Connect with us

IN SALA

Attacco al potere 2

Attacco al potere 2 rivela delle forti carenze di sceneggiatura e di dialogo. Le battute che si scambiano i personaggi sono quanto di più banale si possa immaginare. Tra l’altro non si rivela neanche un film particolarmente drammatico, poiché è del tutto surreale l’atteggiamento dei personaggi nei confronti del problema della distruzione continuata di Londra

Publicato

il

Sinossi: Attacco al potere 2 ha inizio a Londra, dove il Primo Ministro inglese muore in circostanze misteriose e il suo funerale è un evento al quale tutti i leader del mondo occidentale non possono mancare. Ma quella che dovrebbe essere la situazione più protetta del Pianeta, si rivelerà un complotto letale per uccidere i capi di Stato più potenti della Terra, distruggere i luoghi simbolo della capitale inglese e dare una terribile visione di quello che sarà il futuro. Solo tre persone hanno la possibilità di fermare tutto questo: il Presidente degli Stati Uniti, il suo formidabile capo dei servizi segreti e un agente inglese dell’MI-6 che giustamente non si fida di nessuno.

La nuova pellicola è il sequel del film Attacco al potere del 2013.

Recensione: Attacco al potere 2, diretto dal quarantenne iraniano Babak Najafi, con Gerard Butler, Morgan Freeman e Aaron Eckhart, ha un sottotitolo originale, nel quale è sintetizzato tutto il film: London has fallen, “ Londra è caduta”.

La storia è semplice: con un pretesto, politici e personaggi di spicco del mondo intero finiscono per trovarsi in uno stesso luogo con evidenti implicazioni e problemi di sicurezza per tutti.  I capi di stato vengono invitati a Londra in occasione del funerale del primo ministro inglese, morto repentinamente e probabilmente assassinato. Tutto sembra far prevedere che si tratti di un classico film di genere, ma cominciano a rivelarsi i primi particolari anomali e per certi versi grotteschi. Il presidente americano e francese, il presidente del consiglio italiano, il cancelliere tedesco, appaiono come personaggi da operetta; sono visti come macchiette del loro ruolo di cui ricalcano schemi noti e triti, tanto che, nel loro ingenuo eccesso di iconicità, strappano i risolini del pubblico. Nel frattempo Londra subisce una serie di attacchi.  I grandi della terra capitolano uno alla volta colpiti, ciascuno in maniera spettacolare, dall’attacco terroristico che non lascia scampo.

La trappola messa in atto dal gruppo dei cattivi non rivela scopi reconditi o ideali politici alternativi, ma si tratta solo di motivi di vendetta personale: il trafficante di armi Aamir Barkawi subisce un attacco con i droni statunitensi in occasione del matrimonio delle figlia. La storia è tutta qui. Il fatto che a battersi strenuamente è il primo attore nel ruolo di Mike Banning, che è anche il produttore, ci rende molto chiaro il motivo per il quale, proprio lui, è sempre in scena. Attacco al potere 2 rivela delle forti carenze di sceneggiatura e di dialogo. Le battute che si scambiano i personaggi sono quanto di più banale si possa immaginare. Tra l’altro non si rivela neanche un film particolarmente drammatico, poiché è del tutto surreale l’atteggiamento dei personaggi nei confronti del problema della distruzione continuata di Londra. Le reazioni non sono appropriate all’impatto degli eventi. Tutto il film si gioca nella fuga del presidente degli Stati Uniti,

Presidente Benjamin Asher (Aaron Eckhart), dai terroristi che in maniera totalmente improbabile viene inseguito da ogni punto possibile della città. Il presidente ha un ruolo ovviamente meno importante di quello di Gerard Butler, la sua ineguagliabile guardia del corpo (!).

Molto belli e interessanti gli effetti speciali. In particolare la visione dall’alto di tutti i monumenti di Londra, frutto di una sapiente ricostruzione avvenuta negli studi  cinematografici. La maggior parte delle scene sono di fuga o di lotta. Incredibile e incongrua la partecipazione di Morgan Freeman che, nella parte del vicepresidente, non è quasi mai presente nel film e sembra faccia quasi il ruolo di una semplice comparsa.

Alessandra Cesselon

  • Anno: 2016
  • Durata: 99'
  • Distribuzione: M2 Pictures
  • Genere: Azione
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Babak Najafi
  • Data di uscita: 03-March-2016