fbpx
Connect with us

MAGAZINE

10 film che hanno vinto Cannes e dove vederli

Cannes 2022 sta per debuttare. Ricordiamo alcuni dei film più belli che hanno vinto la prestigiosa Palma d'oro

Publicato

il

Con l’inaugurazione della Kermesse francese, ricordiamo 10 Film che hanno vinto Cannes lasciando dietro di loro un segno  importante. Dal cult di Martin Scorsese con De Niro tassista solitario, passando per la favola delicata di Walt Disney e la guerra del Vietnam vista da Coppola, fino alla claustrofobica visione di Parasite, il  pensiero va alle tante pellicole che hanno partecipato al Festival vincendo la tanto agognata Palma d’Oro. Tanti i titoli, anche italiani, usciti vittoriosi: ricordiamo alcune delle pellicole più celebri.

10 film che hanno vinto la Palma d’oro a Cannes

Roma, città aperta di Roberto Rossellini 1946

Durante l’occupazione tedesca di Roma, l’ingegnere comunista Manfredi (Pagliero) che milita nella Resistenza prende contatti con un compagno tipografo. La Gestapo è sulle sue tracce, ma l’uomo trova rifugio presso l’abitazione di un sacerdote (Aldo Fabrizi) mentre l’operaio è arrestato e la sua donna (Anna Magnani) viene uccisa da una raffica di mitra. Su Chili e CG.

1947 – Dumbo, l’elefante volante (Dumbo) di Ben Sharpsteen e Walt Disney

Dumbo, figlio dell’elefantessa Jumbo, ha due enormi orecchie a sventola e per questo viene canzonato dalle altre elefantesse del circo. Il poverino è solo e sconsolato, ma incontra un vero amico in un topolino dalla fantasia accesa. Sarà proprio lui a scoprire che, grazie alle sue enormi orecchie, il piccolo pachiderma potrà volare. Dumbo diventa così la vera stella del circo. Parabola sulla diversità intesa come ‘specialità’. Struggente e incantevole.

Su Disney+ e Prime video

10 film cannes

1967 – Blow-Up di Michelangelo Antonioni

Thomas, giovane affermato fotografo di moda a Londra, sta realizzando un servizio sul disagio nei quartieri londinesi, quando riprende in un parco le effusioni di una coppia. La donna, accortasi di essere stata fotografata, lo identifica e il giorno dopo si presenta nel suo studio e chiede con insistenza il rullino, ma Thomas, con un trucco, gliene consegna invece un altro. Intrigante e intellettuale  film di Antonioni. Un prodotto estetico e cerebrale. Impeccabile la recitazione degli interpreti.

Su Prime Video

1976 – Taxi Driver (Taxi Driver) di Martin Scorsese

Vengono fuori gli animali più strani, la notte: puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati, spacciatori di droga, ladri, scippatori. Un giorno o l’altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre.

Travis è un reduce del Vietnam segnato dall’esperienza bellica. Soffre d’insonnia e si fa assumere come taxista per i turni di notte. A contatto quotidiano con il peggio di New York la sua situazione peggiora. Respinto da una ragazza perbene che ha tentato di corteggiare, Travis ripiega sulla violenza per placare il suo disagio interiore. Cult che non ha tempo. Pietra miliare del cinema contemporaneo. Oscar a Robert De Niro. Su Prime video.

1979 – Apocalypse Now (Apocalypse Now) di Francis Ford Coppola

…perché c’è un conflitto in ogni cuore umano tra il razionale e l’irrazionale e tra il bene e il male… però non sempre il bene trionfa

Kurtz, colonnello dell’esercito statunitense in Vietnam è uscito dai ranghi, ha sconfinato in Cambogia con i suoi uomini e ha costituito una sorta di impero personale dove combatte una sua feroce guerra privata. Al capitano Willard è affidata la missione di raggiungere Kurtz nel suo territorio e di eliminarlo. Un iconico Marlon Brando nel film epocale che ha segnato una generazione. su Tim Vision.

