fbpx
Connect with us

Approfondimenti

Clint Eastwood compie 91 anni. Il suo cinema cinico, realista e onesto

In occasione del suo compleanno proponiamo alcuni film diretti e interpretati da Clint Eastwood disponibili su Netflix.

Publicato

il

Clint Eastwood,

Clint Eastwood, vincitore dell’Oscar per cinque volte, compie 91 anni. L’attore, regista, produttore e compositore musicale è nato a San Francisco il 31 maggio del 1931.

Clint Eastwood, la folle vita privata tra amori e tradimenti: tutti i matrimoni della star

Mi piace Clint Eastwood perché è un attore che ha solo due espressioni: una con il cappello e l’altra senza cappello.”

Sono le parole di Sergio Leone, che in parte hanno segnato per sempre la carriera dell’attore statunitense. Clint Eastwood, infatti, è stato sempre accusato dalla critica di essere un interprete incapace di uscire dal personaggio costruito dal regista del western all’italiana. Tuttavia, la carriera dell’attore, poi regista e produttore, è stata una vera scalata e l’unico a non meravigliarsi del successo è stato solo lui. I suoi film hanno incassato più di 30 miliardi di dollari.

Gli esordi e il sodalizio con Sergio Leone

1954; Clint Eastwood aveva 24 anni e senza essere molto convinto, partecipa a un provino per la Universal. La casa di produzione lo mette sotto contratto e partecipa a una serie B- Movies, dove non viene neppure accreditato.

Insomma, l’avvio della sua carriera non è certo facile. Qualcosa inizia a cambiare, quando per caso viene scelto per il telefilm d’ambientazione western Rawhide.

La vera svolta avviene negli anni ‘60 con Sergio Leone e la trilogia del dollaro. Per un pugno di dollari (1961), Per qualche dollaro in più (1965) e Il buono, il brutto e il cattivo (1966) fruttarono al regista e all’attore la fama internazionale.

Per Un Pugno Di Dollari: l'esilarante storia di Clint Eastwood e il finto titolo del film

Sergio, in un western di serie B devi spiegare tutto, ma in un western di serie A devi lasciare che il pubblico riempia i buchi.”

Clint Eastwood non si limitò a essere diretto dal regista romano, ma partecipò attivamente al processo di realizzazione delle pellicole. Regista e attore, infatti, sgomitavano per attribuirsi i meriti di ciò che accadeva.

 Leggi anche: DIRTY CLINT. I Film, la Musica, le Donne e Noi: I figli di Clint Eastwood

La sua visione politica

Trump dice molte cose stupide, ma lo voto perché è sincero, in un epoca di buonisti e leccaculo.”

L’attore statunitense non ha mai nascosto le sue idee politiche. Registrato come Repubblicano dal 1951, si definisce un libertario con una certa attenzione ai temi etici.

Gran Torino | La vera storia dietro al film di Clint Eastwood

 

Un pubblico attento e una critica intelligente non dovrebbero essere influenzati dalle opinioni politiche di un determinato autore. Ma è innegabile come l’ideologia politica di Clint Eastwood abbia influito sul suo cinema.

Già ai tempi dei film western con Sergio Leone, si sono ipotizzate le teorie più bizzarre. Queste individuavano nell’attore statunitense la personificazione del processo di fascistizzazione della società di massa.

Caratteristica senza dubbio estremizzata da una parte della critica militante, ma in una certa misura presente in tutto il cinema di Clint Eastwood. Ma paradossalmente è anche la visione destroide del mondo a rendere i suoi film così “cinicamente potenti” e realisti.

La visione politica di Clint Eastwood è controcorrente nella nuova Hollywood e la sua diventa una voce isolata. L’attore, regista e produttore, però, non si è mai tirato indietro nel dire la sua sui temi più spinosi.

Se American Sniper, infatti, può essere considerato un film fascista, oppure Gran Torino può dirsi addirittura razzista, cosa si può dire di Million Dollar baby?

Leggi anche: lo sguardo non giudicante di Clint Eastwood sui giovani, sui loro drammi e sogni infranti

Million Dollar Baby

Il film, vincitore di quattro premi Oscar, usa come pretesto il mondo della boxe, ma il tema centrale è senza dubbio l’eutanasia. Clint Eastwood riesce a raccontare, senza mai rinunciare alle sue idee, con potenza e onestà, il conflitto interiore di un uomo che lotta contro le sue idee.

Million Dollar Baby: recensione del film di Clint Eastwood - Cinematographe.it

Million Dollary Baby (2004) è diretto, prodotto e interpretato da Clint Eastwood.

Frankie Dunn (Clint Eastwood) è uno scorbutico e anziano manager di boxe, che ha come unico amico l’ex pugile Eddie (Morgan Freeman). I due condividono il lavoro quotidiano in una vecchia palestra nella periferia di Los Angeles. Un giorno il loro miglior pugile decide di lasciarli per un manager più astuto e ambizioso. I due non hanno nemmeno il tempo di smaltire la delusione che la loro vita viene sconvolta da Maggie (Hillary Swank), una cameriera che vuole intraprendere la carriera pugilistica. Dopo i dubbi iniziali, Frankie si rende conto che la ragazza ha un grande talento e diventa la sua prediletta. Maggie compie una vera scalata e diventa una pugile professionista, ma durante un match ha un grave incidente che la rende paralitica. Frankie viene messo di fronte a una scelta davvero difficile.

