fbpx
Connect with us

In Sala

Hotel Transylvania 2

Di per sè con una storia meno accattivante del precedente capitolo, presentando a tratti una sceneggiatura lineare e scontata “Hotel Transylvania 2” è di sicuro indirizzato ad un pubblico di piccoli amatori del genere comedyhorror, con citazioni di altissimo livello e altre intuitive e dirette

Pubblicato

il

Il piccolo gioiellino che entusiasmò tutti tre anni fa Hotel Transylvania torna su grande schermo per il secondo capito delle vicende familiari del Conte Dracula.

Sinossi: Il lugubre e tenebroso castello popolato da mostri di tutte le specie si anima a grande festa, dopo l’approvazione del Conte, finalmente si può celebrare il matrimonio tra Mavis e Johnny. Il party più singolare della storia è pronto per essere vissuto, infatti ad affiancare i singolari invitati della piccola di casa Dracula, ci sono i parenti umani  dello sposo, la strana miscelanza darà vita ad un vero e proprio festeggiamento surreale con tanto di foto ricordo.

Recensione: Il secondo film diretto da Genndy Tartakovsky apre le danze prospettandoci l’ormai avviata storia d’amore fra i due “Romeo e Giulietta” in attesa del loro primogenito, Dennis, un bimbo che d’aspetto sembra somigliare all’umano papà, il che provoca non pochi problemi alla parte vampiresca della famiglia.

Il dilemma che i genitori dovranno affrontare sarà proprio quello di individuare quale natura svilupperà il piccolo e di conseguenza la via più giusta per crescerlo. Se entro i cinque anni d’età il bimbo non mostrerà nessuna attitudine mostruosa sarà fatto crescere in un ambiente umano. Questo è il topic sul quale il film verte tutta la sua azione, con il nonno, il Conte Dracula, che cerca in tutti i modi di far emergere un po’ del suo sangue nelle vene del nipote, dando vita ad una serie di gag e scene divertenti che sono il punto forte della narrazione.

Di per sé con una storia meno accattivante del precedente capitolo, presentando a tratti una sceneggiatura lineare e scontata, Hotel Transylvania 2 è di sicuro indirizzato ad un pubblico di piccoli amatori del genere comedy-horror, con citazioni di altissimo livello e altre intuitive e dirette.

Il doppiaggio italiano è affidato nuovamente a Claudio Bisio (Conte Dracula) e Cristiana Capotondi (Mavis), fatta eccezione per un piccolo ruolo d’eccellenza di Paolo Villaggio che presta la voce al papà di Dracula, Vlad.

       Sonia Serafini

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2015
  • Durata: 89'
  • Distribuzione: Warner Bros. Italia
  • Genere: Animazione
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Genndy Tartakovsky
  • Data di uscita: 08-October-2015