fbpx
Connect with us

MAGAZINE

I Film più attesi dai Festival nel 2022

Dal Pinocchio di Del Toro all serie di Wong Kar Wai, i titoli più attesi dai prossimi Festival cinematografici.

Publicato

il

Con l’arrivo della pandemia molti film attesi lo scorso anno devono ancora vedere la luce. Alcuni  sono in post-produzione, altri  in fase di riprese mentre altri ancora sono pronti al debutto.

Dall’attesa pellicola di Inarritu  al nuovo film di Noah Baumback gli organizzatori dei festival avranno una ricca lista di uscite importanti tra cui scegliere nel 2022.

Vediamo le più importanti:

Bardo

Alejandro González Iñárritu, due volte vincitore dell’Oscar per la miglior regia per The Revenant e Birdman, è tornato alle sue radici per realizzare la commedia messicana Bardo. Un famoso giornalista e documentarista torna nel suo paese natale “affrontando la sua identità, le relazioni familiari, la follia dei suoi ricordi così come la realtà passata e nuova del suo paese”. Protagonisti Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani e Grantham Coleman. Il film sembra essere vicino in termini di qualità al primo e all’ultimo film del regista realizzato in Messico, Amores Perros del 2000. Il cast include Okja, Se7en e Amour DoP Darius Khondji.

Pinocchio

Il regista di Pan’s Labyrinth, The Shape of Water e Nightmare Alley, Guillermo del Toro, collabora con Netflix per quella che viene descritta come una “versione più oscura” della classica fiaba per bambini di un burattino di legno che si trasforma in un vero ragazzo vivente. Il film musicale in stop-motion – su cui Del Toro ha lavorato in qualche modo per più di un decennio – vede Gregory Mann nel ruolo del protagonista, Ewan McGregor come Cricket e David Bradley come Geppetto. Il due volte premio Oscar Alexandre Desplat sta componendo le musiche. The Shape of Water è andato bene al Lido, quindi un ritorno sembra altamente possibile. La news

Film festival 2022

Donne che parlano

Frances McDormand, Claire Foy, Rooney Mara, Jessie Buckley e Ben Whishaw guidano l’impressionante cast di questo dramma su un gruppo di donne in un’isolata colonia religiosa in Bolivia mentre lottano per conciliare la loro fede con una serie di aggressioni sessuali commesse dagli uomini della colonia. La regista canadese Sarah Polley (Alias ​​Grace) realizza il suo primo lungometraggio dal documentario del 2012 Stories We Tell. Plan B Entertainment produce.

Decision to leave

Girato nell’ottobre 2020 è il prossimo film dell’autore sudcoreano Park Chan-wook. La pellicola è il racconto di un amore misterioso  con Tang Wei e Park Hye-il nella storia di un onesto ufficiale di polizia che indaga su una morte avvenuta su una montagna e che inizia a sospettare della moglie del morto. Il film precedente del regista, The Handmaiden del 2016, era stato in Concorso a Cannes.

White noise

Il regista di Marriage story Noah Baumbach, torna con un adattamento del romanzo di Don DeLillo e racconta  un anno nella vita di Jack Gladney, un professore celebre per aver iniziato  gli studi su Hitler. Adam Driver, Jodie Turner-Smith, Raffey Cassidy e Don Cheadle sono i protagonisti del cast di Netflix.

Blonde

Speriamo che il tortuoso viaggio verso lo schermo per il film di Andrew Dominik su Marilyn Monroe si concluda nel 2022. Le riprese sono iniziate  nell’estate 2019 e da allora si è diffusa la voce che Netflix fosse stato colto alla sprovvista dall’aspetto oscuro di La vita travagliata di Monroe. Protagonista Ana de Armas con Adrien Brody, Bobby Cannavale e Julianne Nicholson . La news

Poor things

Il favorito dei festival Yorgos Lanthimos torna a collaborare con Emma Stone per questa storia vittoriana dal suono tipicamente surreale di una giovane donna riportata in vita da uno scienziato eccentrico ma brillante. Nel cast anche Willem Dafoe, Mark Ruffalo, Christopher Abbott, Margaret Qualley e Ramy Youssef. Searchlight Pictures non ha ancora fissato una data.

