fbpx
Connect with us

FILM DA VEDERE

Jesus Christ Superstar, l’indimenticabile musical di Norman Jewison

Originale nella messa in scena dal caratteristico sapore hippie, essenziale, scarna e in controtendenza con la sfarzosità delle rappresentazioni bibliche, il film sorprende per modernità narrativa, abbracciando il lato umano della figura di Gesù, privata dell'aura divina e non esente da tentazioni e intemperanze

Pubblicato

il

Jesus Christ Superstar, un film del 1973 diretto da Norman Jewison, trasposizione sul grande schermo del musical omonimo di Tim Rice, autore dei testi, e Andrew Lloyd Webber, autore della musica. L’opera narra l’ultima settimana della vita di Cristo prima della morte per crocifissione. Per la loro interpretazione, rispettivamente di Gesù e Giuda, Ted Neeley e Carl Anderson sono stati candidati al Golden Globe nel 1974. Il film è stato girato in Israele, principalmente presso le rovine di Avdat nel deserto del Negev, e in altre zone del Medio Oriente. La colonna sonora del film fu pubblicata in vinile dalla MCA Records nel 1973. La versione in CD fu pubblicata nel 1993 e nel 1998. Con Ted Neeley, Carl Anderson, Yvonne Elliman, Barry Dennen, Joshua Mostel.

Sinossi
Un gruppo di ragazzi in jeans e maglietta scende da un autobus nel deserto della Palestina e comincia a mettere in scena un musical sugli ultimi giorni della vita di Gesù. Ripercorriamo tutti gli episodi del Vangelo, dall’entrata trionfale in Gerusalemme, fino alla crocifissione.

Tratto dal musical di Tim Rice e Andrew Lloyd Webber (a sua volta derivante dal doppio album del 1970, in cui a fare le voci e le veci di Gesù era Ian Gillan dei Deep Purple), Jesus Christ Superstar è una celeberrima trasposizione cinematografica diventata di culto, accanto allo spettacolo dal vivo che ancora oggi calca i palcoscenici mondiali. Privo di dialoghi e interamente cantato, con una colonna sonora entrata anch’essa nell’immaginario popolare, il film racconta gli ultimi sette giorni di vita di Gesù, dall’incontro con gli apostoli fino alla resurrezione. Originale nella messa in scena dal caratteristico sapore hippie, essenziale, scarna e in controtendenza con la sfarzosità delle rappresentazioni bibliche, il film sorprende per modernità narrativa, abbracciando il lato umano della figura di Gesù, privata dell’aura divina e non esente da tentazioni e intemperanze.

Un approccio che anni dopo riprenderà Martin Scorsese con L’ultima tentazione di Cristo (1988) e che stupisce ancora oggi per la capacità di gettare uno sguardo contemporaneo (e, per i più conservatori, anche spregiudicato) su una delle storie più note di sempre. Da antologia alcune sequenze: l’incontro tra Gesù e Maddalena (Yvonne Elliman); la cacciata dei mercanti dal tempio, metafora della lotta new age al consumismo moderno; il pentimento di Giuda. Fotografia di Douglas Slocombe e nomination all’Oscar per la colonna sonora (André Previn, Herbert W. Spencer, Andrew Lloyd Webber).

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 1973
  • Durata: 105'
  • Genere: Musicale
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Norman Jewison