fbpx
Connect with us

IN SALA

‘Matrix Resurrections’ la recensione del nuovo capitolo della saga diretto da Lana Wachowski

In sala il ritorno di Neo e Trinity. Dirige Lana Wachovski

Publicato

il

Dopo anni di attesa arriva nei cinema Matrix Resurrections nuovo episodio della saga di Neo e Trinity diretto da Lana Wachovski, per una volta orfana del sodalizio con la sorella Lilly, con annessa recensione. Distribuisce Warner Bros.  

La recensione di Matrix Resurrections

Chi pensava che arrivando alla quarta puntata, dopo circa diciotto anni da Matrix Revolution, ultimo capitolo di quella che fino a ieri era una trilogia, può stare tranquillo. Non solo perché in termini di “riassunto delle puntate precedenti” Matrix Resurrections è dovizioso di particolari che riguardano la vita cinematografica di Neo e degli altri personaggi – buoni e cattivi – che negli anni gli hanno tenuto compagnia. Oltre a parlarne, infatti, il nuovo episodio fa anche di più: trovando di fatto il modo di ripescare tra i fotogrammi più significativi della saga e di farne protagonisti essenziali della nostra storia sotto forma di frammenti di memoria andata perduta e ora riportata a galla da nuovi pericoli e nuove imprese. In uno dei passaggi più belli del film assistiamo addirittura a una fantasmagoria di immagini in cui ad andare in scena è il passato di Neo, esposto nella quinta di un sedicente teatro mentre un gruppo di esperti di video game cerca di rimettere insieme i pezzi del gioco che mai come in questo episodio interseca e in certi casi costituisce la vita – vera o presunta – del nostro protagonista.

Le novità

Certo è che, nonostante lo spiegone, per stare dietro a Matrix Ressurrections ce ne vuole. E questo non tanto per capire che, in un modo o nell’altro, Neo riuscirà a ricongiungersi con l’amata Trinity – nonostante lei sia nel frattempo impegnata a vivere la propria esistenza di mamma e di moglie felice. Il problema di Matrix sta, di contro, nel suo tirare i fili del passato presente e futuro dei nostri eroi; di rendere in maniera coerente cos’è successo a Neo, diventato a nostra insaputa uno dei più grandi inventori di video game grazie, neanche a dirlo, al videogioco di Matrix; di spiegare cosa ne è stato e ancora ne è di Zion; di capire perché Morpheus (sì, c’è anche lui) ha cambiato faccia, e ancora molto altro.

Matrix Resurrections la recensione: le costanti

Per fortuna a restare sempre uguale è il principio di Matrix, la filosofia della matrice, ovvero lo scarto tra realtà e apparenza, tra la vita che si crede di vivere e quella che invece viene vissuta. A sussistere è anche il principio dei principi ovvero la roulette russa delle pillole da scegliere per scoprire la verità o continuare a sognare. C’è il bianconiglio e quelle meravigliose sparatorie in cui gli eroi fanno fuoco camminando sui muri e facendo continue giravolte. Insomma, Matrix Resurrections sancisce che il carrozzone è ripartito e che lo spettacolo è assicurato (al solito: the show must go on). Fatto sta che a tratti sembra un remake degli altri tre film, con strategie e azioni che risultano rimesse in scena con piccole varianti. Altre invece sono del tutto nuove: il tentativo di provare ad andare avanti con la storia, mostrandoci cosa può fare la splendida coppia formata da Neo e Trinity, nonostante i trascorsi, mostrati senza aver paura delle rughe, cioè ancora in grado di dare filo da torcere alle torve di cattivi che hanno sottomesso la specie umana. Che poi un po’ di colpa ce l’ha anche quest’ultima, incapace, come si afferma esplicitamente nel film, di essere libera, preferendo le certezze di una vita da schiavo che la responsabilità del libero arbitrio. Ma come direbbe qualcuno, questa è un’altra storia e noi stiamo ancora digerendo questa.

Di Matrix e della sua portata sociologica, filosofica e morale tutto e di più è stato detto. Lui e i suoi creatori – qui c’è solo Lana, ma noi la consideriamo comunque inscindibile dalla sorella Lilly – sono riusciti a incanalare le paure del nuovo millennio indirizzandole verso quel transumanesimo con cui in futuro ci dovremmo confrontare. Per il momento tutto scorre e questo ci basta.

Qui per i poster dei personaggi, qui per il trailer e qui per altre info sul film

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Matrix Resurrections

  • Anno: 2022
  • Durata: 148
  • Distribuzione: Warner Bros.
  • Genere: azione, fantascienza
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Lana Wachowski
  • Data di uscita: 01-January-2022