fbpx
Connect with us

Netflix SerieTv

La casa di carta 5: cosa sappiamo, quando esce, cosa succede

Vero e proprio fenomeno mediatico, La Casa Di Carta 5 è attesissimo e la produzione gioca con le date di rilascio

Publicato

il

La Casa Di Carta  doveva approdare su Netflix dal 7 aprile con la quinta stagione: ma la notizia è stata smentita, e anche se voci di corridoio la danno certa per il 30 aprile, altre dicono che non sarà rilasciata prima del secondo quadrimestre. Intanto facciamo il punto su quello che abbiamo visto e che sappiamo.

Attualmente, le prime quattro stagioni sono disponibili su Netflix.

La Casa di Carta è uno dei fenomeni seriali degli anni Dieci: partita in sordina, è una serie spagnola trasmessa in anteprima da Antena 3 e distribuita nel resto del mondo da Netflix.

Nelle intenzioni dei creatori, sarebbe dovuta essere una serie evento (cioè concepita per una sola e unica stagione) di 15 episodi di 70’, il successo travolgente e inaspettato ha poi fatto sì che si trasformasse prima in due stagioni di 22 episodi in totale della durata ognuno di 40-50’, e poi che si trovasse un escamotage per proseguire la narrazione, in principio chiusa con l’ultimo 22simo episodio.

Gli episodi sono stati girati nello stesso ordine di trasmissione, con gli attori che ricevevano il copione una puntata alla volta: questo perché la struttura drammatica prevedeva finali a sorpresa multipli.

La trama

La Casa Di Carta racconta lo svolgimento, dall’ideazione all’esecuzione passando poi alle conseguenze, di un incredibile piano criminale ideato dal Professore per derubare la Zecca di Madrid.

Originariamente, si sarebbe dovuta concludere con la fine della rapina (coprendo quindi 22 episodi): la prosecuzione della trama ha fatto si che si raccontassero anche le conseguenze (nella terza stagione) e successivamente una nuova impresa criminale (nella quarta).

Per raggiungere il suo scopo, il Professore -rimasto senza nome come tanti altri protagonisti per buona parte delle prime due stagioni- recluta un gruppo di otto persone da introdurre nella Zecca, ognuno con un preciso scopo nella vita e ognuno con un destino dal vicolo cieco, quindi con niente da perdere.

I criminali si riuniscono in una casa in campagna per conoscere meglio il piano, ma nessuno può rivelare il proprio vero nome: tra di loro si chiamano quindi solo con nomi di città. Tokyo, Berlino, Rio, Nairobi, Helsinki, Oslo, Mosca, e Denver hanno ognuno un compito preciso assegnatogli dal Professore, che li segue dall’esterno della Zecca. Insieme al capo, fuori dall’edificio anche la polizia e un detective esperto in contrattazione per gli ostaggi: è Raquel, una donna forte che però ha alle spalle una vita familiare disturbata e dolorosa. È proprio l’incontro tra Raquel e il Professore ad essere il primo granello di sabbia che inceppa l’ingranaggio perfetto dell’uomo: tra i due nasce infatti un amore inaspettato e sincero, senza che però la poliziotta sappia la vera identità di lui.

Il significato

La serie ideata da Alex Pina è indubbiamente un fenomeno di massa: e in quanto tale, è inutile liquidarla come troppo ammiccante o troppo semplice nello svolgimento. La presa che ha avuto sul pubblico nasconde uno show che ha senza dubbio innescato determinati meccanismi negli spettatori che hanno tributato un successo, come detto, inaspettato ma enorme, via via sempre più grande, tanto che nel 2021 la quinta stagione è attesa come uno degli eventi mediatici dell’anno.

La Casa Di Carta è, prima di tutto, un movimento rivoluzionario che si identifica con una canzone, un volto e un colore: Bella Ciao, il rosso e Salvador Dalì. La prima, storico inno partigiano, è la canzone che cantano gli otto disperati protagonisti; il secondo è la faccia di Dalì, pittore fole e visionario, simbolo di un senso surrealista che plasma il mondo sulla forma dell’immaginazione, maschera con la quale i protagonisti coprono il loro vero volto; il terzo è colore delle loro tute, tutte uguali, ma anche il colore del caos, del sangue, della ribellione e della passione, del fuoco. Un fuoco che divampa nella sceneggiatura fin dalle prime scelte, con una scelta cromatica ben definita e con un ritmo che si innesta inesorabile sul classico heist movie. Tre singole parti che sommate restituiscono il senso della sfida all’ordine costituito, rappresentato dalle Banche che opprimono gli ultimi, i diseredati, rappresentati dai componenti della banda.

Il risultato è una serie che continuamente ribalta continuamente gli equilibri, mettendo sempre in discussione le certezze rappresentate dall’arco narrativo dei personaggi, che sorprendono con comportamenti sempre in contrasto con l’idea che lo spettatore si è fatto di ognuno di loro.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

La casa di carta 5

  • Anno: 2017
  • Durata: 4 stagioni, 38 episodi
  • Distribuzione: Netflix
  • Genere: heist movie
  • Nazionalita: spagna