fbpx
Connect with us

Latest News

Efa Awards 2023, Italia a secco.

Si sono tenute ieri le premiazioni degli Efa Awards 2023, gli Oscar europei. Il film di Justine Triet porta a casa tutti i premi principali. Garrone e Josh O'Connor restano a secco.

Pubblicato

il

efa awards 2023

Si sono tenute ieri le premiazioni degli Oscar europei, gli EFA Awards. In questa edizione del 2023 l’Italia era presente in gara con diverse nomination, da Matteo Garrone con Io capitano a Josh O’Connor per il film La chimera di Alice Rohrwacher.

Le nomination

Nella categoria miglior film, in cui si presagiva che il favorito sarebbe stato Anatomia di una caduta, già vincitore al festival di Cannes, era presente Io capitano. Il film di Matteo Garrone, nominato anche per miglior regista partiva sicuramente dietro nelle gerarchie, ma in molti speravano nell’impresa. Gli altri film e rispettivi registi nominati erano: Foglie al vento di Aki Kaurismaki, Green Border di Agnieszka Holland La zona d’interesse di Jonathan Glazer. Anche nella categoria miglior attore europeo era presente un po’ di Italia, con Josh O’Connor, protagonista de La chimera di Alice Rohrwacher nominato assieme a Mads MikkelsenThomas SchubertJussi Vatanen Christian Friedel. Tra le migliori attrici invece non poteva mancare Sandra Huller, protagonista in Anatomia di una caduta. A sfidarla nella categoria Alma PoystiEka ChavleishviliMia McKenna-BruceLeonie Benesch, e la stessa Sandra Huller che era in gara anche con The zone of interest. 

Ci sono però italiani in gara anche in altre categorie. Per il miglior film d’animazione ci sono Mary e lo spirito di mezzanotte di Enzo d’Alò e Linda e il pollo di Sébastien Laudenbach e Chiara Malta.  Nella miglior scenografia è presente Emita Frigato per La chimera.

efa awards 2023

I vincitori

Come era pronosticato da molti Anatomia di una caduta ha fatto il pieno di premi. Infatti oltre a vincere come miglior film europeo si è aggiudicato il premio anche come miglior regista, a Justine Triet, miglior attrice a Sandra Huller e anche per la miglior sceneggiatura, vinto da Arthur Harari Justine Triet. Il premio per il miglior attore è andato all’immenso Mads Mikkelsen per The promised land. Purtroppo l’ Italia non è riuscita a vincere nemmeno come miglior film d’animazione dove trionfa Robot Dreams di Pablo Berger.

In questa serata, dominata da Justine Triet & co. però ci si può consolare col premio vinto da Emita Frigato, che come già annunciato alla vigilia si porta a casa il premio per la miglior scenografia.

Nonostante la delusione per la mancata vittoria dei premi principali resta un anno molto positivo per l’Italia che si è trovata a giocarsela con i migliori film dell’anno. Tenendoci stretto il premio tecnico vinto da Emita Frigato speriamo per le future edizioni degli Efa, in cui sicuramente saremo protagonisti.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Anatomia di una caduta

  • Regia: Justine Triet