Connect with us

EVENTI

Detour: programmazione di dicembre

“Detour, il cinema che non si vede al cinema”.

Publicato

il

CINEMA DETOUR DICEMBRE 2009

Cinema Detour / Oasi Urbana – Via Urbana 107 (NUOVA SEDE) 00184 Roma

www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it

Ingresso con tessera annuale 5€ + sottoscrizione

MERCOLEDì  2 DICEMBRE IN COLLABORAZIONE CON 50 NOTTURNO

21.00 IL SILENZIO PRIMA DELLA MUSICA di Eric Daniel Metzgar (USA 2009, 76 min, v.o. sott. Italiano) Nell’ agosto 2004, Jason Crigler, uno dei più gettonati chitarristi di New York, è vittima di un’emorragia cerebrale durante un concerto a Manhattan. Quella notte in ospedale i dottori sono lapidari: “Se supera la notte non resterà molto di lui”. La moglie di Jason, Monica, a quel tempo incinta, resta di ghiaccio. I giorni passano e la famiglia di Jason è costretta a fare i conti con la nuova oscura realtà. Ma a dispetto di una disperazione senza uscita, i Crigler prendono una decisione: Jason guarirà completamente. Questa è la storia della sua rinascita. Vincitore della sezione Extra del Festival Internazionale del film di Roma 2008.

GIOVEDì  3 DICEMBRE VISIONI PRESENTA

21.00 L’ARIA SALATA Fabio lavora in carcere come educatore. Fronteggia ogni giorno, con le sue belle maniere, i volti segnati e gli scatti d’ira dei detenuti che vanno a colloquio da lui e s’impegna per far loro trovare la strada giusta, che conduca a un permesso o a uno sconto di pena. Un giorno, un collega gli affida il caso di un tizio che è appena stato trasferito da un altro penitenziario: Luigi Sparti, assassino, dietro le sbarre da venti calendari […] Il regista viene dal documentario e sa come non edulcorare la realtà per farla arrivare ai nostri occhi carica di cruda umanità; ottimo Giorgio Pasotti, in equilibrio con sentimento su registri diversi, dall’offeso all’arreso all’emozionato; superbo Giorgio Colangeli, fra i migliori interpreti italiani in circolazione. ” da Marianna Cappi – mymovies

Venerdì 4 DICEMBRE YATTAMIIKE!!

21.00 YATTERMAN di Miike Takashi (Yatterman, Giappone 2009 119 min., v.o. sott. Italiano) Trasposizione di Yattaman, famoso anime degli anni 70. La storia racconta del trio Drombo, un terzetto di ladruncoli assoldati dal Dottor Dokrobei, una misteriosa figura che gli ordinerà di recuperare i 4 frammenti della pietra Dokrostone in cambio di un favoloso tesoro. Ma a mettergli i bastoni tra le ruote ci sono gli Yattaman, i difensori della giustizia. La battaglia fra le 2 fazioni avviene a colpi di robot, e naturalmente il bene trionfa ogni volta, ma per i cattivi oltre al sapore della sconfitta li aspetta la terribile punizione che il dottore ha preparato in serbo per loro.

SABATO 5 DICEMBRE OFFMUSIC

21.00 METAL: A HEADBANGER’S JOURNEY di Sam Dunn, Scot McFadyen e Jessica Joy Wise ( Canada 2005 96 min., v.o. sott. Italiano). Sam Dunn è un giovane antropologo che ha deciso di studiare una cultura che è anche parte di un mondo di cui sogna da quando aveva dodici anni: l’heavy metal. Con il suo amico Scot McFayden, un consulente di musica per film, realizza così il primo film che cerca di esplorare a fondo questo tipo di musica e la cultura in cui essa affonda. Il loro obiettivo è cercare di scoprire perché l’heavy metal è da sempre condizionato da stereotipi negativi, emarginato e condannato e, allo stesso tempo, amato da sempre da milioni di fan. Nel film, incontriamo band storiche come Black Sabbath, Iron Maiden, Slayer, Twisted Sister, Motley Crue e anche quelle più recenti come Slipknot e Cannibal Corpse. E’ anche l’occasione, per gli autori, per analizzare l’ossessione che questa musica ha per i temi quali il sesso, la religione, la violenza e la morte.

