fbpx
Connect with us

Netflix Film

‘Sly’ Sylvester Stallone incisivo e inaspettatamente toccante su Netflix

La biografia dell'attore e regista, venerabile e relativamente breve, offre dettagli così affascinanti da farci desiderare qualche round in più

Pubblicato

il

Sly è il nuovo docu-film di Netflix su Sylvester Stallone. Quando ero giovane, non nutrivo particolare interesse per Sylvester Stallone. Pur non avendo vissuto gli anni ’80, periodo in cui spopolavano i sequel di Rocky e Rambo, il suo stile di mascolinità muscolare e aggressiva, apprezzato da un’America desiderosa di rivivere le gesta degli anni ’60 e ’70, mi sembrava fuori luogo. Sly e altri attori iper-muscolari sembravano essere manifestazioni della rabbia reazionaria e reaganiana incarnata.

Il docu-film, uscito su Netflix il 5 Novembre, promette però di dare un risvolto del tutto inedito del personaggio nativo di Hell’s Kitchen, riuscendo quindi ad affascinare anche chi non è del tutto attuale fan di Stallone, al contrario di me.

Col tempo, però, ho imparato ad apprezzare l’uomo dietro l’attore. Ho trovato piacere nei suoi film degli anni ’90, come Cliffhanger e Demolition Man, e ho amato la sua interpretazione in Copland. La sua partecipazione a Cannes qualche anno fa mi ha mostrato uno Stallone sincero, umile e divertente.

sly

In che modo ci parla Sly?

Il nuovo documentario, Sly, si presenta come un’apologia selettiva piuttosto che un resoconto completo. Stallone condivide aneddoti della sua carriera, come l’incidente con Dolph Lundgren sul set, ma il nucleo del film è la sua lotta con l’inadeguatezza derivante da un padre violento. Scopriamo la passione giovanile di Sly per i cavalli e il polo, stroncata dal padre durante una partita. Anni dopo, giocarono insieme, ma questa volta il padre lo ferì gravemente. Dopo il successo di Rocky, suo padre cercò di lanciare un suo film sulla boxe intitolato Sonny. Un pezzo che va riascoltato per crederci.

Il volto settantasettenne di Stallone è ora scolpito come il suo corpo un tempo. Le sopracciglia sempre arcuate non rivelano molte emozioni mentre si apre sul suo dolore, ma questo funziona a suo vantaggio. Appare più divertito che triste o indignato, rendendolo un narratore ideale. Il film segue il suo trasloco dalla California alla East Coast, con troppe inquadrature delle sue statue che vengono impacchettate.

Ma in fin dei conti

Perché essere discreti in un film su Stallone?
Stallone, con i suoi limiti come attore, ha trovato il successo. La sua incapacità di ottenere ruoli significativi lo ha spinto a scrivere Rocky per se stesso. Ma una volta che la sua carriera è decollata, i film di Rocky sono diventati spettacoli macho. Lo stesso è accaduto con Rambo, trasformato da un ex combattente violento in un eroe solitario.
Stallone apprezza la risonanza emotiva di questi film più di quanto faccia io. La sua recitazione può essere stata rigida, ma c’era sincerità. Ha canalizzato i suoi sentimenti nei confronti del padre in queste performance. La sua dedizione a essere un padre migliore lo ha portato a scegliere suo figlio Sage come figlio di Rocky in Rocky V, anche se Sage è tragicamente morto nel 2012.

sly

La quiete di Sly

Stallone tiene molto ai suoi ultimi film di Rocky, e in questo documentario sembra aver trovato pace. Questi film erano espressioni di frustrazione e impotenza, suggerisce. Che le emozioni non fossero convincenti per alcuni di noi non ha molta importanza; ciò che conta è che lui le abbia vissute e sentite. Sly può essere un pasticcio come film, ma come ritratto di un uomo disordinato, può risultare commovente.
Inizialmente, offre l’impressione che la vita di Stallone abbia compiuto un significativo cerchio, mentre lui imballa la sua sontuosa villa di Malibu, ricca di cimeli hollywoodiani, e pianifica il ritorno sulla East Coast. Prima di raggiungere il successo straordinario con la scrittura e la protagonista in Rocky nel 1976, Stallone è cresciuto nel duro e famigerato Hell’s Kitchen di New York, un’immagine che lui dipinge vividamente mentre percorre le strade del quartiere, ora pulite.

Tuttavia

Accelerare la vita di Stallone negli anni 2010 comporta la semplificazione della morte del figlio Sage, attore accanto a lui in Rocky V, la cui presenza nel documentario è significativa attraverso filmati d’archivio. Questo aspetto della sua storia viene in gran parte trascurato, nonostante la perdita sia diventata un elemento chiave dei suoi film successivi. Qui, l’interesse personale di Stallone rivela i limiti dell’auto-riflessione come guida in un documentario.

La morte di Sage è un argomento comprensibilmente privato e doloroso, così come molti altri aspetti della vita di Stallone, come il divorzio e le questioni legali, che Sly sembra evitare. Ignorarli mette in discussione la natura stessa del film, che si presenta come un incontro intimo con una delle più grandi star di Hollywood. Sebbene il documentario sia come un’inchiesta giornalistica, opera solo secondo le condizioni di Stallone. Accetta ciò che viene offerto e lo trasforma in una serie di montaggi ben realizzati, senza mai spingersi oltre o chiedere di più. È un film che, per sua natura, si accontenta della narrazione di parte del suo soggetto, tradendo così la sua essenza documentaristica.
Oltre un certo punto, le fasi successive della vita di Stallone diventano discorsi di pubbliche relazioni con notevoli lacune tra di loro.

sly

In conclusione

In questo processo, il film riformula anche il resto della narrazione, mettendo in dubbio quanta verità, sia essa emotiva che fattuale, sia effettivamente condivisa con il pubblico in precedenza. Sebbene inizialmente coinvolgente, Sly alla fine solleva interrogativi sulla sincerità della sua narrazione e sulla quantità di verità accessibile al pubblico. Resta comunque un prodotto fedele ed emozionante fino all’ultimo gong.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

  • Anno: 2023
  • Durata: 1h36min
  • Distribuzione: Netflix
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: USA