fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

David di Donatello 2021: tutte le candidature. Boom per Volevo nascondermi

La cerimonia di premiazione della 66ᵃ edizione dei Premi David di Donatello andrà in onda martedì 11 maggio in diretta su Rai 1 in prima serata condotta da Carlo Conti

Publicato

il

David di Donatello 2021

Martedì 11 maggio avrà luogo la cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2021, in diretta in prima serata su Rai1. Anche quest’anno la conduzione è affidata a Carlo Conti. E nel corso della cerimonia verranno assegnati 25 Premi David di Donatello e i David Speciali.

I premi dei David di Donatello 2021

La Giuria dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello assegna 22 riconoscimenti ai film usciti in Italia dal 1 gennaio 2020 al 28 febbraio 2021, nelle sale cinematografiche. Eccezionalmente per il 2020 e fino al 28 febbraio 2021, si ritengono eleggibili anche i film italiani che siano stati distribuiti con modalità alternative alla sala.
  • 20 Premi David per il cinema italiano: con la caratteristiche che quest’anno per la categoria scenografia si premieranno scenografo e arredatore.
  • 1 Premio per il Documentario di lungometraggio: da quest’anno sarà dedicato a Cecilia Mangini, pioniera del documentario in Italia.
  • 1 Premio David per il cinema internazionale, destinato al miglior film straniero distribuito in Italia.
Una giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di II grado sceglie fra una selezione di trenta film.
  • 1 Premio David Giovani, destinato al miglior film italiano con temi vicini alle nuove generazioni.
Un’apposita commissione, nominata dal Presidente e guidata da Andrea Piersanti con Giada Calabria, Francesca Calvelli, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, ha assegnato:
  • 1 Premio David di Donatello per il Miglior cortometraggio
Introdotto nel 2019 c’è anche il David dello Spettatore, un premio per manifestare il ringraziamento ai film e agli autori che hanno fortemente contribuito al successo industriale dell’intera filiera cinematografica.
David Speciali, verranno annunciati successivamente, designati da Presidenza e Consiglio Direttivo e saranno assegnati a personalità del mondo del cinema.

La storia del David di Donatello e alcuni numeri

La storia dei David di Donatello inizia nel 1950 a Roma con la fondazione dell’Open Gate Club. Dato il rilievo sempre maggiore assunto dal cinema in quegli anni, tra il 1953 e il 1955 nasce il Comitato per l’Arte e la Cultura e il Circolo Internazionale del Cinema, che dà origine ai Premi David di Donatello destinati alla migliore produzione cinematografica italiana e straniera.
Il 5 luglio del 1956 ha luogo la prima cerimonia di premiazione dei David di Donatello.

Vittorio Gassman e Alberto Sordi sono gli attori che detengono il record di premi come miglior attore protagonista (7 per la precisione) e a seguire Marcello Mastroianni con cinque. Per le donne il record è di Sofia Loren con sei statuette.

Tra i registi è Francesco Rosi ad aver ottenuto il maggior numero di statuette e tra gli sceneggiatori Sandro Petraglia.

Di grande prestigio anche i numerosi David Speciali assegnati nel corso dei decenni: fra gli altri, Steven Spielberg, Uma Thurman, Tim Burton, Martin Scorsese, Al Pacino, Sean Connery.

David di Donatello 2021

Ecco tutte le candidature dei David di Donatello 2021

Miglior film

Miglior regia

  • Fabio e Damiano D’Innocenzo per Favolacce
  • Gianni Amelio per Hammamet
  • Emma Dante per Le sorelle Macaluso
  • Susanna Nicchiarelli per Miss Marx
  • Giorgio Diritti per Volevo Nascondermi

Miglior regista esordiente

Miglior sceneggiatura originale

  • Francesco Bruni in collaborazione con Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
  • Fabio e Damiano D’Innocenzo per Favolacce
  • Mattia Torre per Figli
  • Pietro Castellitto per I predatori
  • Giorgio Diritti, Tanta Pedroni, Fredo Valla per Volevo nascondermi

