fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

32. TRIESTE FILM FESTIVAL: “UNDERGROUND” di EMIR KUSTURICA FILM di APERTURA

Le IMMAGINI UFFICIALI del festival firmate dalla fotografa ungherese​ MARIETTA VARGA

Publicato

il

32._TRIESTE_FILM_FESTIVAL_-_manifesto_A[1]

Sarà​ UNDERGROUND​ di​ Emir Kusturica, Palma d’oro a Cannes nel 1995, il film di apertura del​ 32. Trieste Film Festival, in programma​ dal 21 al 30 gennaio 2021​ online su​ MYmovies.

Un ulteriore tassello – dopo le edizioni dedicate al Muro di Berlino e alla riunificazione della Germania – di quel costante lavoro di ricerca e divulgazione con cui il festival, attraverso il cinema, continua a tenere viva la memoria delle pagine più importanti della storia dell’Europa centro orientale.

«Il focus sul trentennale delle guerre balcaniche (1991/2021) è un progetto a cui stavamo lavorando da anni​ – spiegano i direttori artistici​ Fabrizio Grosoli​ e​ Nicoletta Romeo.​ La pandemia ci ha costretti a posticiparlo, perché di molti dei film che avremmo voluto proporre esistono soltanto le copie in 35mm, impossibili da “proiettare” in un festival online.

L’appuntamento è dunque rimandato (speriamo già in primavera), ma ci sembrava doveroso che a un anniversario così importante fosse dedicato un momento “simbolico” come l’apertura.

TRIESTE FILM FESTIVAL Underground_01_001[1]

Underground_01_001[1]

La scelta non poteva che cadere, quindi, su un “film-simbolo”,​ Underground, la favola anarchica e surreale con cui Kusturica “reinventò” col suo stile debordante la dissoluzione della Jugoslavia».

«Con l’occasione​ – continuano Grosoli e Romeo –​ siamo felici di attribuire l’Eastern Star Award 2021​ all’indimenticabile protagonista del film,​ Miki Manojlović. Nato per segnalare le personalità del mondo​ del cinema che con la loro carriera hanno gettato un ponte tra l’Est e l’Ovest (nell’albo d’oro Irène Jacob, Monica Bellucci, Milcho Manchevski, Rade Šerbedžija, Kasia Smutniak), il premio va quest’anno a un grande interprete che si è imposto grazie al​ sodalizio con Kusturica (oltre a​ Underground​ ricordiamo​ Papà… è in viaggio di affari​ e Gatto nero, gatto bianco) per poi superare i confini della Jugoslavia lavorando con registi come François Ozon​ (Amanti criminali), Giuliano Montaldo​ (I demoni di San Pietroburgo​ Sam Garbarski​ (Irina Palm, che gli vale la candidatura all’European Film Award)».

Accanto a questo sguardo sul passato, la 32. edizione conferma i suoi concorsi “storici” (lungometraggi, corti e documentari, più la sezione Art&Sound e il Premio Corso Salani), che insieme agli eventi speciali comporranno un programma di​ oltre 50 titoli, tutti disponibili su MYmovies.

IMMAGINI UFFICIALI DEL TRIESTE FILM FESTIVAL

Sono due le immagini ufficiali​ dell’edizione 2021, firmate dalla giovane fotografa ungherese​ Marietta Varga​ (www.mariettavarga.com). Spiega​ Max Mestroni​ dell’agenzia creativa Claimax:​ «Vogliamo raccontare una storia: in un periodo di isolamento forzato, l’unico contatto possibile è quello della condivisione culturale, del reciproco avvicinamento grazie alla cultura. Attraverso il festival intendiamo realizzare così una sorta di “esposizione culturale” la​ #CulturalExposure​ del​ claim​ di quest’anno. Per esprimere questo concetto abbiamo scelto la giovane fotografa ungherese Marietta Varga. Il suo universo visuale è semplice e pulito, quasi unico grazie al sensibile utilizzo del colore e della consapevolezza dello spazio. La geometria degli edifici si fonde in un gioco elegante tra figura e sfondo, restituendoci un clima vagamente surreale dove gli esseri umani sono però sempre centrali».

Nato alla vigilia della caduta del Muro di Berlino, il Trieste Film Festival è il primo e più importante appuntamento italiano con il cinema dell’Europa centro orientale: da trent’anni un osservatorio privilegiato su cinematografie e autori spesso poco noti – se non addirittura sconosciuti – al pubblico italiano, e più in generale a quello “occidentale”.

Tutte le informazioni sul sito​ www.triestefilmfestival.it

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta