fbpx
Connect with us

Film da Vedere

La verità negata, il film sulla battaglia legale contro il revisionismo negazionista

Mick Jackson adatta per il grande schermo la storia di Deborah E. Lipstadt e ne descrive la battaglia legale intrapresa contro il negazionista David Irving. Un film da non perdere, non solo per il valore che pone sulla memoria storica ma anche per il focus di conoscenza su come si costruisce e si vince una causa

Pubblicato

il

La verità negata, un film del 2016 diretto da Mick Jackson, tratto dal libro History on Trial: My Day in Court with a Holocaust Denier di Deborah Lipstadt, con protagonista Rachel Weisz. Tornato al cinema dopo molte regie televisive, Jackson spiega cosa lo ha affascinato del progetto: “Ho iniziato la mia carriera dirigendo documentari (uno era profeticamente girato ad Auschwitz) e mi piace girare con quello stile che restituisce la sensazione del reale. La storia della Lipstadt, dunque, era perfetta per me: mi piace la sua attenzione anche ai più piccoli dettagli, come ad esempio a chi è seduto in aula o al colore della cravatta del suo avvocato. Viviamo, poi, in un’epoca di irragionevolezza e menzogna, di attentati violenti e di attacchi alla verità: quale migliore momento per un racconto che faccia luce sugli orrori dell’Olocausto?“. Con Andrew Scott, Tom Wilkinson, Timothy Spall, Harriet Walter, Jack Lowden.

Sinossi
Basato sul famoso libro “Denial: Holocaust History on Trial” di Deborah E. Lipstadt, il film racconta della battaglia legale intrapresa dall’autrice, interpretata dal premio Oscar® Rachel Weisz, contro il negazionista David Irving (Timothy Spall) che negava l’Olocausto e che citò la scrittrice in giudizio per diffamazione. Il sistema legale britannico prevede in questi casi che l’onere della prova spetti all’imputato; toccò quindi a Lipstadt e al suo gruppo di avvocati guidato da Richard Rampton (Tom Wilkinson) provare una verità fondamentale, ovvero che l’Olocausto, uno degli eventi più gravi e significativi del XIX secolo, era tutt’altro che un’invenzione.

 

La recensione di Taxi Drivers (Elisabetta Colla)

Quale peggior nemico può esserci per una storica ebrea che un revisionista storico negazionista dell’Olocausto e delle camere a gas? Proprio su questo scontro epico di alto valore simbolico si incentra il film La verità negata, presentato alla Festa del Cinema di Roma nella selezione ufficiale e diretto da Mick Jackson, che adatta al grande schermo la storia di Deborah E. Lipstadt, una professoressa americana esperta in storia dell’Ebraismo e dell’Olocausto (interpretata da una passionale Rachel Weisz), e ne descrive la battaglia legale intrapresa contro il perfido millantatore e revisionista David Irving (un ambiguo Timothy Spall). Negando l’Olocausto e mistificando i dati storici a proprio uso e consumo, Irving, attaccato dalla Lipstadt con solide argomentazioni nel celebre volume Denial: Holocaust History on Trial, citò in giudizio la scrittrice per diffamazione. La battaglia legale sostenuta dalla Lipstadt  e dal suo staff di avvocati guidato da Richard Rampton (nel ruolo Tom Wilkinson), ebbero grande risonanza perché sembrò che venisse messa in discussione l’autenticità dell’Olocausto, uno degli eventi più gravi e significativi del XIX secolo. Il ruolo dell’eroina, realmente esistita, è affidato all’appassionata attrice premio Oscar Rachel Weisz. Un film da non perdere, non solo per il valore che pone sulla memoria storica ma anche per il focus di conoscenza su come si costruisce e si vince una causa.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

  • Anno: 2016
  • Durata: 110'
  • Genere: Biografico, Drammatico
  • Nazionalita: USA, Gran Bretagna
  • Regia: Mick Jackson