Connect with us

IN SALA

Città di carta

Tratto dal romanzo addirittura bestseller di John Green (Colpa delle stelle, ricordiamo) Città di carta è un film ammettiamolo praticamente inutile. Ovviamente non è consigliato. Molto meglio starsene a casa a guardare una serie tv o uscite fuori a farvi una bella passeggiata

Publicato

il

L’unica nota positiva di questa specie di inizio saga, non so bene come dobbiamo definirla, è una apprezzabile colonna sonora . Brani che potrebbero coprire per interesse l’intero film sono Swinging Party dei KindnessGreat Summer di Vance Joy , I De Lux con Moments che in realtà sembrano una copia dei Talking Heads comunque ascoltabili.

Ah ci sono anche gli attori bravi ma il resto?

Tratto dal romanzo addirittura bestseller di John Green (Colpa delle stelle, ricordiamo) Città di carta è un film ammettiamolo praticamente inutile. Nel senso che la storia degli adolescenti con un mistero dietro, in America e l’America ce ne ha fornite a bizzeffe.

Quentin Jacbsen è da sempre innamorato della sua vicina di casa, da quando erano bambini. Lei è Margot Roth Spieglman la più amata e diversa ragazza della scuola, la ragazza specialissima della scuola. Tanti misteri, tante avventure formidabili, tante tracce che ogni volta che spariva o si allontanava da casa lasciava alla sorellina piccola o a chi riteneva degno. Mai a Quentin, che ormai pensa solo a diplomarsi e a Margot non rivolge nemmeno più il saluto.

Una sera però, come nelle migliori saghe americane, piene di mistero e di suspance (tono ironico), la ragazza Margot si presenta alla finestra di Quentin. Da quella sera tutto cambierà. La vita di Margot si legherà inevitabilmente a quella di Quentin che seguirà la ragazza fin dove i suoi indizi lo porteranno. Insieme a Quentin il suo gruppo di amici di scuola…Inizia così la ricerca di Margot e della città di carta.

Che fine avrà fatto Margot? Perché scompare? Dove si trova questa città di carta?

Allora al di là del fatto che gli adolescenti amano questo genere di storia, al di là del fatto che la storia è banalissima e al di là che a questo punto potremmo fare più sagre e meno saghe, perché andare a vedere questo film?

Ovviamente non è consigliato. Molto meglio starsene a casa a guardare una serie tv o uscite fuori a farvi una bella passeggiata. Vedrete che starete meglio.

Ps: L’unica luce di questo film è il poster su una porta di Woody Guthrie come indizio.

Graziella Balestrieri

  • Anno: 2015
  • Durata: 109'
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Genere: Thriller
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Jake Schreier
  • Data di uscita: 03-September-2015