Il cast del film: Clint Eastwood, Hillary Swank, Morgan Freeman, Jay Baruchel, Mike Colter.

Il film è disponibile su Netflix

Sully

Sully è un film del 2016 co-prodotto e diretto da Clint Eastwood, con protagonista Tom Hanks.

America, 15 Gennaio 2009. Poco dopo il decollo, il volo Cactus 1549 viene colpito da un “birdstrike”, uno stormo di uccelli che causa l’avaria di entrambi i motori. Il comandante Chesley Sullenberger (Tom Hanks) e il co-pilota Jeff Skiles (Aaron Eckhart) hanno soltanto 208 secondi per decidere quale manovra effettuare. Consapevoli di non poter raggiungere nessuna base aerea vicina, scelgono di effettuare un ammaraggio di emergenza, salvando miracolosamente  la vita di tutti i 155 passeggeri. L’opinione pubblica proclama il comandante eroe nazionale, ma le autorità indagano sulla questione, mettendone in discussione l’onorevole carriera.

Il cast del film: Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn, Autumn Reeser, Sam Huntington.

Il film è disponibile su Netflix

The Dead Pool

The Dead Pool è un film del 1988 diretto da Buddy Van Horn. È il quinto e ultimo episodio della serie dell’ispettore Harry Callaghan, interpretato da Clint Eastwood.

The Dead Pool | Netflix

L’ispettore del Dipartimento di Polizia di San Francisco, Harry Callaghan (Clint Eastwood), manda in prigione il boss Lou Janero. Come conseguenza, finisce nel mirino degli uomini del criminale e delle telecamere televisive, che gli donano una fama poco gradita. Ancora meno gradito è Al Quan, il nuovo partner che gli assegna il dipartimento. I due iniziano a indagare sulla morte del cantante rock Johnny Squares, apparentemente dovuta a un’overdose di eroina. il cadavere è stato trovato in un camerino, durante le riprese di un film dell’orrore diretto da Peter Swan (Liam Neeso). Intanto, in un ristorante di Chinatown, durante una rapina, viene ucciso Dean Madison, il produttore del film diretto da Swan. I due investigatori trovano nella tasca del produttore assassinato un elenco con i nomi di molte celebrità, fra cui Squares e lo stesso Callaghan. Scoprono così un gioco molto inquietante.

Il cast del film: Clint Eastwood, Patricia Clarkson, Liam Neeson, Jim Carrey, Michael Currie.

Il film è disponibile su Netflix

Gli spietati

Gli spietati (Unforgiven) è un film western del 1992 diretto ed interpretato da Clint Eastwood.

Gli Spietati - 500 Film da vedere prima di morire - Recensione

Un gruppo di prostitute vuole vendicarsi di due cowboy che hanno sfregiato una di loro. Si fa avanti Kid, che convince l’ex pistolero, arrugginito dall’età e dal dolore per la perdita dell’amata moglie, William Munny. Si aggiunge anche l’amico fidato di Munny il nero Ned Logan. Ma l’animo del killer ha il sopravvento, e l’ex pistolero si scontra con il nemico di un tempo.

Il cast del film: Clint Eastwood, Morgan Freeman, Gene Hackman, Richard Harris Rob Campbell.

Il film è disponibile su Netflix

American Sniper

American Sniper è film del 2014 diretto da Clint Eastwood. Basata sull’omonima autobiografia di Chris Kyle, l’opera ha vinto l’Oscar per il montaggio sonoro.

Il cecchino Chris Kyle (Bradley Cooper) viene inviato in Iraq con una sola missione: proteggere i compagni. Grazie alla  precisione e alla sue gesta eroiche, salverà innumerevoli vite guadagnandosi il soprannome di “Legend”. Tuttavia, la sua reputazione cresce anche dietro le linee nemiche, facendolo diventare uno degli obiettivi primari. Nonostante ciò, riuscirà a far ritorno a casa scoprendo che la guerra è qualcosa che difficilmente riuscirà a lasciarsi alle spalle.

Il cast del film: Bradley Cooper Sienna Miller, Luke Grimes, Kyle Gallner, Sam Jaeger

Il film è disponibile su Netflix

I ponti di Madison Country

I ponti di Madison Country è un film romantico del 1995 diretto e interpretato da Clint Eastwood. È tratto dall’omonimo romanzo di Robert James Waller.

I ponti di Madison County il film che fece innamorare Clint Eastwood e Meryl Streep

Nell’autunno del 1956 Robert Kinkaid (Clint Eastwood), fotografo professionista, si trova a Madison County, per girare un servizio sui famosi ponti coperti. Lì incontra Francesca Johnson (Merly Streep), sposata e con due figli, ma sola a casa per quattro giorni. Questo è il breve, quanto intenso lasso di tempo, in cui esplode e si consuma la loro passione.

Il cast del film: Clint Eastwood, Meryl Streep, Annie Corley, Victor Slezak, Jim Haynie

Il film è disponibile su Netflix

Dal 13 giugno sarà disponibile su Netflix The Mule (2018) diretto e interpretato da Clint Eastwood.

Leggi anche il Dossier di Taxidrivers dedicato a Clint Eastwood

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.