Miglior sceneggiatura non originale

  • Salvatore Mereu per Assandira
  • Domenico Starnone, Francesco piccolo, Daniele Luchetti per Lacci
  • Stefano Mordini, Francesca Marciano, Luca Infascelli per Lasciami andare
  • Pupi Avati, Tommaso Avati per Lei mi parla ancora
  • Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio per Lontano Lontano

Miglior produttore

  • Agostino Saccà e Giuseppe Saccà per Pepito Produzioni con RAI Cinema, con Amka Films Production, con Vision Distribution, con QMI per Favolacce
  • Domenico Procacci e Laura Paolucci per Fandango con RAI Cinema per I predatori
  • Matteo Rovere per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film con RAI Cinema, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per Tarantula Belgique per Miss Marx
  • Carlo Degli Esposti, Nicola Serra con RAI Cinema per Volevo nascondermi

Miglior attrice protagonista

Miglior attore protagonista

  • Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
  • Valerio Mastandrea per Figli
  • Pierfrancesco Favino per Hammamet
  • Renato Pozzetto per Lei mi parla ancora
  • Elio Germano per Volevo nascondermi

Miglior attrice non protagonista

  • Benedetta Porcaroli per 18 regali
  • Barbara Chichiarelli per Favolacce
  • Claudia Gerini per Hammamet
  • Matilda De Angelis per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Alba Rohrwacher per Magari

Miglior attore non protagonista

  • Gabriel Montesi per Favolacce
  • Lino Musella per Favolacce
  • Giuseppe Cederna per Hammamet
  • Fabrizio Bentivoglio per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Silvio Orlando per Lacci

Miglior autore della fotografia*

  • Paolo Carnera per Favolacce
  • Luan Amelio Ujkaj per Hammamet
  • Gherardo Gossi per Le sorelle Macaluso
  • Crystel Fournier per Miss Marx
  • Michele D’Attanasio per Padrenostro
  • Matteo Cocco per Volevo nascondermi

Miglior compositore*

  • Nicola Piovani per Hammamet
  • Niccolò Contessa per I predatori
  • Michele Braga per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Gatto Ciliegia contro il grande freddo, Downtown Boys per Miss Marx
  • Pivio & Aldo De Scalzi per Non odiare
  • Marco Biscardini, Daniele Furlati per Volevo nascondermi

Miglior canzone originale

  • Gli anni più belli (Claudio Baglioni) per Gli anni più belli
  • Io sì (seen) (Laura Pausini) per La vita davanti a sé
  • Miles Away (Ginevra) per Non odiare
  • Immigrato (Luca Medici) per Tolo Tolo
  • Invisible (La tarma) per Volevo nascondermi

Migliore scenografia

  • Emita Frigato, Paola Peraro, Paolo Bonfini – Erika Aversa per Favolacce
  • Giancarlo Basili – Andrea Castorina per Hammamet
  • Tonino Zera – Maria Grazia Schirripa per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Alessandro Vannucci, Igor Gabriel – Fiorella Cicolini per Miss Marx
  • Ludovica Ferrario, Alessandra Mura – Paola Zamagni per Volevo nascondermi

Migliore costumista

  • Maurizio Millenotti per Hammamet
  • Nicoletta Taranta per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Vanessa Sannino per Le sorelle Macaluso
  • Massimo Cantini Parrini per Miss Marx
  • Ursula Patzak per Volevo nascondermi

Miglior truccatore

  • Luigi Ciminelli – Andrea Leanza, Federica Castelli (prostetico o special make-up) per Hammamet
  • Luigi Rocchetti per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Valentina Iannuccilli per Le sorelle Macaluso
  • Diego Prestopino per Miss Marx
  • Giuseppe Desiato – Lorenzo Tamburini (prostetico o special make-up) per Volevo nascondermi

Miglior acconciatore

  • Daniele Fiori per Favolacce
  • Massimiliano Duranti per Hammamet
  • Aldina Governatori per Le sorelle Macaluso
  • Domingo Santoro per Miss Marx
  • Aldo Signoretti per Volevo nascondermi

Migliore montatore

  • Esmeralda Calabria per Favolacce
  • Giogiò Franchini per Figli
  • Simona Paggi per Hammamet
  • Gianni Vezzosi per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Paolo Cottignola, Giorgio Diritti per Volevo nascondermi