Poor Things di Yorgos Lanthimos: Ramy Youssef nel cast

Emma Stone and Director Yorgos Lanthimos on the set of THE FAVOURITE. Photo by Atsushi Nishijima. © 2018 Twentieth Century Fox Film Corporation All Rights Reserved

Bones and all

Il regista del remake di Suspiria, Luca Guadagnino, torna a lavorare con la sua star di Chiamami col tuo nome, Timothée Chalamet, in questo film romantico-horror sul cannibalismo su una giovane donna che impara a sopravvivere ai margini della società. Nel cast ci sono anche Taylor Russell, Mark Rylance, Michael Stuhlbarg, André Holland, Jessica Harper, Chloë Sevigny e il regista David Gordon Green.

Bones and all di Luca Guadagnino: prima foto ufficiale

Showing Up

L’amata dai  festival Kelly Reichardt crea questo ritratto di un artista  e del suo spettacolo. Tra famiglia, amici e  colleghi  il caos della vita diventa l’ispirazione per la sua arte. Michelle Williams recita al fianco di Hong Chau, Judd Hirsch, André Benjamin, Heather Lawless, John Magaro, James Le Gros e Amanda Plummer. Da A24 .

She said

La storia di come i reporter del New York Times Megan Twohey e Jodi Kantor hanno rivelato una delle vicende più importanti degli ultimi tempi.  Le indagini su Harvey Weinstein che hanno contribuito a lanciare il movimento #MeToo e infranto decenni di silenzio sulle  violenze sessuali a Hollywood. Maria Schrader (Unorthodox) dirige un cast che include Carey Mulligan e Zoe Kazan nei panni delle  due reporter, insieme a Patricia Clarkson, Samantha Morton e altri. La Universal ha fissato una data di uscita per il 18 novembre.

Città occupata

Non è del tutto chiaro se l’intrigante documentario di Steve McQueen su Amsterdam sotto l’occupazione nazista durante la seconda guerra mondiale sarà pronto per la fine dell’anno. Il film, che ha già alcuni partner di prim’ordine, è basato sul libro Atlas van een Bezette Stad, Amsterdam 1940-1945 di Bianca Stigter (moglie di McQueen). Il documentario sull’Olocausto di Stigter, Three Minutes: A Lengthening, è stato recentemente lanciato a Venezia e Toronto .

Film festival 2022

Progetto David O. Russell senza titolo

Su questo film i dettagli della trama sono stati tenuti nascosti. Si dice che la storia ruoti attorno a un medico e un avvocato che formano un’improbabile collaborazione. Nel super cast Margot Robbie, Christian Bale, John David Washington, Rami Malek, Zoe Saldana, Robert De Niro, Mike Myers. Timothy Olyphant, Michael Shannon, Chris Rock, Anya Taylor-Joy. Andrea Riseborough, Matthias Schoenaerts. Alessandro Nivola e Taylor Swift.  Il team include il tre volte vincitore dell’Oscar Emmanuel Lubezki di Gravity, Birdman e The Revenant, nonché il compositore di Joker Hildur Guðnadóttir. 20th Century Studios ha fissato l’uscita per il 4 novembre.

Zona di interesse

Un’evoluzione lenta , come ci si aspettava quella del regista di Under the Skin Jonathan Glazer.

Il libero adattamento del romanzo di Martin Amis The Zone of Interest è ambientato nel campo di concentramento di Auschwitz e racconta la storia di un ufficiale nazista innamorato della moglie del comandante del campo. Le riprese si sono concluse in autunno, quindi c’è una piccola possibilità di vederlo nel prossimo anno. Altro titolo A24.

I crimini del futuro

Otto anni dopo il suo ultimo lungometraggio, David Cronenberg torna con questo film di genere interpretato da Viggo Mortensen, Léa Seydoux, Kristen Stewart (nel suo primo ruolo dopo Spencer) e Scott Speedman. I produttori descrivono il film horror/fantascienza come un “tuffo profondo nel futuro non così lontano in cui l’umanità sta imparando ad adattarsi al suo ambiente sintetico”. Cannes sarà sicuramente una scelta logica per Cronenberg, ma non mancheranno altri corteggiatori.

