Connect with us

FILM DA VEDERE

Il nostro Paese di Matteo Parisini: il 4 settembre su Doc3 Rai3 gli stranieri cittadini italiani di fatto

Il 4 settembre su Doc3 Rai3 gli stranieri cittadini italiani di fatto

Publicato

il

  1. Il 4 settembre in prima visione su Rai3 per Doc3

Prodotto da Ladoc, il 4 settembre debutta in prima visione su Doc3 Rai3 Il nostro Paese, un lavoro documentario di Matteo Parisini che esplora senza retorica la vita, le speranze e i sacrifici di giovani donne straniere nate e/o cresciute nel nostro Paese.

Un viaggio nella provincia italiana alla scoperta di individui a tutti gli effetti Italiani anche se di fatto privati del pezzo di carta che formalizza una condizione palese: basta ascoltarli, osservarli. Ognuna delle protagoniste intervistate, catturate in frammenti quotidiani del loro esserci, è naturalmente Italiana. Nell’accento-dialetto, nel modo di pensare (“Penso in Italiano”, confessa candidamente una di loro, nel rilevare la prima porta del suo linguaggio, del suo approccio verso il mondo), nella cultura che esprime. Ognuna, a suo modo, è Italiana. Come Mariya, mediatrice culturale per la ASL di Napoli, giovane bielorussa arrivata con i suoi genitori a Napoli a 14 anni. Perfettamente assorbita dalla città partenopea nella cui multiformità è riuscita ad incastrarsi come un altro tassello di un puzzle perfetto.

La sostanza del concetto di cittadinanza

Il nostro Paese è un colpo d’occhio che va da Trieste a Barletta, passando per l’Emilia Romagna e la Campania. Tra interviste e presa diretta, Alessia, Ana Laura, Anna, Ihsane, Insaf, Marya, Rabia e Sabrine ci raccontano cosa significa crescere in un luogo che ti forma, ti dà una identità, completando quella fisica, le origini dei propri genitori: senza escludere un’essenza che è esterna, estera, in un concetto di identità più allargato, in cui essere cittadino (Italiano nel caso di specie) è una condizione oggettiva, inestricabile da ciò che si è.

Ce ne rendiamo conto quando ci confrontiamo con le storie che abbiamo davanti, in tutte le difficoltà pratiche che la mancanza di cittadinanza produce: dal non poter sostenere un esame universitario se il permesso di soggiorno è in corso di rinnovo, al non poter gareggiare sotto i colori della nazione che si rappresenta, dal non poter uscire dall’Unione Europea per viaggiare… In tutte le piccole e grandi discriminazioni di cui si è vittima: commovente, il racconto di Anna, che ‘giustifica’ con la mancanza di mezzi culturali di chi la offende alla fermata di un bus, parole come “scimmia” che le vengono rivolte. Più Italiana di chi Italiano lo è solo per ‘natura’, non decisamente nell’essenza che esprime.

Un lavoro sul campo

Matteo Parisini ne Il nostro Paese sceglie di lavorare in sottrazione, mettendo in primo piano le giovani e le loro esperienze, le riflessioni, le paure, le speranze del vivere in un luogo che è il loro luogo ma che sembra perennemente non riconoscerle. La macchina da presa si limita a circoscrivere il perimetro entro cui è permesso entrare, rivelando una dimensione interiore delle protagoniste incredibilmente ricca e variegata. Il senso e il significato dell’essere Italiani, lo percepiamo senza ombra di dubbio, da loro, Italiane al pari nostro.

Il nostro Paese

  • Anno: 2020
  • Durata: 51'
  • Distribuzione: LADOC
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Matteo Parisini
  • Data di uscita: 04-September-2020