Silvano Agosti è il protagonista del percorso monografico della XVI edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme: sabato 9 dicembre la giornata a lui dedicata

Taxidrivers_Silvano Agosti_Festival del Cinema di Porretta Terme

Silvano Agosti è il protagonista del percorso monografico della XVI edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme: sabato 9 dicembre la giornata a lui dedicata.

Anteprima italiana del film Wild Mouse dell’attore austriaco Josef Hader

L’8 dicembre arriva la madrina di questa edizione: Ida Galli

Il concorso “Fuori dal Giro” 

E ancora, l’omaggio alla Mostra del Cinema Libero con la proiezione in versione originale di “Era notte a Roma” di Roberto Rossellini, a 40 anni dalla sua morte ed il progetto di Crowfunding per il restauro di “Il Medico della mutua”.

Anteprima del Festival: il primo dicembre con la proiezione di “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni

Da martedì 5 a domenica 10 dicembre ritorna nella suggestiva località montana dell’Appennino bolognese la sedicesima edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme.  Un programma quello targato 2017 ricco di appuntamenti, incontri e anteprime.

Sarà Silvano Agosti, regista, scrittore e poeta, una delle figure più eclettiche e irriducibili del cinema italiano, strenuo sostenitore come molti compagni di viaggio negli anni della contestazione (Bellocchio, Caligari, Amico) del valore del cinema come elemento fondante dell’impegno politico e della denuncia della brutalità del potere ed della violenza delle sue istituzioni, il protagonista del percorso monografico che lo scorso anno aveva portato a Porretta Roberto Faenza.

Fermamente convinto che “ogni essere umano è all’origine un assoluto capolavoro” da diversi anni ha fatto domanda ufficiale all’UNESCO ed alle Nazioni Unite chiedendo che l’Essere Umano venga proclamato Patrimonio dell’Umanità. A Porretta verranno proiettate 8 pellicole (per calendario delle proiezioni vedere sul sito), tra i quali spicca “Il Giardino delle delizie”, con Ida Galli-Evelyn Stewart, la madrina del Festival. Silvano Agosti sarà a Porretta già da venerdì 8 dicembre.

UN NUOVO SGUARDO SUL CINEMA EUROPEO – WILDE MAUS IN ANTEPRIMA ITALIANA – Da quest’anno prende il via una nuova sezione dedicata a quelle pellicole che vengono presentate nei Festival internazionali ma che non trovano una distribuzione in Italia. È il caso di Wilde Maus (Topo selvaggio), opera prima del noto comico austriaco, Josef Hader, presentata in concorso alla 67esima edizione della Berlinale lo scorso febbraio e che –  ad oggi – non ha ancora trovato un distributore per il pubblico italiano e che verrà presentato a Porretta in esclusiva per l’Italia. Wilde Maus racconta la storia di Georg, un critico musicale che viene improvvisamente licenziato. Da qui il desiderio di vendetta innesca una escalation di azioni che sfuggiranno di mano in una catena di situazioni comiche.  Il regista sarà presente al Festival.

LA MADRINA DEL FESTIVAL IDA GALLI – L’8 dicembre sarà la giornata dedicata alla madrina di questa sedicesima edizione, l’affascinante ida Galli. Per omaggiare e raccontare la storia dell’attrice, a Porretta verranno proiettati due film a raccontare le diverse anime dell’attrice: “Il giardino delle delizie” di Silvano Agosti, che sarà presente, e “Una farfalla con le ali insanguinate” di Duccio Tessari.

Nata a Sestola, sull’Appennino modenese, e trasferitasi a Roma giovanissima, Ida Galli non sognava il cinema ma voleva fare l’insegnante. Una foto “galeotta” le ha cambiato la vita spalancandole il sipario del grande schermo.  Esordisce nel film musicale “Nel blu dipinto di blu”, in compagnia di Domenico Modugno, a cui seguono, fra l’altro, “La dolce Vita” e “Il Gattopardo”. Alla fine della sua carriera, Ida può vantare oltre sessanta interpretazioni in una varietà di ruoli e pseudonimi che ha pochi eguali nella storia del cinema. Arianna Galli diventa presto Evelyn Stewart, azzeccatissima interprete di molti spaghetti western di successo. Ida, fra i suoi molti successi, può annoverare la stima incondizionata di Luchino Visconti che l’avrebbe voluta per un ruolo importante in “Morte a Venezia”.

IL CONCORSO FUORI DAL GIRO – Il giovane cinema italiano al centro della V edizione del concorso “Fuori dal Giro”, che quest’anno da voce e attenzione alle pellicole “I figli della notte” di Andrea De Sica (sarà presente il regista), “Asteroidi” di Germano Maccioni (sarà presente il regista), “Cuori Puri” di Roberto De Paolis (sarà presente in sala l’attrice protagonista Selene Caramazza) e “Una Famiglia” di Sebastiano Riso (sarà presente il regista).

Come da tradizione del Festival, gli studenti saranno protagonisti non solo della giuria “giovani” ma anche in occasione dell’evento speciale con il film che ha aperto la Semaine de la Critique di Cannes, “Sicilian ghost story” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (sarà presente in sala Filippo Luna).

“ERA NOTTE A ROMA” DI ROBERTO ROSSELLINI – Tra le chicche di questo Festival, l’omaggio alla Mostra del Cinema Libero con la proiezione in versione originale di “Era notte a Roma” di Roberto Rossellini, esattamente a 40 anni dalla sua morte e che fu presentato in anteprima italiana nel 1960 proprio durante la prima mostra del Cinema Libero di Porretta Terme.

PRESENTAZIONE PROGETTO CROWDFUNDING RESTAURO – Il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, presenterà a Porretta in apertura di festival il progetto di raccolta fondi (Crowdfunding) finalizzato al restauro del film Il medico della mutua (Luigi Zampa, 1968), nel quale la madrina del festival Ida Galli è protagonista accanto al grande Alberto Sordi. Oltre al Crowdfunding, strumento usato anche per la produzione di film, è di pochi giorni fa la notizia che il CSC – Cineteca Nazionale potrà usufruire dell’Art Bonus, un provvedimento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che rappresenta un’importante novità in materia di erogazioni liberali applicate ai beni culturali. Per maggiori informazioni si veda la scheda in cartella stampa.

L’ANTEPRIMA DEL FESTIVAL – Novità di questa edizione, venerdì 1 dicembre ci sarà l’anteprima del Festival a Vergato, a pochi chilometri da Porretta, dove verrà proiettata la commedia “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni. La serata patrocinata da Comune di Vergato e Unione dei comuni dell’appennino bolognese grazie alla collaborazione con il dirigente cultura Marco Tamarri, avrà inizio alle ore 21.00 al Cinema Nuovo di Vergato.  Prima del film ci sarà un saluto del regista Francesco Bruni che al termine del film incontrerà il pubblico.



Condividi