fbpx
Connect with us

Biennale del Cinema di Venezia

‘The Hanging Sun’ Joe Nesbø e le sue anime in cerca di riscatto

Film di chiusura della 79esima Mostra del Cinema di Venezia, The Hanging Sun segna il debutto dietro la macchina da presa per Francesco Carrozzini, che sceglie di adattare, per l'occasione, un romanzo di Jo Nesbø.

Pubblicato

il

the hanging sun poster

Scelto come film di chiusura della 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, The Hanging Sun – Sole di mezzanotte è l’adattamento dell’omonimo romanzo di Jo Nesbø.

Al suo debutto dietro la macchina da presa, Francesco Carrozzini confeziona un’opera piena di suggestioni e di fascino.

The Hanging Sun – Il sole di mezzanotte | La trama

Quando John (Alessandro Borghi) rifiuta di eseguire l’ordine del patrigno (Peter Mullan), è costretto a fuggire. Alle sue calcagna, viene spedito il fratellastro Michael (Frederick Schmidt), con il compito di riportarlo a casa, al cospetto del genitore. Giunto in un isolato villaggio al Nord, a ridosso delle foreste norvegesi, John conosce Lea (Jessica Brown Findlay) e il figlio Caleb (Raphael Vicas).

Questi ultimi hanno da poco perso il marito e padre (Sam Spruell), scomparso in mare durante un turno di pesca. In tanti credono che a ucciderlo sia stata Lea, compreso lo stesso cognato che, nel frattempo, la corteggia, con insistenza e minacce. Nonostante non sia nella migliore delle situazioni, la donna decide di offrire un rifugio a John e lo tiene nascosto. L’arrivo sulla scena di Michael crea ancora più confusione: di lì a poco, una spirale di delirio e violenza invaderà il villaggio.

Ombre nella nebbia

The Hanging Sun – Il sole di mezzanotte è ciò che si potrebbe definire un ottimo esempio di cinema di genere. Ovvio che, alla base, si percepisca la forza (visiva e narrativa) di un grande autore quale Nesbø. Ma ciò che lo rende così appetibile e lodevole, è il modo in cui essa viene restituita.

L’atmosfera, limpida e avvolgente, è infatti uno dei primi punti a favore del progetto. Sin dalle prime inquadrature, si ha la sensazione di essere immersi nel freddo, glaciale e grigio, delle terre scandinave.

La foschia che pervade i luoghi ha effetto anche sui personaggi e sulle loro vicende. Il passato nebuloso di John viene svelato via via, per gradi, attraverso i flashback che lo riportano, con la mente, indietro nel tempo. Lo spettatore si trova, allora, a dover soppesare l’uomo, senza averne una reale e completa conoscenza. Qualcosa nel suo essere schivo, introverso e distaccato, induce a sospettare un passato doloroso, non ancora metabolizzato.

Medesima sorte spetta a Lea, intrappolata in una realtà di paese che la vorrebbe madre e moglie leale, ligia ai doveri e rispettosa del suo ruolo. Che la donna sia vittima di abusi, dai quali tenta accanitamente di proteggere il figlio, è cosa risaputa nella comunità, ma non condannata.

the hanging sun

Umanità in cerca di riscatto

L’incontro tra John e Lea, cuore della pellicola, determina un cambiamento nelle esistenze di entrambi. Riconoscendosi immediatamente, e vicendevolmente, quali anime afflitte, i due instaurano un rapporto umano che scava in profondità. Il desiderio di riscatto, di liberazione, li spinge a far fronte comune, a fidarsi e a proteggersi l’un l’altro.

Il piccolo Caleb fa, in un certo senso e almeno inizialmente, da collante. Non avendo potuto contare su una solida e sana figura paterna di riferimento, il bambino trova in John qualcuno che lo ascolta e consiglia. Ed è a lui che si rivolgerà nel momento in cui sentirà di essere in pericolo.

La relazione padre-figlio viene trattata in modi e momenti differenti, presentando una gamma di situazioni che fa riflettere su quanto possa influenzare la vita di un adulto.

Sebbene The Hanging Sun – Il sole a mezzanotte non esibisca una particolare originalità, narrativamente parlando, sfrutta perfettamente tutte le carte a sua disposizione. Dal cast alle location, dalla fotografia alla musica. Conducendo infine lo spettatore dentro un mondo fatto di silenzi, di sospiri e di malie, si rivela un’opera prima ricolma di bellezza.

‘The Hanging Sun’ Il film di chiusura di Venezia79

*Il film – targato Sky Original – è una coproduzione italo-britannica, prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios -, Groenlandia e Sky. Il distributore internazionale è NBCUniversal Global Distribution, per conto di Sky Studios. Il distributore cinematografico italiano è Vision Distribution. Il film sarà al cinema il 12, 13 e 14 settembre e prossimamente disponibile in esclusiva su Sky Cinema e in streaming solo su NOW.

*Salve sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

The Hanging Sun

  • Anno: 2022
  • Durata: 93
  • Distribuzione: Vision Distribution
  • Genere: drammatico
  • Nazionalita: Italia, Regno Unito
  • Regia: Francesco Carrozzini
  • Data di uscita: 12-September-2022