fbpx
Connect with us

FOCUS ITALIA

‘Stranizza D’Amuri’ L’esordio alla regia di Beppe Fiorello

Fiorello sceglie un importante fatto di cronaca per il suo primo film dietro la macchina da presa

Pubblicato

il

stranizza d'amuri teaser

Stranizza D’Amuri il teaser del film di Beppe Fiorello

In sala dal 23 Marzzo l’esordio dietro la macchina da presa di Fiorello, distribuito da BIM. 
Nel cast Samuele Segreto, Gabriele Pizzurro, Simona Malato, Enrico Roccaforte, Fabrizia Sacchi e Antonio De Matteo.

Scritto da Giuseppe Fiorello, Andrea Cedrola, Carlo Salsa e Josella Porto, è una produzione Iblafilm, Fenix Entertainment, Rai Cinema.

Stranizza d’amuri è dedicato a Giorgio e Antonio, vittime del delitto di Giarre, avvenuto nel 1980 in provincia di Catania.

Giugno 1982, in una calda Sicilia che freme per la Nazionale Italiana ai Mondiali di calcio, due adolescenti, Gianni e Nino, si scontrano con i rispettivi motorini lungo una strada di campagna. Dallo scontro nasce una profonda amicizia, ma anche qualcosa di più. Qualcosa che non viene visto di buon occhio dalle famiglie e dai ragazzi del paese. Coraggiosi e affamati di vita, Gianni e Nino non si curano dei pregiudizi, delle dicerie e vivono liberamente. Una libertà che gli altri non comprendono e non sono disposti ad accettare…

stranizza d'amuri teaser

Il commento del regista

Fu un reato che cambiò per sempre la percezione dell’omosessualità in Italia. I corpi senza vita dei due giovani adolescenti sono stati ritrovati in campagna, sotto un pino. Entrambi sono stati sfigurati dagli spari. Quello che viene ricordato di più è che sono stati trovati tenendosi per mano come se avessero promesso di stare insieme per l’eternità. I giornali dell’epoca parlavano degli omicidi di “due ragazzini”. Quasi tutti i quotidiani hanno dedicato alla vicenda un breve paragrafo. Sfortunatamente, quello che sembrava essere un amore immenso e forte è stato tristemente disatteso e ridotto a poche brevi frasi. L’inchiesta è stata immediatamente chiusa e nessuno è stato accusato dell’orribile crimine. L’unico sospettato durante le indagini sugli omicidi, era un nipote minorenne di Antonio, uno dei ragazzi che è stato ucciso. Il nipote è stato rilasciato perché non sono state trovate prove sufficienti. L’urgenza di raccontare questa storia nasce dal desiderio di restituire la dignità a questi due giovani adolescenti chiaramente assassinati a sangue freddo dall’odio e dal pregiudizio. La loro storia è tragicamente sepolta a causa dell’indifferenza»

Stranizza D’Amuri : il teaser

 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.