fbpx
Connect with us

RENDEZ-VOUS Festival del Nuovo cinema francese

Torna il Rendez-Vous Festival, viaggio immersivo nel nuovo cinema francese

Publicato

il

“Che sia d’autore, giovane ed emergente, o popolare, il cinema francese ha da sempre la vocazione di un viaggio immersivo, promessa di esperienza globale”. Vanessa Tonnini è il direttore artistico di Rendez-Vous Festival del Nuovo Cinema Francese giunto, quest’anno, alla XII edizione.

Leggi altro sul Festival

Dal 30 marzo al 4 aprile un evento itinerante che toccherà Roma, Bologna, Torino e Napoli. Il più importante appuntamento cinematografico italiano dedicato al cinema francese, promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia.  Rendez Vous è realizzato dall’Institut français Italia, co-organizzato con Unifrance, ente di promozione del cinema e dell’audiovisivo francese nel mondo. Il responsabile del progetto è Benoît Blanchard; la direzione artistica è affidata a Vanessa Tonnini.

Quattro le location che ospiteranno rassegne, focus, incontri e matinée per le scuole: il Cinema Nuovo Sacher di Roma; il Cinema Massimo di Torino (1-4 aprile); la Cineteca di Bologna (1-5 aprile) che dedicherà un omaggio a Arnaud Desplechin,  ospite dell’incontro; l’Institut français Grenoble di Napoli (2 aprile) con un focus su Laurent Cantet, alla presenza del regista.

“Al di là della forma o del tema- spiega Tonnini- oltre ogni diversità, a tenere unite le storie e, simbolicamente, per mano gli autori, quest’anno, sembrerebbe essere la volontà, o meglio la necessità, di far uscire l’individuo dal suo isolamento. L’Altro, il corpo, le relazioni. Questo conta”.

L’esordio della nuova edizione è affidato al celebre scrittore e regista Emmanuel Carrère. Sul palco del Cinema Nuovo Sacher presenterà Tra due mondi –Ouistreham (distribuito da Teodora Film, nelle sale il 7 aprile); protagonista l’affascinante Juliette Binoche. Si tratta dell’adattamento del best seller della giornalista Florence Aubenasil romanzo-inchiesta sul mondo delle lavoratrici precarie impegnate nelle imprese di pulizie sui ferryboat che attraversano la Manica.

Un’edizione che vedrà registi iconici, dallo stile originale, fuori dagli schemi, ma anche autori noti che hanno fatto scuola nel cinema francese contemporaneo. Una selezione di titoli che indaga temi di impegno sociale e che, con verticalità, esplora le relazioni tra gli individui . “I film scelti – aggiunge Tonnini- sono stati realizzati durante l’ultimo e complicato biennio segnato dalla pandemia e propongono storie a tinte forti. Molte affondano nella letteratura o nel giornalismo d’inchiesta. È un cinema militante o engagé, per dirla alla francese, anche quando i cineasti esplorano il campo dell’intimità, fanno radiografia sentimentale ed esistenziale. Le storie ritrovano forza e vitalità nel corpo a corpo- conclude – nella sensualità dei rapporti, e regalano alle interpreti ruoli femminili, complessi, iconici mai prevedibili”.

Ospite della kermesse: Arnaud Desplechin, il ciné-fils non ortodosso del cinema d’Oltralpe. Il regista torna a Rendez-vous per presentare al pubblico italiano – in anteprima nazionale – al  Sacher Tromperie- Inganno , ispirato al romanzo di Philip Roth. Ad accompagnarlo la musa del suo cinema, l’affascinante interprete Emmanuelle Devos.

In cartellone anche Laurent Cantet. Il suo è un cinema attento ai rapporti di classe. In anteprima nazionale, al Rendez Vous, Arthur Rambo- Il blogger maledetto. Il nuovo film del regista Palma d’Oro al Festival di Cannes racconta l’ascesa, la gloria e la caduta di un giovane scrittore militante, ai tempi dei social. Ancora cinema sociale con Stephane Brizé (presenterà « Un autre monde » in concorso alla Mostra di Venezia 78). Protagonista Sandrine Kiberlain (Focus Speciale dedicato alla diva che incontrerà il pubblico al Cinema Sacher a Roma). Il film distribuito in Italia da Movies Inspired uscirà nelle sale italiane il 1 aprile 2022.

Arriva a Roma, in anteprima nazionale, anche Twist à Bamako di Robert Guédiguian, tra gli autori francesi più apprezzati dal pubblico italiano. Guédiguian torna agli ideali di gioventù, tra la luce dei sogni rivoluzionari e le ombre del fallimento della chimera socialista, in un film struggente e lirico.

Direttamente dalla Berlinale arriva a Roma, sempre in anteprima nazionale, Les Passagers de la Nuit, presentato dal regista Mikhael Hers. Nel suo quarto lungometraggio, Hers immerge l’iconica Charlotte Gainsbourg nella Parigi degli anni Ottanta. Anche per Claire Simon sarà un ritorno al festival, con il suo ultimo lungometraggio Vous ne désirez que moi, interpretato da Swann Arlaud ed Emmanuelle Devos, che accompagnerà la regista nella presentazione romana al Cinema Nuovo Sacher. La documentarista francese, pluripremiata e omaggiata da festival e critica, nell’ultimo lungometraggio mette in scena l’intervista che Yann Andréa, compagno di Marguerite Duras, concede alla giornalista Michèle Manceaux.

Viene da un cinema sperimentale e senza compromessi il regista Antoine Barraud che, per il suo secondo lungometraggio di finzione Madeleine Collins, rinnova così il cinema noir. Coronato dal successo di pubblico in Francia, arriva a Roma, in anteprima nazionale, anche la commedia drammatica En Attendant Bojangles di Régis Roinsard . Cast stellare  per il nuovo film dei fratelli Foenkinos: Monica Bellucci, Carole Bouquet, Denis Podalydès, Jean-Paul Rouve, Céline Sallette, Karin Viard. Les Fantasmes Fantasie è la loro nuova commedia noir.

In cartellone, inoltre, le opere prime:  Le monde après nous  di Louda Ben Salah-Cazanas ; Rose di Aurélie Saada e la commedia sentimentale Fragile di Emma Benestan. Anche quest’anno torna Il premio Rendez-vous France 24 che sarà conferito all’opera La Traversée di Florence Miailhe, film di animazione che racconta la fuga, da un imprecisato paesino est-europeo, di una famiglia  minacciata dal regime spietato che governa la zona.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.