Connect with us

REVIEWS

Ponyo sulla scogliera

Publicato

il

Ponyo sulla scogliera

La pellicola, tratta dal racconto di Nakagawa Rieko, narra la ‘tenera amicizia’ tra l’affabile pesciolina rossa di nome ‘Ponyo’ ed un bimbo di cinque anni che vive in cima ad una scogliera in compagnia della tenace quanto irreprensibile madre Risa. A metà tra un pesce ed una bambina, la piccola protagonista, indiscutibilmente “fuori dal coro”, fugge dalle profondità del mare e, a bordo di una medusa, giunge a riva dove verrà salvata da Sosuke. Ricondotta invano a casa dal padre-padrone Fujimoto, personaggio dotato di una spiccata teatralità nonché di straordinari poteri, si accorge di non essere più la stessa e di voler diventare del tutto umana.

Approfittando, dunque, dell’assenza del padre, Ponyo finisce per mutare il proprio aspetto ed acquisire così nuovi poteri attraverso i quali ritrovare l’adorato Sosuke. La loro è un’avventura che sfida le leggi del sovrannaturale e che, tra sgargianti fondali e prati naïf, li/ci stringerà sempre più in una sognante atmosfera fatta di magia e divertimento, il cui criptico e tanto tenue equilibrio non mancherà di coinvolgere e ‘sconvolgere’ il resto degli abitanti. Sarà solo in seguito all’intervento di ‘Granmammare’ e della prova di Sosuke che si ristabilirà il normale ordine delle cose.

Il regista nipponico, da sempre poco avvezzo alla computer graphic, racconta, con un tratto vibrante e insieme discontinuo, un’incantevole favola a misura di bambino mantenendo una narrazione efficace in grado di estasiare anche il pubblico adulto. Lasciatevi cullare, allora, dai sui flutti che vi condurranno laddove il mare tocca il cielo e ben oltre, dove si può sfiorare persino la luna con la punta della fantasia!

G. M. Ireneo Alessi