fbpx
Connect with us

Documentari

PerdutaMente. Il viaggio di Paolo Ruffini per raccontare l’Alzheimer

Un documentario in chiave pop che entra nelle case delle famiglie coinvolte per sensibilizzare il grande pubblico sul Morbo di Alzheimer.

Publicato

il

PerdutaMente di Paolo Ruffini e Ivana Di Biase è un documentario fortemente immersivo, un dialogo spontaneo con le famiglie coinvolte per sensibilizzare il grande pubblico sul Morbo di Alzheimer.

Tutto inizia con un video sui social in cui Paolo Ruffini, attore e volto noto al pubblico per numerosi film e programmi tv, chiede alle persone interessate di raccontare la propria storia sull’ Alzheimer, tema ancora poco conosciuto e poco affrontato sui media, nonostante la sua diffusione.

Riceve ben presto una grande quantità di messaggi, centinaia e centinaia di storie provenienti da tutta Italia, che necessitano di un lungo periodo di ricerca e di selezione. Una risposta inaspettata ad un appello insolito ma che evidentemente suscita grandi emozioni. Decide allora di mettersi in viaggio per andare a capire, imparare e riflettere. Un percorso di incontri che si è rivelato emotivamente più difficile del previsto.

I malati di Alzheimer sono viaggiatori nel tempo, ma il loro tempo non appartiene al nostro.”

La particolarità di questo progetto, realizzato con la co-regia di Ivana Di Biase, è quello di mostrare tutto ciò che è intorno alla malattia. Le famiglie, i conviventi, gli amori e gli amici. Perché Il vero dramma è quello di perdere i propri cari ancora in vita. Non solo, chi si prende cura dei malati, deve fare i conti con le difficoltà pratiche e psicologiche che possono portare anche a vari disturbi e depressione. E poi c’è l’ansia dei figli e dei nipoti che temono di potersi ritrovare un giorno in condizioni simili, dato che parliamo di una malattia neurodegenerativa che in qualche caso può essere trasmessa ereditariamente.

I temi che emergono sono tanti; la memoria affettiva, l’identità, la fragilità umana, i problemi dell’assistenza e la capacità di superare il dolore. Il messaggio è chiaro:

per l’Alzheimer non c’è guarigione, però c’è una cura, quella dell’amore.”

e questa non è solo un’affermazione sentimentale. Come per altre malattie, è stato osservato dal punto di vista medico che per i pazienti circondati da un ambiente positivo, in cui è presente il supporto dei propri cari, la degenerazione è più lenta.

Alla conferenza stampa per la prima di Roma, insieme ad autori e produttori c’erano anche molti protagonisti delle storie raccontate, segno evidente che si è creato un legame forte fra i registi e le famiglie. Dice infatti la regista Ivana Di Biase: “Condividere con le persone è catartico”.

La locandina del film PerdutaMente. Il documentario di Paolo Ruffini e Ivana Di Biase

A Paolo Ruffini invece chiedono spesso che cosa l’abbia spinto a confrontarsi con un documentario così serio, lasciando da parte i ruoli comici ed i film che l’hanno portato al successo, molto più leggeri rispetto a questo suo ultimo lavoro.

Non credo sia necessario avere un coinvolgimento diretto. Avevo la curiosità di affrontarlo. Negli ultimi due anni abbiamo parlato molto di malattie e di morte, poco di salute e di vita. Anche un tono più leggero può essere utile per affrontare temi difficili”.

E’ sincero Ruffini, grande appassionato di cineforum che da qualche tempo propone un cinema sociale e non solo social, che sia luogo di incontro e condivisione. Sua infatti Vera film, casa di produzione di eventi, film e spettacoli nata con la vocazione di supportare anche progetti sociali. Già con il format Up&Down, qualche tempo fa, aveva portato alla ribalta il mondo dei ragazzi e delle ragazze con Sindrome di Down.

Dopo circa due anni di lavorazione il documentario, prodotto da Vera Film e WellSee e distribuito da Istituto Luce, arriva nelle sale nel weekend di San Valentino, e approderà in seguito anche in Rai e su Sky, per tornare al cinema nelle maggiori città italiane a partire da Marzo 2022.

 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

PerdutaMente

  • Anno: 2022
  • Durata: 77
  • Distribuzione: Istituto Luce
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: Italiana
  • Regia: Paolo Ruffini, Ivana Di Biase
  • Data di uscita: 14-February-2022