014) e ZM2 Reich of the dead (2015), Calico Skies (2016). A Taxi Drivers racconta la sua esperienza di costumista per il cinema e la televisione

John Landis intervistato da Taxi Drivers: “Dai tempi della guerra civile, questo è il momento più pericoloso per il mio Paese”

In occasione della sua partecipazione a Le giornate del cinema Lucano, Taxi Drivers ha intervistato John Landis. Il regista americano è ora alle prese con la realizzazione di un documentario per la tv americana. Non ha esitato a fornire considerazioni piuttosto nette sulla situazione politica attuale degli USA: “Dai tempi della guerra civile, questo è il momento più pericoloso per il mio Paese”

Simone Scafidi, il regista di Eva Braun e Zanetti Story, si racconta a Taxi Drivers

Simone Scafidi scrive, dirige, produce cortometraggi, lungometraggi e video dal 1997. Nel 2014 realizza “Eva Braun”, liberamente ispirato ad alcuni celebri e recenti scandali della vita pubblica e politica italiana. Il film viene venduto in venti paesi. “Zanetti Story”, codiretto con Carlo A. Sigon, film sulla vita del capitano dell’Inter Javier Zanetti, si piazza al primo posto del box office. Uscito in home video a dicembre 2015, edito da Koch Media, in ben tre edizioni differenti, è diventando subito uno dei best sellers dvd. Gianluigi Perrone lo ha incontrato per Taxi Drivers

Intervista a Maximilian Nisi: per una “sintesi spontanea” rosso papavero

La presente intervista, per il piacere dei cinefili, potrebbe esser ribattezzata “L’intervista che visse due volte”. O più volte. Perché degli incontri avuti con l’attore Maximilian Nisi, intervistato per Taxi Drivers, soltanto l’ultimo è stato eternato da un registratore. Occorreva non disperderne la memoria e scavare più in fondo di quanto mai scandaglio si sia

il miracolo

Il Miracolo: intervista al regista Lucio Pellegrini

Sta per concludersi la messa in onda de Il Miracolo su Sky Atlantic, la serie tv diretta da Francesco Munzi, Lucio Pellegrini e Niccolò Ammaniti. Abbiamo incontrato Pellegrini, che ci ha raccontato questa insolita e proficua esperienza di regia a ‘sei mani’

Intervista a Richard Dale e Peter Webber, registi di Earth – Un giorno straordinario

Abbiamo intervistato i due registi di Earth – Un giorno straordinario: il vincitore di un EMMY e di un BAFTA Richard Dale e Peter Webber, che i più ricorderanno dietro la macchina da presa per La ragazza con l’orecchino di perla e Hannibal Lecter – Le origini del male. il 22, 23 e 24 aprile, proprio nei tre giorni a cavallo della Giornata Mondiale della Terra, sarà nelle sale con Koch Films

^ Back to Top