fbpx
Connect with us

IN SALA

The Water Diviner

Publicato

il

Come Kevin Costner e ancora prima Clint Eastwood, Russell Crowe è diventato un simbolo moderno della classica epica americana al cinema. E poco importa che sia neozelandese. Al cinema conta l’icona, l’impatto sull’immaginario collettivo: e quando interpreti Il gladiatore (che ovviamente non parlava di antica Roma) e Cinderella Man, certi film di Ridley Scott e Ron Howard, le stelle e le strisce compaiono sulla tua fronte.

Così per esordire alla regia con The Water Diviner, Crowe racconta la battaglia di Gallipoli e le traversie di un padre che attraversa la Turchia per ritrovare e seppellire i figli probabilmente morti al fronte, ma di cui forse almeno uno è salvo e si è rifatto una vita: il film così prende un dramma di guerra e un racconto familiare e lo fa diventare anche un viaggio nel cuore del kolossal bellico o post-bellico americano.

Scritto da Andrew Knight e Andrew Anastasios (autore dell’omonimo romanzo di partenza, edito da Piemme), The Water Diviner segue un percorso a ritroso rispetto all’omologo The Cut di Fatih Akin visto in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia: se in quello si partiva dalla Turchia per arrivare nel nuovo mondo, qui si si parte dal nuovissimo (l’Australia) e si arriva in Turchia.

In mezzo, conflitti e tormenti interiori, respiro epico à la David Lean, scene spettacolari incorniciate da attimi intimisti che Crowe non reinterpreta in chiave personale o intimista, come nel caso del regista turco, ma ne approfitta per spiegare le ali di un cinema di ampio respiro romanzesco e spettacolare, grazie anche a un team di collaboratori molto validi come Andrew Lesnie alla fotografia, David Hirschfelder alle musiche, Chris Kennedy alle sconografie. Crowe conosce i punti di riferimento del cinema che vorrebbe, e vi si attiene diligente, anche se forse deve ancora – paradossalmente – limare la direzione degli attori. Magari in mano a Peter Weir (che parlò di Gallipoli in Gli anni spezzati) o Ron Howard The Water Diviner sarebbe stato più efficace, ma questo è un esordio di cui non ci si può lamentare.

Emanuele Rauco

LEGGI ALTRE RECENSIONI DI EMANUELE RAUCO SU TAXIDRIVERS.IT

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2014
  • Durata: 111'
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Australia, Turchia, USA
  • Regia: Russel Crowe
  • Data di uscita: 08-January-2015