DOMENICA 6 DICEMBRE IN COLLABORAZIONE CON 50 NOTTURNO

21.00 EVA E ADAMO di Vittorio Moroni (Italia 2009, 77 min) Tre donne che in modi diversi vivono le loro relazioni amorose e devono affrontare una sfida con se stesse, con i propri bisogni, con la propria idea di libertà e con i giudizi sociali. Erika ha 76 anni, è ricca, istruita, poliglotta. Alle spalle 2 matrimoni: con un architetto giapponese – da cui ha avuto 2 figlie – e con un egiziano. Erika non ha mai smesso di credere nell’amore e nella passione. Infatti oggi vive con Moussà, senegalese di 35 anni, conosciuto durante una vacanza e da 4 anni suo terzo marito. Deborah ha 20 anni, lo sguardo selvatico e un corpo da pin up. E’ bella e lo sa. Dopo aver lavorato come barista, Deborah ha cominciato a fare spettacoli dal vivo, trasmissioni con telefonate erotiche in diretta tv e film hard. Il suo fidanzato Filippo è molto geloso, ma per molto tempo finge di non sapere del lavoro di Debora. Veronica, 35 anni, abita in un piccolo paese vicino a Reggio Emilia ed è sposata con Alberto. Quando Veronica ha conosciuto Alberto la malattia lo costringeva già su una sedia a rotelle, ed era inesorabilmente destinata a peggiorare.

GIOVEDì  10 DICEMBRE HERZOG AT THE END OF THE WORLD

21.00 ENCOUNTERS AT THE END OF THE WORLD di Werner Herzog ( USA 2007 99min, v.o. sott. Italiano) Encounters at the End of the World (traduzione: Incontri alla fine del mondo) è un film documentario del 2007 scritto, diretto e narrato da Werner Herzog. Il regista si è recato in Antartide con il suo cameraman Peter Zeitlinger e ha documentato la vita nella stazione McMurdo, sull’isola di Ross, e dintorni. All’inizio del film Herzog afferma di averlo voluto realizzare perché era rimasto estremamente affascinato dalle riprese subacquee realizzate sotto i ghiacci antartici dal suo amico Henry Kaiser, che aveva poi inserito nel film L’ignoto spazio profondo (Wild Blue Yonder, 2005). Henry Kaiser è l’autore delle riprese subacquee anche di questo film, oltre ad averne composto parte delle musiche e ad averlo prodotto. Il film è dedicato al critico americano Roger Ebert, grande ammiratore di Herzog, ed è stato candidato al premio oscar al miglior documentario nel 2009.

VENERDì  11 DICEMBRE SchERMAGLIE PRESENTA: HANEKE INCONNU

“La capacità di manipolazione dei media e la rappresentazione mediale della violenza sono ormai fenomeni indispensabili della nostra società dei consumi, e come tale trattate e spesso parodiate nei miei film. Proprio come cineasta mi sento obbligato a rendere lo spettatore cosciente del suo rapporto artificiale e finto con una realtà spesso pubblicizzata come vera e unica. Ma ciò non significa che i miei film non debbano sedurre lo spettatore, anzi, lo devono violentare a raggiungere la sua indipendenza da ogni tipo di opinione prestabilita e stereotipata.” M.Haneke

21.00 PROIEZIONE FILM INEDITO DI M.HANEKE

a seguire incontro-dibattito sul cinema di Haneke con Alessia Cervini (Estetica del cinema, Università  di Cosenza)

SABATO 12 DICEMBRE PEDRO, LUCI E BOOM…

21.00 PEPI LUCI, BOOM E LE ALTRE RAGAZZE DEL MUCCHIO di Pedro Almodovar (Spagna 1980 82min., v.o. sott. Italiano) Un poliziotto franchista, corrotto e violento ruba a Pepi l’unica verginità rimastale. Il desiderio di vendetta spingerà la ragazza ad incontrare la moglie del poliziotto, Luci. Nella Madrid dei primi anni ’80 la vendetta si trasforma in complicità e Luci entra nel “mucchio” di Pepi e Bom – giovanissima chitarrista punk – tenuto insieme da musica, sesso e rigetto del costume dominante in una città finalmente libera dalla dittatura.

DOMENICA 13 DICEMBRE KLIMAFORUM DAY

Dal 7 al 18 dicembre i governi di tutto il mondo si incontreranno a Copenaghen nell’ambito del 15° incontro delle parti del Protocollo di Kyoto sui cambiamenti climatici. Negli stessi giorni della Conferenza internazionale delle Nazioni Unite, avrà luogo il forum dei movimenti della società civile sul clima, il Klimaforum09: due settimane di eventi, seminari, dibattiti, manifestazioni che centinaia di organizzazioni e gruppi internazionali hanno contribuito a costruire per discutere di giustizia climatica, economica, ambientale e sociale. Proprio per manifestare la nostra solidarietà al Klimaforum09 abbiamo deciso di proiettare il film “HOME” di Yann Arthus-Bertrand, un documentario che denuncia lo stato attuale della Terra, il suo clima e le ripercussioni a lungo termine sul suo futuro.

L’ingresso sarà gratuito per i soci. I nuovi soci avranno la possibilità di tesserarsi per il 2010.

