fbpx
Connect with us

IN SALA

Incontro con Mark Wahlberg

Publicato

il

markwahlberg

 

 

Mark Wahlberg presenta alla stampa a Roma la sua ultima fatica, il thriller politico Broken City di Allen Hughes, dove è affiancato da Russell Crowe e Catherine Zeta-Jones. Elegante, cortese e disponibile con i giornalisti, Wahlberg risponde a tutte le domande con estrema professionalità, accennando ogni tanto qualche sorriso e condividendo i futuri progetti che coinvolgeranno lui e il suo amico pelouche Ted.

Mark Wahlberg ha conquistato delle candidature agli Academy Award e ai Golden Globes per il suo notevole lavoro nella pellicola biografica sul pugilato The Fighter e per l’acclamato dramma di Martin Scorsese The Departed – Il bene e il male (The Departed). Wahlberg ha potuto incarnare personaggi diversi per realizzatori visionari come Tim Burton, David O. Russell, Paul Thomas Anderson e Martin Scorsese. Il ruolo che lo ha fatto conoscere, quello in Boogie Nights – L’altra Hollywood (Boogie Nights), lo ha reso uno dei talenti più richiesti a Hollywood.

Con Broken City si ha l’idea che Ted sia stata una parentesi e ora sei di nuovo sui tuoi ruoli abituali.

Sì, non nego che mi trovo più a mio agio in questi ruoli, mi piace essere tornato a fare questi film che poi sono quelli con cui sono cresciuto, quelli che guardavo con mio padre: Serpico, Il braccio violento della legge, Chinatown… Sono davvero i film che preferisco, gli argomenti che sento più vicini e mi dispiace che si facciano sempre meno. Ad ogni modo nel mio prossimo film Suda e cresci faccio un bodybuilder pazzo, dopodichè sarò un cowboy in una commedia con Denzel Washington e poi finalmente di nuovo un navy seal in una storia tratta da fatti veri.

La sceneggiatura di Broken City era entrata nella Black List, ovvero la lista delle migliori sceneggiature mai realizzate ad Hollywood. Qual è stata la sua prima impressione leggendo lo script?

Sono film che Hollywood non vuole fare. A dire il vero ad attirarmi nella sceneggiatura non è stato tanto il mio personaggio ma quello del mio antagonista, il sindaco. Ho preferito ingaggiare il regista e realizzare il film in maniera indipendente, tenendo il pieno controllo del processo creativo, volevo evitare rimaneggiamenti, sul finale e al suo interno, che gli studios avrebbero sicuramente effettuato per aumentare gli incassi, o in previsione di un sequel. Questo ha portato tutti a lavorare per pochi soldi, eppure attori importanti sono stati attirati dalla sceneggiatura

Esistono in America città corrotte come la New York di Broken City?

Penso che la corruzione sia in tutti i grandi centri urbani degli USA. Los Angeles, o ad esempio Stockton in California, il più grande centro ad aver mai dichiarato bancarotta, è dilaniato dalla delinquenza; ha avuto anche come produttore diverse difficoltà per realizzarvi un documentario. Alcuni aspetti di Chicago sono pure poco lusinghieri.

È stato lo script a convincere attori del calibro di Russell Crowe e Catherine Zeta-Jones a prendere parte al film?

Sì, hanno accettato paghe inferiori al loro solito per poter essere in questo film e tutto perché erano innamorati dei personaggi che potevano interpretare. Lavorare con Russell è stato fantastico, è una persona molto seria e preparata e si aspetta anche da te il massimo, il medesimo grado di professionalità e serietà.

Sarebbe giusto dire che Lei è una nuova icona dell’action- thriller movie come Arnold Schwarznegger?

Non so se accettarlo come un complimento. Comunque non penso di avventurarmi in politica per poi tornare indietro

Trova che la tv sia un luogo di maggiore libertà in cui lavorare rispetto al cinema?

In tv la libertà c’è e non c’è. Se lavori con la HBO ad esempio hai la massima indipendenza e se occorre loro sanno anche aiutarti, gli studios dei film invece possono interferire,  sono più attenti ai sondaggi, alla possibilità di fare un sequel, ma ci è capitato anche nel piccolo schermo di lavorare con case di produzione che volevamo sempre voce in capitolo.

La tv la tenta anche come attore? 

Se accettassi probabilmente non andrei oltre la prima stagione, perché mi piace fare cose diverse. E poi il ruolo migliore in una serie televisiva l’ha già preso Steve Buscemi in Boardwalk Empire.

Fare il produttore è una professione remunerativa considerata la pirateria?

Prima di fare i film li compravo anch’io sotto casa a dieci dollari, ma è una cosa sbagliata. Lo spostamento dell’offerta sullo scaricamento legale dei file dovrebbe aiutare a diminuire i margini di perdita per l’home video fisico (dvd e Blu-ray). Non ho potuto nemmeno passare una copia in dvd di Ted a mia madre, avevano paura che la piratasse!

Il cinema d’azione è molto cambiato negli anni, perchè del resto la politica, la società e l’America sono cambiati. Cosa pensi che i film d’azione siano in grado di dirci oggi sul paese in cui sono fatti?

Io credo che i film d’azione siano puro intrattenimento. Nient’altro.

Farai mai la parte di “cattivo”?

In realtà io sono nato con i villain, prima di Boogie Nights non facevo altro ed è una cosa che mi piace. La prima volta che ho letto la sceneggiatura di Broken City mi immaginavo più nel ruolo del sindaco [quello di Russell Crowe ndb] che in quello del protagonista.

Quanto hai dovuto sacrificare della tua privacy per la tua carriera?

 Il più grosso sacrificio è trascorrere del tempo lontano dalla mia famiglia, per il resto, essendo sposato con una donna che non ha niente a che fare con questo mondo, ho una vita noiosa e non sono di nessun interesse per il gossip. Dovessi però fare un figlio con la tata o la domestica sarebbe un problema.

Il cinema d’azione è molto cambiato negli anni, perché del resto la politica, la società e l’America sono cambiati. Cosa pensi che i film d’azione siano in grado di dirci oggi sul paese in cui sono fatti?

Io credo che i film d’azione siano puro intrattenimento. Nient’altro.

Nel tuo immediato futuro ci saranno Transformers 4 e poi Ted 2...

Si, Transformers cominciamo a girarlo ad Aprile. È l’unico film che rende i miei figli fieri di me…Per quanto riguarda Ted è il primo sequel della mia vita sono abbastanza nervoso.

Seth MacFarlane (la voce originale di Ted) lo vedrai alla cerimonia degli Oscar.

Sarà una cerimonia assurda, ci saranno lui e Ted e non avranno pietà per nessuno. Io sono abituato ad essere insultato da Ted, ma gli altri no…

Visto che sarà presente alla Notte degli Oscar, ci dà un suo pronostico sui vincitori?

Argo di Ben Affleck merita di vincere. Non ho visto tutti i film in gara ma è una vergogna che Ben non abbia avuto la candidatura a miglior regista. La mancata nomination ha portato verso di lui molta simpatia e approvazione. È cresciuto molto come regista, merita la vittoria.

 

Maria Cristina Locuratolo

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.