Rancho Notorious di Fritz Lang, un western atipico con una scintillante e malinconica Marlene Dietrich

Rancho Notorious (1952) è un western atipico in cui Fritz Lang poté riproporre alcuni temi ricorrenti del suo cinema. La causa del movimento in questo film è il femminile, un vero motore propulsore che, in quanto oggetto del desiderio, determina l'andamento degli eventi fino al tragico epilogo

  • Anno: 1952
  • Durata: 86'
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Genere: Western
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Fritz Lang

Dopo Dietro la porta chiusa (1948) e prima de Il grande caldo (1953) si colloca Rancho Notorious (1952), western atipico in cui Fritz Lang poté riproporre alcuni temi ricorrenti del suo cinema: la violenza, la vendetta, il bene e il male, la giustizia, la femme fatale, l’organizzazione fuorilegge efficiente, la mente geniale che la guida. Ma in questo film, girato con risorse assai ridotte, in cui ogni ambiente venne riprodotto, non senza difficoltà, in studio, la motivazione psicologica e l’avventura si fondono, dando un senso di armonia e di tragedia che percorre l’intera narrazione, laddove i protagonisti, all’inizio tratteggiati con chiari caratteri morali, alla fine, giudicati dal tribunale dell’esperienza, perdono l’orientamento, esposti come sono alla complessità e all’imprevedibilità di un destino che fatalmente incombe. Marlene Dietrich è Altar Keane, una donna assai sfaccettata, sfuggente a qualunque tipo di catalogazione, perfida e magnanima, dura, mascolina e accogliente fino al sacrificio: un personaggio, il suo, in cui entra in gioco una fitta serie di ambivalenze che impedisce di archiviarlo quale virago-medusa che fagocita il maschile, come potrebbe di primo acchito sembrare.

Vern (Arthur Kennedy) è all’inseguimento dell’uomo che ha violentato e ucciso la sua fidanzata. Venuto a conoscenza del rifugio di criminali in cui è andato a nascondersi, lo raggiunge, aiutato da un amico (Mel Ferrer). Qui regna Altar Keane (Marlene Dietrich), che si innamora di lui. Vern, però, non rinuncerà alla vendetta.

Melodrammatico e fiammeggiante, Rancho Notorious si svolge tra scenografie barocche, al suono di una canzone di grande intensità emotiva (The Legend of Chuck-A-Luck). Un western di carattere decisamente insolito, che possiede nel suo genere qualche affinità con Johnny Guitar, se non altro per la figura femminile di riferimento, interpretata nel lungometraggio di Nicholas Ray da un’indimenticabile Joan Crawford. La causa del movimento in questo film di Fritz Lang è, infatti, il femminile, un vero motore propulsore che, in quanto oggetto del desiderio, ritorna sotto forma di energia erotica che deve trovare espressione, pena l’emergere di una nevrosi strisciante che mal si concilierebbe con il prototipo maschile imperante ai tempi dell’ambientazione della vicenda. Eppure il femminile (in quanto causa) non regge, crolla sotto i colpi di un immaginario che non riesce a dare spazio a un’alterità assoluta, la quale chiede di essere accettata, e che, invece, viene annientata (nelle due varianti presenti nel film, Gloria Henry/ Marlene Dietrich), in nome di un codice etico terribile e fantasmatico che non ammette eccezioni. Quale sarà, allora, l’evoluzione del femminile successiva a tale distruzione? Lang, in un certo senso, si rivela quasi preveggente, anticipando quella crisi dei rapporti di genere che avrebbe caratterizzato tutta la seconda metà del Novecento, per poi essere sorpassata dalla liquefazione della vita contemporanea, in cui l’eccessiva frammentazione elude la possibilità della relazione tout court.

Molto più che un western, dunque, Rancho Notorious conferma, quantunque non ce ne fosse certo bisogno, l’abilità di Fritz Lang, il quale, anche nel suo ‘periodo americano, senza entrare in contrasto con le politiche degli Studios, seppe cavalcare genialmente i generi, non precludendosi la possibilità di stimolare riflessioni profonde e necessarie. Un cinema, il suo, che dev’essere più che mai rivisitato per coglierne fino in fondo la portata.

Pubblicato da Sinister Film e distribuito da CG Entertainment, Rancho Notorious è disponibile in dvd, in formato 1.33:1, con audio in italiano e originale (DD Dual Mono) e sottotitoli opzionabili. Nei contenuti speciali la galleria fotografica.

Trova Rancho Notorious su CG Entertainment

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 9 Luglio, 2017



Condividi