fbpx
Connect with us

Bellaria Film Festival

‘Ma’ il cortometraggio sulla maternità al BFF

'Ma' è il cortometraggio sull'essere madri presentato in anteprima mondiale al BFF 2024

Pubblicato

il

Ma' cortometraggio BFF

Ma’ è il mediometraggio presentato in anteprima mondiale alla 42° edizione del Bellaria Film Festival alla presenza delle tre giovani registe Arianna Casati, Bianca Thiebat e Camilla Grossi.

Presente fuori concorso nella sezione Gabbiano dedicata al cinema italiano, Ma’ è un progetto che concilia le voci di madri e figli sul tema tanto discusso della maternità.

Bellaria Film Festival 2024

Voci di madre e figlia

Tre giovani registe che, attraverso le voci di madri e figli, raccontano tre modi diversi di essere madri e di affrontare la maternità. I sorrisi spontanei e gli sguardi pieni di curiosità di bambini e adolescenti cercano di descrivere e di spiegare cosa rappresenti per loro la mamma. Nell’immaginare un futuro di madri, mogli o mariti, i bambini delineano un modello femminile che si nutre dell’esperienza personale, ma anche di ciò che vedono nel mondo. Tra una risata e una timida risposta, si inseriscono le voci adulte delle madri che con lucidità e consapevolezza, raccontano cosa sia per loro la maternità.

Lo sguardo dei figli

L’esperienza dei bambini in quanto figli descrive una figura materna complessa e sfaccettata: la mamma prima di tutto è colei che si prende cura di loro. E’ attenta a ciò che mangiano, ascolta la loro opinione ed è sempre disposta ad aiutarli. Non è necessariamente la mamma che cucina torte o biscotti, è una donna che può e sa fare altro: soprattutto è in grado di comprendere e dialogare con i propri figli, dispiacendosi quando questi non riescono a farsi capire. La madre non deve essere perfetta e i bambini lo sanno perché sanno ridere di lei, dei suoi difetti e di ciò che non sa fare.

Descrivere la maternità

Ogni donna ha descritto il suo essere madre attraverso punti di vista differenti e molto personali. La maternità può essere considerata un’esperienza bellissima perché crea un legame molto forte, ma è anche libertà. Si nutre di poco, di qualcuno che sappia offrire aiuto e una parola di sostegno ogni tanto. La maternità è impegnativa e ci si ritrova a gestire il bisogno di essere madri di un figlio piccolo e il suo desiderio crescente di indipendenza. Si può scegliere di vivere la maternità o può capitare per caso da giovanissime senza che ciò sia vissuto negativamente. Crescere insieme al proprio figlio è un’esperienza d’amore, una vita che cresce in un momento in cui molte persone non ci sono più o si allontanano. Ci sono molti modelli femminili a cui le figlie possono fare riferimento, il modello materno non deve essere certo un’esclusiva, ma uno dei tanti da seguire.

Le madri del futuro

Come si immaginano le figlie da adulte? Sposate con figli, in una famiglia rumorosa. Oppure in una casa con tanto spazio e un grande giardino per fare motocross. Il marito non deve essere prepotente, le bambine sanno già cosa sia maschilismo: uomini che hanno più diritti delle donne per un motivo non specificato. L’unica voce maschile presente tra i bambini afferma invece di volere una moglie che non creda in nessuna religione. I bambini hanno anche i loro segreti e chiedono che alcuni non siano rivelati. Ciò che invece è chiaro è la loro sicurezza, la libertà con cui si esprimono che è il frutto di una maternità multiforme e consapevole.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

'Ma' '

  • Anno: 2024
  • Durata: 30'
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Arianna Casati, Bianca Thiebat, Camilla Grossi
  • Data di uscita: 12-May-2024