21.00 HOME di Yann Arthus-Bertrand ( Francia 95 min, v.o. sott. Italiano) “Questo film era un progetto che avevo in mente da 15 anni. Tutto ciò che ho visto e imparato mentre volavo sopra la Terra mi ha cambiato. Oggi voglio condividere tutto quello che ho acquisito. Questo film sarà eccezionale e intelligente ma, soprattutto, assolutamente costruttivo. Per farvi un esempio: la cosa importante non è che il 50% delle foreste sia scomparso, ma che il 50% ci sia ancora. Quello che è importante oggi è che siamo 6 bilioni di esseri intelligenti che possono agire. Attraverso la qualità delle immagini e dei suoi contenuti, questo film permetterà alle persone di capire che TUTTI abbiamo delle responsabilità e che tutti possiamo agire nel nostro piccolo. Come disse il mio amico Albert Jacquard “essere coscienti che il domani è in arrivo e che ognuno può avere un effetto su di esso è specifico dell’Uomo”. (Yann Arthus-Bertrand) “Home” è un film girato da Yann Arthus-Bertrand e co-prodotto da Elzévir Films e EuropaCorp, compagnia di Luc Besson. Il film vuole essere una fotografia dello stato di salute della Terra e dei problemi cui l’umanità deve fare fronte. Yann Arthus-Bertrand è un fotografo, giornalista e ambientalista francese, diventato famoso grazie a La Terre vue du Ciel un ritratto fotografico composto da fotografie aeree del nostro pianeta.

MERCOLEDì  16 DICEMBRE BEING CHARLIE KAUFMAN

20.45 SYNECDOCHE, NEW YORK di Charlie Kaufman ( USA 2008, 124 min. V.o. sott. Italiano) Un film scritto e diretto dallo sceneggiatore di “Essere John Malkovich” e “Se mi lasci ti cancello”. Caden Cotard, regista teatrale fresco del successo ottenuto grazie alla messa in scena di Morte di un commesso viaggiatore, si prepara ad affrontare la preparazione della sua nuova opera che prevede addirittura la ricostruzione di una New York a grandezza naturale all’interno di un magazzino di Manhattan. Nel frattempo deve anche gestire i difficoltosi rapporti con le donne della sua vita.

GIOVEDì  17 DICEMBRE ass.EUSKARA E UPTER – DIP. LINGUA E CULTURA BASCA PRESENTANO

(ALL’INTERNO DELLA SETTIMANA BASCA 2009)

21.00 BAGDAD RAP (2005, 75′) di Arturo Cisneros Samper. 20 marzo 2003. Bagdad. In quel giorno il mondo guardava attonito, indignato e commosso la televisione mentre cominciava una guerra per molti senza senso e comunque illegittima. Ma non tutto quello che è successo in Iraq lo abbiamo visto alla televisione. Una brigata internazionale arrivò a Bagdad alcuni giorni prima dell’annunciato inizio della Guerra e alcuni di loro sono rimasti lì durante i bombardamenti. Il loro punto di vista sulla situazione fa da nesso per raccontare una storia nella quale si mescolano i volti e i nomi di alcune delle vittime, lo stile di vita della popolazione civile a pochi giorni da un attacco annunciato, ma soprattutto le terribili conseguenze che questo attacco ha avuto e continuerà ad avere per generazioni sulla popolazione civile dell’Iraq. Con una sequenza di immagini ravvicinate si mettono a confronto una Bagdad attiva e luminosa, che vive intensamente ogni giorno nelle strade, nelle moschee, nei mercati, pur sapendo che presto questa tranquillità sarebbe finita e avrebbe lasciato il posto a morte e distruzione. Dall’altra parte invece abbiamo una società occidentale, ricca e benestante, che ha paura, che non esce di casa perché l’unica realtà che conosce è quella che vede attraverso la televisione. Mentre Bagdad resiste attiva contro la morte, l’altra parte del mondo perde l’anima in una scatola.

VENERDì  18 DICEMBRE

21.00 FRANCIS BACON di David Hinton (Uk1988, 60’)

SABATO 19 – DOMENICA 20 DICEMBRE YATTAMIIKE!!

21.00 YATTERMAN di Miike Takashi (Yatterman, Giappone 2009 119 min., v.o. sott. Italiano) Trasposizione di Yattaman, famoso anime degli anni 70. La storia racconta del trio Drombo, un terzetto di ladruncoli assoldati dal Dottor Dokrobei, una misteriosa figura che gli ordinerà di recuperare i 4 frammenti della pietra Dokrostone in cambio di un favoloso tesoro. Ma a mettergli i bastoni tra le ruote ci sono gli Yattaman, i difensori della giustizia. La battaglia fra le 2 fazioni avviene a colpi di robot, e naturalmente il bene trionfa ogni volta, ma per i cattivi oltre al sapore della sconfitta li aspetta la terribile punizione che il dottore ha preparato in serbo per loro.