Miglior suono

  • Presa diretta: Marc THILL; Microfonista: Edgar IACOLENNA; Montaggio: Fabio PAGOTTO; Creazione suoni: Simone CHIOSSI; Mix: Maxence CIEKAWY per Favolacce
  • Presa diretta: Emanuele CICCONI; Microfonista: Andrea COLAIACOMO; Montaggio: Domenico GRANATA; Creazione suoni: Alessandro GIACCO; Mix: Alberto BERNARDI per Hammamet
  • Presa diretta: Claudio BAGNI; Microfonista: Luigi MELCHIONDA; Montaggio e Creazione suoni: Mirko PERRI; Mix: Paolo SEGAT per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Presa diretta: Adriano DI LORENZO; Microfonista: Pierpaolo MERAFINO; Montaggio: Marc BASTIEN; Creazione suoni: Pierre GRECO; Mix: Franco PISCOPO per Miss Marx
  • Presa diretta: Carlo MISSIDENTI; Microfonista: Filippo TOSO; Montaggio: Luca LEPROTTI; Creazione suoni: Marco BISCARINI; Mix: Francesco TUMMINELLO per Volevo nascondermi

Migliori effettivi visivi

  • Luca Saviotti per Hammamet
  • Stefano Leoni, Elisabetta Rocca per L’incredibile storia dell’isola delle Rose
  • Massimiliano Battista per Miss Marx
  • Lorenzo Ceccotti, Renaud Quilichini per The book of Vision
  • Rodolfo Migliari per Volevo nascondermi

Miglior documentario

  • Faith di Valentina Pedicini
  • Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli
  • Notturno di Francesco Rosi
  • Puntasacra di Francesca Mazzoleni
  • The Rossellinis di Alessandro Rossellini

Miglior film straniero

  • 1917 di Sam Mendes
  • I miserabili – Les Misérables di Ladj Ly
  • Jojo Rabbit di Taika Waititi
  • Richard Jewell di Clint Eastwood
  • Sorry We missed you di Ken Loach 

Il premio al miglior cortometraggio viene assegnato da una giuria composta da Giada Calabria, Francesca Calvelli, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti e presieduta da Andrea Piersanti.

Miglior cortometraggio

  • Anne di Domenico Croce e Stefano Malchiodi
  • Gas Station di Olga Torrico
  • Il gioco di Alessandro Haber
  • L’oro di famiglia di Emanuele Pisano
  • Shero di Claudio Casale

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2021 è: Anne di Domenico Croce e Stefano Malchiodi

David Giovani

  • 18 regali
  • Favolacce
  • Gli anni più belli
  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Tolo Tolo

Riepilogo dei candidati per i David di Donatello 2021

VOLEVO NASCONDERMI 15
HAMMAMET 14
FAVOLACCE 13
L’INCREDIBILE STORIA
DELL’ISOLA DELLE ROSE 11
MISS MARX 11
LE SORELLE MACALUSO 6
FIGLI 4
I PREDATORI 4
18 REGALI 3
GLI ANNI PIÙ BELLI 3
LACCI 3
NON ODIARE 3
TOLO TOLO 3
COSA SARÀ 2
LA VITA DAVANTI A SÉ 2
LEI MI PARLA ANCORA 2
MAGARI 2
ASSANDIRA 1
LASCIAMI ANDARE 1
LONTANO LONTANO 1
PADRENOSTRO 1
SUL PIÙ BELLO 1
THE BOOK OF VISION 1

I Premi David di Donatello sono organizzati dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello e dalla RAI: Piera Detassis è il Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia, il Consiglio Direttivo è composto da Francesco Rutelli, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Domenico Dinoia, Edoardo De Angelis, Francesco Ranieri Martinotti, Giancarlo Leone.

La 66 edizione della manifestazione si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo del MiC Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, d’intesa con AGIS e ANICA e con la partecipazione, in qualità di Soci Fondatori Sostenitori, di SIAE e Nuovo IMAIE.

Qui per una news legata ai David

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.