fbpx
Connect with us

Mubi Film

‘La congiura della Pietra Nera’ di Chao-Bin Su e John Woo con Michelle Yeoh

Michelle Yeoh in splendida forma nel film di ritorno alle arti marziali dopo la lunga pausa seguita a ‘La tigre e il dragone’

Pubblicato

il

La congiura della Pietra Nera di Chao-Bin Su e John Woo è un film wuxia del 2010 disponibile alla visione sulla piattaforma MUBI.

Il film segna il ritorno alle arti marziali dell’attrice malese Michelle Yeoh (Everything Everywhere All at Once, Crazy & Rich, Avatar), che dopo una lunga pausa recita per Chao-Bin Su e John Woo (Crossing, Crossing 2) in questa storia di fughe e dissimulazione, segnata dall’amore, grande successo del botteghino.

Guarda La congiura della Pietra Nera su MUBI.

La congiura della Pietra Nera, la trama

La Pietra Nera ha preso di mira i resti mummificati di un prodigioso combattente che sembra poter conferire poteri straordinari a chi riesca a ricomporne il cadavere. Ma una volta entrata in possesso di una parte del copro, Shi Yu (Kelly Lin) tradisce la banda e scappa nascondendo le reliquie. Al fine di rifarsi una nuova vita, subisce un intervento, cambia i connotati e diventa Zeng Jing (Michelle Yeoh).

Quando i suoi ex compagni la smascherano e minacciano il marito (Jung Woo-sung), è costretta a rimettere mano alla spada e alla sua vita passata per proteggere la tranquillità del presente.

 

Le venature romantiche

Sulle prime, la storia d’amore che fa da innesto alla vicenda, è drammatica e straziante, ma è anche il motore che scatena la protagonista nella sua missione. Poesia, buddhismo e spiritualità sembrano intrecciarsi in questa favola di cappa e spada cinese.

La linea romantica del film non finisce lì e si salva dal cadere frettolosamente nel banale. Alla protagonista infatti è data la possibilità di amare ben due volte, un lusso che in un film di arti marziali non sarebbe normalmente stato calcolato. Ma trattandosi di rivincite e rinascite, era d’obbligo offrire a Shi Yu, ora Zeng Jing, un’altra chance. L’attacco lanciato è su due fronti perché oltre a dover combattere i cattivi, si deve difendere l’incolumità e l’innocenza del nido coniugale e dell’umile e innamorata dolce metà.

La congiura della Pietra Nera

Non aspettiamoci tuttavia scritture troppo approfondite: si tratta pur sempre di un film di battaglia, e al pubblico si regala una storia ellittica sufficiente per mettere insieme i pezzi. Tuttavia, i personaggi della Pietra Nera mostrano tutti una loro caratteristica distintiva, che tra infiltrazioni magiche e abilità manuali, li disegna con una nota dark unica. Come se fosse un universo Marvel pronto a svariati spin-off.

Inoltre, è sempre un piacere vedere Michelle Yeoh combattere con eleganza – anche ai giorni nostri, con la sua inconfondibile classe da sessantenne -. E Jung Woo-sun accompagnarla con precisione, senza mai rubarle spazio sotto i riflettori.

La congiura della Pietra Nera

L’efficacia dell’arte marziale

La congiura della Pietra Nera non fa mistero dell’eredità da cui prende spunto. Dalla sceneggiatura di Chao-Bin Su, supportato dalla grande capacità filmica di John Woo, il film si rivolge con rispetto ai precedenti capolavori, La tigre e il dragone e Hero. Manca della genialità esplosiva di questi due titoli, ma compensa con coreografie vertiginose e un taglio registico ben costruito.

La fotografia offre sin dall’inizio un quadro patinato e saturo, vagamente sfocato anche negli esterni, affermando quest’aura di leggenda che è sempre piacevole.

La firma di John Woo che qui co-dirige, è in realtà ben visibile soprattutto quando il montaggio ci trasporta tra spazi e tempi di vicende parallele, ma fortemente legate. Dettagli e rimbalzi si distinguono e fomentano l’attesa. Ma dal momento che si aprono conflitti tra abili combattenti, i piani finalmente si allargano, dando spazio alle mosse volanti e ai colpi mortali.

Michelle Yeoh e Jung Woo-sung

Interessante l’impiego delle musiche in certi passaggi, che ammiccano al rock, ma senza cadere nella dissonanza.

Tra le sequenze di La congiura della Pietra Nera troviamo l’ennesima conferma del potere della computer grafica asiatica, soprattutto per la spettacolarità delle arti marziali.

Un prodotto accattivante, godibile, se non addirittura immancabile per gli appassionati del genere.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

La congiura della Pietra Nera

  • Anno: 2010
  • Durata: 108 minuti
  • Distribuzione: MUBI
  • Genere: Arti marziali
  • Nazionalita: Hong Kong, Taiwan
  • Regia: Chao-Bin Su e John Woo
  • Data di uscita: 03-August-2012