;Crimes of the Future; iniziano le riprese del film di Cronenberg

La fine

Joshua Oppenheimer autore di The Act of Killing è tornato dopo quasi un decennio di assenza dalla sedia del regista con questo misterioso progetto descritto come un “musical dell’età dell’oro sull’ultima famiglia umana”. Tilda Swinton reciterà con George Mackay e Stephen Graham nel film distribuito da Parasite Neon. Tuttavia, le riprese non inizieranno fino all’inizio del 2022, quindi questa è una possibilità per il circuito autunnale.

L’occhio azzurro pallido

Un horror criminale che ha scatenato una guerra di offerte da $ 55 milioni vinta da Netflix l’anno scorso.

Il film di Scott Cooper, che è in produzione, segue un detective veterano che indaga su degli  omicidi, aiutato da un giovane che diventerà un autore di fama mondiale, Edgar Allan Poe. Christian Bale, Gillian Anderson, Harry Melling (nel ruolo di Poe), Lucy Boynton, Toby Jones, Robert Duvall e Charlotte Gainsbourg guidano il forte cast.

Film festival 2022

Il mio poliziotto

Questa pellicola Amazon vede protagonista Harry Styles nei panni di un poliziotto omosessuale che sposa un’insegnante (interpretata dall’esordiente di The Crown Emma Corrin), nascondendo i suoi veri desideri nella società degli anni ’50. L’acclamato regista teatrale Michael Grandage dirige il film, basato sul romanzo di Bethan Roberts. .

Apollo 10½

Richard Linklater, regista di Boyhood, torna con un film d’animazione in stile Scanner Darkly. La storia di formazione ambientata nella periferia di Houston nell’estate del 1969 è incentrata sullo storico sbarco sulla luna dell’Apollo 11.

Film Festival 2022

Emancipazione

Will Smith interpreta uno schiavo fuggiasco che attraversa le paludi della Louisiana in un tortuoso viaggio per sfuggire ai proprietari di piantagioni che lo hanno quasi ucciso. La tanto chiacchierata sceneggiatura é  di Antoine Fuqua, acquistata da Apple, e potrebbe essere un successo per un importante Festival.

Emancipation il nuovo film con Will Smith diretto da Antonie Fuqua

Le stelle a mezzogiorno

Claire Denis, una delle cineaste francesi più famose, sarà sempre un’attrazione per i festival. La sua ultima pellicola, basata sul romanzo di Denis Johnson, potrebbe essere una delle sue uscite più commerciali fino ad oggi.

Ambientato nel 1984 in Nicaragua, segue le vicende di un misterioso uomo d’affari inglese e di un testardo giornalista americano che iniziano una storia d’amore quando vengono coinvolti in un pericoloso labirinto di bugie e cospirazioni e sono costretti a cercare di fuggire dal paese. Margaret Qualley e Joe Alwyn sono i protagonisti.

Little Richard: Io sono tutto

Rolling Stone è partner di questo documentario sull’icona rock ‘n’ roll pionieristica e unica nel suo genere. Lisa Cortés, co-direttrice del documentario di Stacey Abrams All In: The Fight for Democracy, è al timone, e Dee Rees (Mudbound) è tra i produttori esecutivi.

Chocobar

Questo documentario ibrido è lodato come la prima incursione nella saggistica della regista argentina Lucrecia Martel ed è incentrato sull’omicidio dell’attivista indigeno Javier Chocobar da parte di un proprietario terriero bianco. Ha vinto il primo premio internazionale all’iniziativa The Films After Tomorrow del Locarno Film Festival 2020, per i progetti che si sono fermati a causa della pandemia. Martel, é noto per film come La donna senza testa e La Cienaga.

Catrame

Il film segue Lydia Tar, la prima donna direttrice principale di una grande orchestra tedesca. Todd Field dirige Cate Blanchett, Nina Hoss, Noemie Merlant e Mark Strong. Hildur Guðnadóttir è compositore.

