fbpx
Connect with us

IN SALA

‘La fiera delle illusioni – Nightmare Alley’ Torna Del Toro ma non convince

Dal 27 gennaio al cinema, La fiera delle illusioni - Nightmare Alley è l'atteso ritorno dietro la macchina da presa di Guillermo Del Toro, che confeziona un vero e proprio spettacolo, ricco della sua visionarietà e forte delle sue doti registiche, ma debole in termini emozionali.

Publicato

il

Dopo la lunga e fremente attesa, sbarca finalmente al cinema, il 27 gennaio 2022, La fiera delle illusioni – Nightmare Alley. La nuova fatica firmata da Guillermo Del Toro riunisce un cast di tutto rispetto ed è distribuita nelle sale italiane da The Walt Disney Company Italia. Basato sul romanzo di William Lindsay Gresham, il film si nutre del fascino e delle suggestioni di un’ambientazione anni Trenta e Quaranta.

La fiera delle illusioni – Nightmare Alley | La trama

Stanton Carlisle (Bradley Cooper) ha alle spalle un passato piuttosto tormentato e misterioso, che lo spinge a salire su un pullman e a cominciare una nuova avventura. Finisce così in un circo itinerante, dove si invaghisce della bella Molly (Rooney Mara), in arte Electra, la donna elettrica.

Dopo essere stato assunto per una fortuita circostanza e aver convinto alcuni degli anziani, tra cui Bruno (Ron Perlman) e Clem (Willem Dafoe), tanto da farlo rimanere tra loro, Stanton si prodiga per far andare avanti le cose. I primi a prenderlo a cuore sono Zeena (Toni Collette) e Pete (David Strahairn), che ne intuiscono il potenziale e lo iniziano ai tarocchi, mettendolo in guardia sullo spiritismo.

Tu porti guai.

Ben presto, però, Stanton trova la sua strada e decide di dividerla con Molly. Due anni più tardi, i due avranno un loro numero da cui ricaveranno soldi e prestigio. Ma non è tutto oro quel che luccica…

‘La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley’ il nuovo trailer del film di Guillermo Del Toro

Suggestioni da circo

A distanza di quasi cinque anni da quel capolavoro che è La forma dell’acqua, per cui si è aggiudicato il Premio Oscar al Miglior Film, Del Toro confeziona un’opera senza dubbio suggestiva, ma alquanto carente in termini di narrazione.

la fiera delle illusioni nightmare alley

Non sono gli abiti, ma le scarpe, a dirti tutto di un uomo.

Gran parte del fascino della pellicola deriva, oltre che dal prestigioso cast, dall’avere il mondo dell’intrattenimento circense come cornice. Se, negli ultimi mesi, utilizzare il circo e il suo mood, e trasporli in una particolare epoca storica, sembra una pratica ricercata – basti vedere il nostrano Freaks OutNightmare Alley ne fa tesoro e alza il tiro, scegliendo, come genere di riferimento, niente meno che il noir. Nel mescolare le due correnti, ne viene fuori un vero e proprio spettacolo per gli occhi. Ma mancano le emozioni.

Giochi di specchi al servizio di Guillermo Del Toro

A livello simbolico, il regista messicano è abilissimo nel catturare il suo pubblico. Ne sono un esempio le numerose sequenze in bilico tra sogno, realtà e allucinazione. Il gioco degli specchi ha un ruolo importante e suggerisce la dualità che caratterizza il protagonista: da un lato, un’umanità ad altri sconosciuta – è infatti l’unico che non maltratta l’uomo bestia – dall’altro, tratti di una violenza ed ira inaudite. Ed è qui che la mano e la mente dell’autore si fanno sentire maggiormente.

Tu non inganni le persone Stan, si ingannano da sole.

Temporali implacabili, fiamme avvolgenti e dettagli sanguinolenti si susseguono sullo schermo. La visionarietà di Del Toro è al massimo della sua espressione, sebbene non appaia sostenuta da una trama altrettanto solida. Le vicende di Stanton, nonché le sue azioni, risultano sin troppo scontate, andando inevitabilmente a compromettere il progetto.

la fiera delle illusioni nightmare alley

La fiera delle illusioni – Nightmare Alley | Tante potenzialità, poche emozioni

Tematiche ce ne sarebbero anche di complesse e interessanti, ma il modo in cui vengono affrontate non aggiunge nulla a quanto visto sinora e non dà comunque modo di entrare in sintonia con i personaggi, sia in un senso positivo o negativo.

Si resta estranei alle loro storie, semplici osservatori di un grande (e meraviglioso) show. L’unico momento in cui forse si prova pena per Stanton e, al tempo stesso però, si avverte un senso di giustizia, è con la risata finale. Peccato, considerate le potenzialità e le risorse di cui si disponeva. Non a caso Del Toro figura anche come co-sceneggiatore e produttore.

Se lo vuoi, ti darò il mondo e ciò che contiene.

Un ultimo piccolo avviso a chi attenda con ansia il tanto chiacchierato full-frontal di Cooper: si tratta di una frazione di secondo, in una vasca da bagno piena d’acqua.

*Sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

La fiera delle illusioni - Nightmare Alley

  • Anno: 2021
  • Durata: 150
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Genere: noir
  • Nazionalita: USA, Messico
  • Regia: Guillermo Del Tori
  • Data di uscita: 27-January-2022