fbpx
Connect with us

Anticipazioni

Cate Blanchett e USC Annenberg lanciano un programma per mettere in luce Filmmaker donne, trans e non-binary

Il programma 'Proof of Concept' è sostenuto da Netflix e fornirà $50.000 a otto cineast* per completare cortometraggi.

Pubblicato

il

Cate Blanchett

La vincitrice Oscar Cate Blanchett sta contribuendo al futuro con l’aiuto di USC Annenberg Inclusion Initiative e Netflix.

L’attrice sta co-fondando un’iniziativa ‘Proof of Concept‘ per concedere a otto filmmaker donne, trans o non-binary $50.000 ciascun* per completare cortometraggi a sostegno dei propri concept per lungometraggi o serie TV. La casa di produzione Dirty Films co-fondata da Blanchett, la nominata agli Emmy Coco Francini, e la fondatrice e direttrice dell’USC Annenberg Inclusion Initiative, la Dott.ssa Stacy L. Smith, sono dietro al programma.

Cate Blanchett per il futuro creativo

Sostenuto da Netflix, l’obiettivo del programma è individuare la prossima generazione di talenti cinematografici le cui storie promuovono le prospettive delle donne, delle persone trans e non binarie. Secondo l’ultimo rapporto annuale della Dott.ssa Stacy L. Smith e dell’Annenberg Inclusion Initiative, il 6% dei registi dei 1.600 film di maggior incasso era composto da donne e meno di un terzo di tutti i personaggi che parlano su schermo in quei film erano ragazze, donne, persone trans o non binarie.

Blanchett afferma nell’annuncio del programma presentato a Good Morning America:

“Fornire un supporto finanziario e di carriera tangibile per i cineasti che spesso vengono trascurati non solo darà loro un fantastico trampolino di lancio per il successo, ma espanderà anche il futuro del cinema e della televisione. Dirty Films è entusiasta di essere un partner principale per Proof of Concept, un programma innovativo ispirato al profondo lavoro della Dott.ssa Stacy L. Smith e dell’Annenberg Inclusion Initiative nel livellare il campo di gioco. Dare una reale ragione di speranza è l’impegno del Netflix Fund for Creative Equity, per il loro aiuto nello stabilire questa pipeline per scoprire e nutrire la creatività e il successo di nuove voci con storie avvincenti.”

Proof of Concept fornisce finanziamenti, tutoraggio ed esposizione per un massimo di otto cineasti che saranno selezionati per la prima coorte del programma. Ciascun* di questi cineasti riceverà $50.000 di finanziamento per creare un cortometraggio che possa servire come “prova di concept” per un lungometraggio o una serie televisiva. Durante il processo, riceveranno tutoraggio e guida individuali da leader del settore, culminando in una presentazione del progetto per mettere in luce il loro lavoro. I partecipanti usciranno dal programma pronti a entrare nel mercato con il loro progetto e ad accelerare il loro percorso verso la cinematografia su larga scala.

Le intenzioni del programma

“Proof of Concept è stato progettato per risolvere un problema molto semplice: il pubblico vuole vedere lavori su larga scala da cineasti con prospettive audaci e diverse, ma non c’è ancora abbastanza supporto per coltivare queste voci nelle fasi iniziali della loro carriera”, ha detto la cofondatrice di Dirty Films, Francini. “Nonostante il successo di film come ‘Barbie‘, ‘The Farewell‘ o ‘Past Lives‘, è sempre difficile lanciare lavori audacemente firmati da nuovi creatori, soprattutto quelli che raccontano storie dal punto di vista di identità di genere marginalizzate. Proof of Concept è un passo concreto per creare opportunità significative e sostenibili per questi cineasti.”

La Dott.ssa Smith, fondatrice dell’Iniziativa di Inclusione Annenberg, ha aggiunto: “Non potrei essere più entusiasta di lavorare con illustri narratori del calibro di Cate Blanchett e Coco Francini per lanciare questo programma con il generoso sostegno di Netflix. Ho sempre voluto vedere muoversi i numeri e questo acceleratore ci aiuterà a trovare e sostenere la prossima Greta Gerwig, Ava DuVernay, Chloe Zhao, Melina Matsoukas o Lulu Wang. Guidato dall’eccellenza creativa del team dietro Dirty Films, non ho dubbi che Proof of Concept Accelerator sia una soluzione chiave nella spinta verso una maggiore inclusione nel cinema.”

Bela Bajaria, Chief Content Officer di Netflix, ha dichiarato: “Siamo lieti di vedere la ricerca pluriennale della Dott.ssa Stacy Smith messa in pratica insieme al brillante supporto di Cate Blanchett e Coco Francini. Rimane il nostro impegno a creare opportunità come queste in tutto il mondo attraverso il Netflix Fund for Creative Equity, e non vediamo l’ora di vedere le storie che verranno portate alla vita da questo fantastico team.”

Proof of Concept e Dirty Films

Le candidature apriranno a gennaio 2024. Proof of Concept è sostenuto dal Netflix Fund for Creative Equity, un impegno dedicato ad aiutare a formare creativi per opportunità di lavoro nelle produzioni Netflix e a preparare il talento per il successo nell’intrattenimento. Dal suo lancio nel 2021, Netflix ha collaborato con oltre 80 organizzazioni in più di 35 paesi.

Dirty Films di Blanchett e Francini ha prodotto il film Apple TV+ “Fingernails“, la selezione Sundance “Shayda” e il selezionato a Cannes “The New Boy“, in cui Blanchett ha recitato. I progetti futuri includono l’esordio in lingua inglese di Jenny SuenPeaches” e “The Champions” di Ben Stiller.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers