fbpx
Connect with us

FILM DA VEDERE

The Artist di Michel Hazanavicius: il cinema muto al tempo del sonoro

The Artist è un film muto in bianco e nero del 2011, scritto e diretto da Michel Hazanavicius e interpretato da Jean Dujardin e Bérénice Bejo. È stato presentato in concorso al Festival di Cannes 2011, dove Dujardin ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile. Il film ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali tra i quali spiccano cinque statuette ai Premi Oscar 2012, tre Golden Globe, sette BAFTA e sei César. È il film francese più premiato di tutti i tempi

Publicato

il

The Artist è un film muto in bianco e nero del 2011, scritto e diretto da Michel Hazanavicius e interpretato da Jean Dujardin e Bérénice Bejo.

The artist: il film francese più premiato

È stato presentato in concorso al Festival di Cannes 2011, dove Dujardin ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile. Il film ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali tra i quali spiccano cinque statuette ai Premi Oscar 2012, tre Golden Globe, sette BAFTA e sei César. È il film francese più premiato di tutti i tempi.

Sebbene sia in bianco e nero, il film è stato girato a colori. Per dargli un ulteriore aspetto che ricordasse i film muti degli anni venti è stato girato con una frequenza più bassa dei fotogrammi per secondo, 22 invece dei consueti 24. Le riprese sono durate 35 giorni e si sono svolte interamente a Los Angeles. Il budget del film è stato di 15 milioni di dollari.

Il film è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes 2011 il 15 maggio 2011. Nelle sale cinematografiche francesi è uscito il 12 ottobre a cura della Warner Bros. France. La The Weinstein Company si è aggiudicata i diritti per la distribuzione negli Stati Uniti d’America, dove è uscito il 25 novembre, nel Regno Unito e in Australia. In Italia la pellicola è stata distribuita dalla BiM Distribuzione il 9 dicembre. Dopo il trionfo degli Oscar la BiM Distribuzione ha deciso di ridistribuire il film in 115 copie, a partire dal 2 marzo 2012.

Il primo film in bianco e nero con un Oscar dopo Schindler’s List

È il primo film con un rapporto di 1,33:1 ad aggiudicarsi l’Oscar al miglior film dopo Marty, vita di un timido nel 1956, nonché il primo in bianco e nero ad averlo vinto dopo Schindler’s List nel 1994. Insomma uno di quei film da vedere ad ogni costo! Inoltre, era dall’edizione del 1929 che un film muto non vinceva tale premio. Le riprese nella casa di Peppy Miller si sono svolte in quella che un tempo fu la residenza dell’attrice Mary Pickford. La colonna sonora è stata registrata dalla Brussels Philharmonic nello Studio 4 della Maison de la Radio di Bruxelles.

Al termine dei titoli di coda viene ricordato l’attore americano John Gilbert, amante di Greta Garbo, la cui vita è grossolanamente raccontata dal film. Il regista Michel Hazanavicius nei ringraziamenti cita Diego Maradona e Kamel Ech-Cheik, un compositore di colonne sonore, amico del regista, scomparso nel 2011.

La trama ricorda inoltre il film americano È nata una stella, del quale esistono diverse versioni. Il nome di George Valentin, eroe del film muto, ricorda quello del noto Rodolfo Valentino. Nella colonna sonora del film viene citato integralmente il tema composto da Bernard Herrmann per la colonna sonora de La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock. La scena in cui si mostra la disarmonia tra George Valentine e la moglie, seduti a due poli opposti del tavolo, riprende una sequenza (simile anche nei contenuti) di Quarto potere di Orson Welles, dove con diversi campi/controcampi viene mostrata – nel corso di diverse giornate – la lenta conclusione dell’amore tra Kane e la prima moglie.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2011
  • Durata: 100'
  • Distribuzione: Bim Distribuzione
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Francia
  • Regia: Michel Hazanavicius
  • Data di uscita: 09-December-2011