fbpx
Connect with us

TRAILERS

‘Beautiful Minds’ poster e trailer del film al cinema da febbraio

Un film di e con Berbard Campan e Alexandre Jollien dal 10 febbraio al cinema distribuito da Notorious Pictures

Publicato

il

Arriverà in sala il 10 febbraio grazie a Notorious Pictures Beautiful Minds, film di e con Berbard Campan e Alexandre Jollien.

La sinossi di Beautiful Minds

Come dice Erasmo:

“Non si nasce uomini, lo si diventa”.

Il paradosso è che bisogna guardare i feriti o colore che hanno perso la vita, per imparare quest’arte di vivere, per diventare sempre più profondamente umani.

beautiful minds

Tutto inizia con un “banale” incidente. Un automobilista investe un triciclo che finisce in un fosso. Al volante, Louis, sulla cinquantina, un impresario di pompe funebri, che si occupa delle salme, dei funerali e della gestione delle pompe funebri di famiglia. Nel fosso, Igor, un disabile con paralisi cerebrale e appassionato di filosofia. Passa la sua vita a consegnare a domicilio verdure biologiche, tenendosi ben lontano dal mondo e da ogni tipo di vita sociale. I suoi compagni di viaggio sono Socrate, Spinoza e Nietzsche. Dei suoi simili, uomini e donne, non sa nulla, ignorando tutto o quasi della sensualità, dell’amicizia, del sesso e degli incontri reali.

Entrambi gli uomini stanno per imbarcarsi in un’avventura al di là di ciò che avrebbero mai potuto immaginare. In un viaggio decisivo, questi due uomini portano il corpo di Madeleine alla sua ultima dimora. Davanti a loro c’è un’amicizia, un’inaspettata perdita della verginità e alcune autentiche opportunità per eliminare i pregiudizi e praticare esercizi spirituali. I nostri due protagonisti avanzano, passo dopo passo, millimetro dopo millimetro, verso la vera libertà. Impareranno a spogliarsi di tutto ciò che li ha bloccati, ad andare oltre gli sguardi e l’individualismo degli altri.

«Amor Fati», diceva Nietzsche.

Questa è l’ultima ricerca intrapresa da questi due uomini, che avanzano a passo lento lungo i sentieri di una saggezza colta nel cuore della vita quotidiana, nei suoi alti e bassi. Il film ripercorre il viaggio di questo “sì” all’esistenza, di questa gioia nel diventare ciò che siamo. La tragedia dell’esistenza, la morte, l’esperienza di una differenza inscritta nel cuore della carne, l’handicap, tutto diventa un trampolino di lancio, una chiamata alla gioia della solidarietà.

Salite a bordo di questo carro funebre, unitevi a questi due viaggiatori, abbandonate le vostre preoccupazioni e riponete la vostra armatura.
Igor imparerà tutto sulla vita e soprattutto imparerà a vivere.

Il poster di Beautiful Minds

beautiful minds

Chi è Alexandre Jollien

Alexandre Jollien è nato in Svizzera nel 1975 con un grave handicap cerebrale-motorio causato dal parto difficile. Ha trascorso 17 anni in un centro specializzato per handicappati, avendo difficoltà a camminare, leggere e parlare. La scoperta della filosofia gli ha cambiato la vita. Una volta diplomatosi in un istituto commerciale, studia filosofia e greco prima all’Università di Friburgo e poi a Dublino. Il suo ultimo libro Cara Filosofia, dove, attraverso una serie di lettere ai filosofi che l’hanno aiutato a superare l’angoscia dell’handicap e a costruire se stesso, racconta il suo itinerario intellettuale, ha venduto in Francia 120.000 copie nei primi cinque mesi di vita ed è stato per sette settimane al secondo posto nella classifica dei libri di saggistica più venduti.

Il trailer di Beautiful Minds

Leggi anche: Alle Giornate di Cinema di Sorrento presentato il listino di Notorious per il 2022

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.