3000 anni di desiderio

Il primo lungometraggio di George Miller da Mad Max: Fury Road del 2015 vede Idris Elba protagonista con Tilda Swinton in questo racconto fantasy-romanzo. Le riprese del film sono iniziate nel 2020 per una consegna prevista a settembre 2021, ma sono state rinviate. Miller ha portato Fury Road alla Croisette fuori concorso nel 2015.

Elvis

Molto tempo fa, Tom Hanks è stata la prima celebrità di serie A a prendere e riprendersi dal Covid. Il vincitore dell’Oscar interpreta il manager di Presley, il colonnello Tom Parker, in questo atteso dramma musicale, che ha concluso le riprese nel 2020 e vede Austin Butler nel ruolo di Presley. Luhrmann ha già una lunga storia con Cannes, avendo aperto l’edizione 2013 con Il grande Gatsby. La Warner Bros lo lancerà a partire da giugno.

Film festival 2022

Triangolo della Tristezza

L’atteso seguito di The Square, vincitore della Palma d’Oro del regista svedese Ruben Östlund, è una satira del mondo della moda con Harris Dickinson e Charlbie Dean nei panni di due modelli invitati a una crociera di lusso. Quando lo yacht affonda, rimangono bloccati su un’isola deserta con un gruppo di miliardari e una donna delle pulizie. Nel cast anche Woody Harrelson. Erik Hemmendorff e Philippe Bober hanno prodotto. Il film si è concluso alla fine del 2020 dopo una ripresa impegnativa e colpita dalla pandemia.

Il normanno

Il regista de La strega e il faro, Robert Eggers, è tornato con questa saga di vendetta vichinga ambientata in Islanda all’inizio del X secolo. Nel cast ci sono Alexander Skarsgard, Anya Taylor-Joy, Ethan Hawke, Nicole Kidman e Willem Dafoe. Focus Features ha recentemente rivelato un trailer sanguinoso per il film che uscirà ad aprile, quindi le possibilità di festival sono limitate.

Blossom Shanghai

L’attesa serie TV di debutto di Wong Kar Wai basata sul romanzo di Jin Yucheng è stata sospesa dalla pandemia non molto tempo dopo che la serie Amazon del regista Tong Wars è stata cancellata per ragioni simili. La serie è stata annunciata come contenente temi simili a In the Mood for Love, che traccia l’influenza di Hong Kong su Shanghai durante gli anni ’90. Tencent Penguin Pictures ha acquisito i diritti per la Cina. I festival probabilmente faranno a gara per programmarlo.

Blossoms Shangai la serie diretta da Wong Kar- Wai

Film festival 2022

La via del vento

Terrence Malick porta una rivisitazione di diversi episodi della vita di Cristo. Il progetto  include la star di Son of Saul Géza Röhrig nei panni di Gesù, Matthias Schoenaerts nei panni dell’apostolo Pietro, Mark Rylance nei panni di Satana e Aidan Turner nei panni dell’apostolo Andrea.

Kuru Otlar Üstüne

Il prossimo progetto dell’autore turco Feted Nuri Bilge Ceylan si traduce approssimativamente come On Dry Herbs. Attualmente in post-produzione, il film segue una giovane insegnante che spera di ottenere un lavoro a Istanbul dopo il servizio obbligatorio in un piccolo villaggio. Dopo una lunga attesa, perde la speranza di sfuggire alla sua vita cupa, ma il suo collega Nuray lo aiuta a ritrovare la prospettiva. Il regista è un habitué di Cannes e ha vinto la Palma d’oro nel 2014, quindi un ritorno alla Croisette avrebbe senso.

Peter Von Kant

Isabelle Adjani recita in questo adattamento cinematografico dell’opera cult di Rainer Werner Fassbinder Le lacrime amare di Petra Von Kant. François Ozon dirige. Fassbinder ha anche realizzato una versione cinematografica con un cast tutto al femminile. Ha seguito le mutevoli dinamiche nei rapporti della protagonista con altre donne. La storia è stata raccontata in modo teatrale in quattro atti diversi, ognuno dei quali raffigurava gli stati d’animo del personaggio principale.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.