1992 Addio mia concubina Chen Kaige

Il film racconta di Qui Douzi e di Shitou, due ragazzini della scuola di teatro dell’Opera di Pechino. Poi i due bambini crescono e diventano attori famosi. L’uno si specializza in ruoli femminili, l’altro nell’interpretazione dell’opera “Addio mia concubina”. Arriva intanto l’invasione giapponese, il dopoguerra, il Partito Comunista e la Rivoluzione Culturale. Gong Li straordinaria in un film intenso.

 

1993 – Lezioni di piano (The Piano) di Jane Campion

Ada, muta fin da bambina, giunge in Nuova Zelanda, sposata per procura con Stewart. Con lei ci sono la figlioletta Flora, i bauli, un pianoforte. Stewart fa abbandonare il pianoforte sulla spiaggia perché difficile da trasportare lungo gli impervi sentieri dell’isola. Baines, un bianco che si è avvicinato ai costumi dei Maori, aiuta Ada a riaverlo. Attori in stato di grazia in un film viscerale e appassionato. Grande regia di Jane Campion.

Lezioni di piano di Jane Campion. Un film violento, misterioso, squisito ed estramamente romantico

Pulp Fiction di Quentin Tarantino 1994

Mi chiamo Jerda e non è con le chiacchiere che uscirai da questa merda. (Jules)

Una giovane coppia di rapinatori e amanti, “Zucchino” (Ringo) e “Coniglietta” (Yolanda), stanno architettando il loro prossimo colpo, quando decidono di operare  nello stesso locale in cui si trovano. Si alzano annunciando a gran voce l’inizio della rapina e puntando le pistole. La scena si sposta poi a bordo di un’auto, dove due gangster in abito scuro, Vincent Vega e Jules Winnfield, si dirigono  verso un condominio popolare a recuperare una misteriosa valigetta del loro capo Marsellus Wallace, sottratta da alcuni giovanotti. John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Bruce Willis e Tim Roth in un cult che ha fatto della sceneggiatura dello stesso Tarantino il suo punto di forza. Proverbiale il monologo ‘biblico’ di Jackson. su Prime Video.

2013 La vita di Adèle (La Vie d’Adèle – Chapitres 1 & 2) di Abdellatif Kechiche

Adele, una liceale di diciassette anni, aspetta il grande amore e un giorno lo intravede in Thomas. La loro però è una storia destinata a non essere vissuta appieno.  Adele incontra anche una misteriosa ragazza dai capelli blu che ogni notte diventa protagonista dei suoi sogni e desideri più intimi. Inizierà per lei un percorso di scoperta. Tratto da un fumetto, il film esplora tematiche legate alla diversità, al desiderio e alla ricerca dell’identità. Piccolo gioiello interpretato con convinzione da due brave attrici. Su Chili e Apple

2019 Parasite ( Gisaengchung)

Tutta la famiglia di Ki-taek è senza lavoro. Ki-taek è particolarmente interessata allo stile di vita della ricchissima famiglia Park. Un giorno, suo figlio riesce a farsi assumere dai Park e le due famiglie si ritrovano così intrecciate da una serie di eventi incontrollabili e drammatici. Primo film sudcoreano candidato ai Premi Oscar, vincendone quattro, tra cui quello per il miglior film, mai assegnato fino a quel momento a un lungometraggio non in lingua inglese. Capolavoro moderno di alienazione e opportunismo, il film è un’indagine antropologica su famiglia e genere umano. Su Raiplay.

10 Film che hanno vinto a Cannes il Grand Prix

10 film cannes

1973 La maman et la putain di Jean Eustache

1985 – Birdy – Le ali della libertà (Birdy) di Alan Parker

1989 – Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore

1993 – Così lontano, così vicino (In weiter Ferne, so nah!) di Wim Wenders

1998 – La vita è bella di Roberto Benigni

2004 – Old Boy (Old Boy) di Park Chan-Wook

2008 – Gomorra di Matteo Garrone

2016 È solo la fine del mondo (Juste la fin du monde) di Xavier Dolan

2021 Un eroe (Qahremān) Asghar Farhadi Iran Iran

2021 Scompartimento n. 6 – In viaggio con il destino (Hytti nro 6)

Cannes 2022 la selezione ufficiale definitiva

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.