fbpx
Connect with us

MAGAZINE

Il bullismo e il cinema: il supporto della settima arte

Il cinema come mezzo didattico nelle scuole per la lotta al fenomeno

Pubblicato

il

Il 7 febbraio ricorre la giornata della lotta contro il bullismo in età scolare. Questo fenomeno purtroppo è molto più esteso di quanto si pensi e coinvolge, spesso in maniera silente, un gran numero di ragazzi e ragazze. In questi anni sono state avviate campagne di sensibilizzazione nelle scuole attraverso la visione di film, perché il cinema è un potente strumento di formazione. Consente di immedesimarsi in storie che invitano lo spettatore a riflettere su relazioni e comportamenti attraverso le immagini. Inoltre, è in grado di veicolare importanti messaggi che toccano la sensibilità degli adolescenti.
Ecco una selezione di film che affrontano questo tema e offrono una via d’uscita da possibili relazioni tossiche.

Wonder

Diretto da Stephen Chbosky, è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di J.R.Palacio. August Pullman (Jacob Tremblay) è un ragazzo di New York che vive con una malformazione cranio-facciale. I genitori (Owen Wilson e Julia Roberts) sono titubanti nel mandarlo a scuola; tuttavia con l’inizio della scuola media si convincono a iscriverlo. Da qui comincia un nuovo percorso per il protagonista, in cui i rapporti scolastici e familiari si condizioneranno a vicenda. Un film drammatico che parla dell’accettazione del sé e di come il pregiudizio basato sull’aspetto fisico porti sovente a conclusioni errate. Il giovane protagonista incarna i valori del detto “mai giudicare un libro dalla copertina”, costantemente alla ricerca dell’approvazione dei suoi coetanei in una società dove l’apparenza regna sovrana.

Piattaforme: Prime Video, Netflix

Durata: 113 min.

Trailer

Drillbit Taylor- Bodyguard in saldo

Il film, diretto da Steven Brill, ha per protagonista Bob “Drillbit Taylor” (Owen Wilson). Ryan Anderson e Wade Drennan sono due giovani studenti con grandi aspettative per il nuovo percorso scolastico. Purtroppo per loro finiscono nelle mire dei bulli che frequentano la scuola. Per uscire da questa situazione decidono di mettere un annuncio online per reclutare un bodyguard, al quale risponde Drillbit.  Drillbit si presenta come un veterano dell’esercito; in realtà vive come senzatetto nei pressi della spiaggia. I suoi maldestri tentativi di addestrare i ragazzi saranno messi a dura prova quando oltre alla sua “missione” entrerà in gioco l’amore. In questa commedia leggera emerge il fatto che la forza per uscire dalle difficoltà risiede in noi e che, per quanto gradito, un aiuto esterno non può risolvere tutti i problemi della quotidianità.

Piattaforme: Prime Video

Durata: 110 min.

Trailer

Una spia e mezzo

É diretto da Rawson Marshall Thurber e ha come protagonisti Dwayne Johnson e Kevin Hart.
In questa commedia dai toni leggeri il tema del bullismo viene capovolto. Quello che un tempo era un ragazzo fragile  preso in giro perché sovrappeso diventa una super spia, mentre lo studente migliore della scuola diventa un ordinario impiegato d’ufficio che si vergogna di se stesso. I due finiscono per collaborare in una missione per una serie di circostanze impreviste. Tra momenti esilaranti e azione, il film si prende i suoi spazi per riflettere su come il passato e le umiliazioni subite nel corso del periodo scolastico influenzino il presente.

Piattaforme: Netflix

Durata: 107 min.

Trailer

Mean Girls

Diretta da Mark Waters, Mean Girls è una commedia ambientata in un liceo americano. Cady Heron (Lindsay Lohan) è una ragazza di sedici anni che ritorna in America dopo aver trascorso l’infanzia in Africa per il lavoro dei suoi genitori. Se l’inizio del suo percorso di studi sembra procedere senza intoppi, le cose prendono una piega diversa quando la giovane attira le attenzioni del gruppo di Barbie capitanate da Regina George (Rachel McAdams), la ragazza più “in” della scuola. La narrazione prosegue spedita in un susseguirsi di dispetti e tiri mancini nella strada della rivalsa, in questo film tutto al femminile.

Piattaforme: Prime Video, Netflix

Durata: 97 min.

Trailer

L’A.S.S.O nella manica

Diretto da Ari Sandel, il film è basato sul romanzo Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger. La protagonista è Bianca (Mae Whitman), un’adolescente schietta e semplice che è amica di due ragazze molto popolari della scuola. La sua vita viene stravolta quando, durante una festa, parla col suo vicino di casa, Wesley Rush (Robbie Amell), che le fa notare la differenza tra lei e le sue amiche per quanto riguarda la bellezza. Il ragazzo sostiene infatti che in ogni gruppo di amiche c’è il cosiddetto A.S.S.O (Amica, Sfigata, Strategicamente, Oscena). Da quel momento la ragazza chiederà il suo aiuto per uscire dall’ombra delle sue amiche e diventare una leader. Bianca è un’adolescente dall’intelligenza acuta e vivace, che viene messa ai margini in una struttura sociale come quella scolastica, in cui a questi valori si preferisce la bellezza.

Piattaforme: Prime Video, Netflix

Durata: 101 min.

Trailer 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.