fbpx
Connect with us

IN SALA

Garfield il Supergatto

“Un cartone animato che sicuramente piacerà ai bambini che resteranno rapiti dalla miscela di colori, suoni e dalla divertente avventura del loro piccolo, panciuto eroe”.

Publicato

il

una-scena-con-il-protagonista-di-garfield-il-supergatto-204705

Dopo i due live action Garfield –Il film del 2004 regia di Peter Hewitt e il sequel Garfield 2 del 2006 di Tim Hill, ecco che arriva al cinema un cartone tridimensionale incentrato su questo popolare gatto: Garfield il Supergatto, regia di Mark A.Z. Dippè. Questo cartone animato, è il terzo della serie in CGI e primo in 3D dopo Garfield a zampa libera del 2007 e Garfield Fun Fest del 2008, entrambi usciti in home video e tutti con la regia di Dippè. Non è dunque la prima volta che il regista racconta le avventure di questo simpatico gatto mangione di nome Garfield e dei suoi amici, discostandosi nettamente dal look e dallo spirito ironico e sarcastico tipico dei live action, per preferire uno stile più semplice rivolto ai più piccoli.

Garfield il Supergatto ha il pregio di essere in 3D e riuscire a creare scene che sicuramente incanteranno i piccoli spettatori di questo eroe arancione creato da Jim Davis, che detiene dal 2001 il primato come striscia a fumetti più pubblicata al mondo. A rendere ancora più particolare questa pellicola è il tocco delicato di Dippè che, con occhio attento, innesta nel “fumetto” anche un pizzico di  horror, senza però eccedere, lasciando che tutto sia sempre a portata di bambino e incapace di spaventare, dando vita a diverse citazioni di film famosi come Zombie del 1978 di George A. Romero oppure del film Disney Rapunzel – L’intreccio della torre (in questo caso soprattutto per la scelta di alcuni effetti speciali). È un’opera equilibrata, dal ritmo abbastanza vivace che ricorda quello dei cartoni animati della televisione, solo che in questo caso il tempo è dilatato e articolato in 73 minuti. Appare quindi come una sorta di grande puntata televisiva, in cui il mondo dei cartoni incontra quello dei fumetti e il pigro felino incontra il suo alter ego del mondo dei fumetti: il super gatto palestrato Garzooka, impegnato a fermare i diabolici piani della cattivissima Vetrix.

Tutto ha inizio sul pianeta Dorkon, dove il professor Wally crea la micidiale pistola a raggi “Moscram” capace di riconvertire a livello molecolare gli organismi colpiti, tramutandoli in zombie ubbidienti. Dorkon è un pianeta ridente governato da un imperatore un po’ inetto in cerca di moglie, che viene sedotto dall’affascinante Vetrix, il cui vero scopo è ovviamente mettere le mani sulla pistola. Per fermare i piani della terribile Vetrix interviene l’affascinante Garzooka insieme ai suoi amici che riescono a portare via la fonte energetica dell’arma, il cristallo Klopman. Inseguito e braccato dalla malvagia regina, l’eroe si rifugia nel mondo dei fumetti dove incontra il suo alter ego Garfield, cui affida il cristallo e come sostiene l’eroe: “Anche un solo gatto fa la differenza”. Garfield, che intanto si stava godendo una tranquilla giornata all’insegna di hot dog e limonata, vede tutto questo come una scocciatura e non desidera affatto essere coinvolto in queste faccende che richiedono fatica, per cui liberatosi del gatto super palestrato, decide di rifuggire dai suoi doveri. Inutile dire che ne sarà inevitabilmente coinvolto e il povero micio sonnacchioso e imbelle sarà costretto a trovare la forza e la volontà per prender parte a questa inevitabile battaglia e salvare due mondi.

È un cartone animato che sicuramente piacerà ai bambini che resteranno rapiti dalla miscela di colori, suoni e dalla divertente avventura del loro piccolo, panciuto eroe.

Federica Di Bartolo

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.