fbpx
Connect with us

Netflix SerieTv

‘Snowpiercer 3’ riparte col botto su Netflix

Su Netflix disponibili i primi due episodi della terza e attesa stagione di 'Snowpiercer', serie di successo firmata da Bong Joon-ho. Prossimi episodi dall'8 febbraio.

Pubblicato

il

Due anni fa approdava sulla piattaforma Netflix la prima stagione di Snowpiercerserie fanta-distopica ambientata in un futuro post-apocalittico.

Nel 2026 la terra è ghiacciata e gli ultimi sopravvissuti dell’umanità viaggiano ininterrottamente a bordo di un Treno resistente alle basse temperature.

Qui un riassunto delle prime due stagioni.

Attenzione: i prossimi paragrafi contengono spoiler.

Una seconda stagione stanca, ma…

Ci eravamo lasciati con una seconda stagione leggermente fiacca.

Peccando un po’ di originalità, trascinava stancamente le dinamiche di una prima stagione ben fatta, nonostante l’idea di base fosse già stata proposta dal produttore esecutivo Bong Joon-ho nell’omonimo film del 2013.

Tuttavia, gli ultimi episodi avevano imboccato il “giusto binario” (per usare una metafora attinente) e recuperato un po’ di quella suspense venuta a mancare.

Così facendo, la narrazione ha ampliato i propri orizzonti verso nuovi e interessanti risvolti futuri.

Ma soprattutto, gli autori hanno azzardato una mossa audace: togliere di mezzo Melanie (Jennifer Connelly), personaggio centrale e possibile chiave per la salvezza del Treno.

Una scelta per ovvi motivi rischiosa, che rompe drasticamente gli equilibri costruiti nel corso delle prime due stagioni.

Così facendo, Snowpiercer si assicura la fedeltà del suo pubblico.

Anche di quella fetta di spettatori più “navigati” che, nonostante possano facilmente prevedere gli sviluppi della trama, sotto sotto non sanno rinunciare al guilty pleasure dell’attesa.

La terza stagione: cos’è cambiato

La terza stagione di Snowpiercer decide di utilizzare gran parte del primo episodio come una sorta di sunto di quella precedente, ricordando agli spettatori chi sono i personaggi, le relazioni, lo scopo che farà da fil rouge all’intera stagione.

I nostri protagonisti sono divisi su due treni: sul primo, l’umanità è ora assoggettata al potere di Wilford (Sean Bean) carismatico antagonista insieme affascinante e detestabile.  I sovversivi, capeggiati da Layton (Daveed Diggs) sono ammutinati a bordo di un altro treno alla ricerca di una speranza per gli ormai pochi superstiti.

Già dal secondo episodio, tuttavia, gli autori decidono di far detonare una bomba, introducendo una nuova scoperta sensazionale che irrimediabilmente condurrà a nuovi e interessanti sviluppi.

L’evoluzione dei personaggi

In tre stagioni, molti personaggi hanno subito varie e talvolta imprevedibili evoluzioni.

Uno su tutti, il personaggio di Ruth (Alison Wright) che da donna spietata e ligia al dovere della prima stagione, si trasforma in una figura dalle mille sfumature, mostrando a poco a poco le sue doti nascoste.

Nonostante qualche scivolone, infatti, la serie possiede un lodevole pregio: una costruzione dei personaggi a tutto tondo, in cui ogni storia personale viene sviscerata nelle sue umane contraddizioni.

Niente buoni o cattivi, ma tante persone costrette  a fare i conti col proprio doloroso passato e con un futuro incerto.

Forse anche solo per questo, Snowpiercer merita di essere vista.

In attesa di sapere cosa questa serie abbia in serbo, vi ricordiamo che è prevista l’uscita di un nuovo episodio ogni settimana.

Su Netflix.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.