fbpx
Connect with us

Trailers

Paolo Cognetti. Sogni di grande Nord di Dario Acocella in sala dal 7 Giugno

Paolo Cognetti. Sogni di grande Nord è un viaggio letterario ed emozionante dalle Alpi all’Alaska. Diretto da Dario Acocella sarà presentato al Trento Film Festival e distribuito in sala da Nexo

Pubblicato

il

Paolo Cognetti. Sogni di grande Nord è il viaggio che ritrae lo scrittore a cura di Dario Acocella.

Una produzione Samarcanda Film con Feltrinelli Real Cinema e con Rai Cinema con il sostegno della Film Commision Valle d’Aosta. Sarà distribuito nei cinema italiani da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio Deejay e MYmovies.it.

Dopo aver registrato il tutto esaurito alle proiezioni in presenza e in streaming del Trento Film Festival, il film arriva in sala dal 7 al 9 Giugno.

 

Paolo Cognetti. Sogni di grande Nord : curiosità

  1.  Paolo Cognetti ha vinto nel 2017 il Premio Strega con il libro Le Otto montagne
  2.  Nicola Magrin, viaggiatore ed illustratore, accompagna Cognetti nel viaggio
  3. Il documentario è ospite d’eccezione nella selezione in Concorso del Trento Film Festival
  4. Il film è un percorso originale e dal potente impatto visivo. Sulle orme di Ernest Hemingway, Raymond Carver, H.D. Thoreau, Jack London, Herman Melville e Chris McCandless di Into the Wild, in un viaggio letterario ed emozionante dalle Alpi all’Alaska.
  5. Diretto da Dario Acocella, Sogni di grande Nord è scritto da Paolo Cognetti, Dario Acocella e Francesco Favale

Paolo Cognetti. Sogni di grande Nord

Il viaggio di Paolo lo scrittore e Nicola l’illustratore, che prendono un aereo a Milano, atterrano a Vancouver e da là, con un camper preso in affitto, si dirigono a nord, fino in Alaska. Attraverso le immagini girate durante il tragitto e i frammenti di dialogo tra i due amici, emerge anche il viaggio personale che Cognetti compie a ritroso, per scoprire le sue radici di scrittore e di uomo. Perché i luoghi sulla strada richiamano alla memoria i grandi maestri che hanno avuto nella sua vita un valore ben più ampio di quello meramente letterario. La sepoltura di Raymond Carver; il Klondike di Jack London; i laghi pescosi di trote di Ernest Hemingway; la natura selvaggia di Thoreau: sono questi gli autori e i luoghi di cui Cognetti raccoglie il frutto, lasciandosi aiutare dalla parabola di Chris McCandless di Into The Wild, una figura che lo ha sempre ispirato nel suo percorso personale e che lo ha portato a essere tra gli ultimi viaggiatori a raggiungere il Magic Bus, rimosso solo pochi mesi fa dal luogo in cui giaceva abbandonato dal 1961, nel Parco Nazionale di Denali, in Alaska

“E alla fine eccomi lì. La vita a volte è incredibile, dopo lunghissimi giri ti porta al centro esatto della tua storia. Il Magic Bus se ne sta su quella collinetta a ricordare la sua, a testimoniare ciò che è stato, credo, e a veder scorrere due torrenti e le stagioni, senz’altra compagnia che quella degli orsi e gli alci di passaggio” – Paolo Cognetti

Dario Acocella

Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, debutta con Chimaera vincendo al Braunscweigh International Film Festival. Nel 2005 gira L’isola dei venti, il suo primo documentario mentre nel 2008 la serie TV per Raiuno: Il bene e il male.  In seguito, ne2013 scrive e dirige Ho fatto una barca di soldi su Fausto Delle Chiaie a cui segue O Paìs do Futebol.
È del 2017 il cortometraggio Good Food e nel 2019 Il Dono a cui segue documentario L’Aquila, 03:32 – La generazione dimenticata.

 

La clip del film

Il film sarà in sala dal 7 al 9 Giugno.

Leggi : Nexo+ la nuova piattaforma 

 

Per gli altri articoli di Simona, clicca qui!

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.