fbpx
Connect with us

UNDERGROUND

Il cinema più piccolo del mondo

“Roma ha da qualche giorno un inedito spazio dedicato a visioni che, per formato, per storia produttiva e per modalità di fruizione si propongono come un’alternativa alle più standardizzate immagini “confezionate”.
Presso l’Associazione Granma è stato infatti inaugurato il Cinema più piccolo del mondo.”

Publicato

il

Fish Eye on Shanghai

Roma ha da qualche giorno un inedito spazio dedicato a visioni che, per formato, per storia produttiva e per modalità di fruizione si propongono come un’alternativa alle più standardizzate immagini “confezionate”.

Presso l’Associazione Granma è stato infatti inaugurato il Cinema più piccolo del mondo, sala di minime dimensioni che, con soli tre posti a sedere e con biglietto d’ingresso a 1 euro, offre la possibilità di confrontarsi con video di ricerca dalla durata non superiore ai dieci minuti.

Nato per iniziativa di Lino Strangis, video-artista e teorico che da qualche tempo è anche alla guida del gruppo di ricerca del C.A.R.M.A. (Centro d’arti e ricerche multimediali applicate), il progetto ha in sé la carica simbolica e provocatoria di chi, con entusiasta temerarietà, sa ancora andare al di là dell’idea del cinema come impresa meramente commerciale.

Ad inaugurare una programmazione che da gennaio proseguirà con cadenza regolare, è stata scelta l’ultima opera dello stesso Strangis, Fish Eye on Shanghai…Impressioni di un viaggio mai avvenuto, onirico percorso notturno costruito servendosi della miriade di filmati amatoriali disponibili su YouTube e girati nella zona portuale di Shanghai.

Grazie ad un accurato lavoro di riconquista e riutilizzo di materiali (audio e video) precedentemente privi di alcuna autorialità, quel che si presenta alla nostra visione appare ora come il viaggio d’esplorazione panoramica d’un occhio immaginario tra le luci della città cinese, catturata – tra grattacieli e figure galleggianti – nel suo luogo più emblematico e al contempo tanto lontano dalle nostre frequentazioni da restar inesorabilmente a rischio d’un piacevole e misterioso esotismo.

Salvatore Insana


Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.