fbpx
Connect with us

ALICE NELLA CITTA

The Hive di Christophe Hermans: l’amore ad ogni costo

Arriva nel Concorso, in anteprima mondiale, The Hive (La Ruche), opera prima di Christophe Hermans, tratta dal romano di Arthur Loustalot.

Publicato

il

Arriva nel Concorso, in anteprima mondiale, The Hive (La Ruche), opera prima di Christophe Hermans, tratta dal romano di Arthur Loustalot.

Siamo a Liegi, e nel cuore di questa cittadina belga pulsa un appartamento-alveare abitato da Alice e le sue tre figlie: Marion, Claire e Louise. Un microcosmo totalmente vissuto, consumato da anni di battaglie. Non ci mettiamo molto a capire come tutto ruoti attorno ad Alice, una mamma che sta crollando giorno dopo giorno. La famiglia si è spezzata, il padre delle ragazze è lontano, con una nuova vita. Alice è persa. Persa dentro se stessa. Le tre sorelle si danno reciproca forza nel gestire una vera e propria malattia, mai definita così. “La mamma è un po’ fragile, a volte”.

Una lotta in nome dell’amore

La forza e il nucleo di The Hive vivono di una riuscita contrapposizione: le tre sorelle e la loro voglia di vivere, tra fughe di evasione pianificate (un viaggio per l’estate), la giovinezza a cui pensare, la ricerca di certezze, la paura di legami stabili, il desiderio di una normalità nella quale includere la regina dell’alveare, Alice. La furia distruttiva della madre, completamente centrata su se stessa e su un buco incapace di colmare. Questa lotta si consuma in una casa tanto calda e accogliente quanto claustrofobica, da cui si è attratti e nello stesso tempo da cui si ha voglia di scappare e non tornare più.

Christophe Hermans centra l’humus emotivo, fisico, psicologico di The hive, grazie ad una messa in scena ‘libera’, in cui le brillanti interpreti sono ampiamente capaci di esprimersi, tra conflitti e pacificazioni. I sentimenti scorrono pieni e sinceri, l’energia fisica li sostiene, a volte crolla, per poi rialzarsi, indomita. Le ragazze, alla fine, non mollano. Marion, la maggiore, non molla. Nonostante l’evidenza.

La macchina da presa penetra in quell’amore, si ritrae, lo condanna, lo esalta. Il racconto fluisce in un ritmo sostenuto, coinvolgente nel pathos, capace di offrirci lo sguardo di una gioventù alle prese con la realtà della vita. Oltre i sogni, oltre i desideri.

Festa del Cinema di Roma 2021: si inizia

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

The Hive

  • Anno: 2021
  • Durata: 81
  • Distribuzione: Reel Suspects
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Belgio, Francia
  • Regia: Christophe Hermans