fbpx
Connect with us

Top & Flop

Cinquanta sfumature di grigio e sequel: l’analisi del successo

E.L. James ha dato vita a un vero e proprio fenomeno planetario con le sue Cinquanta sfumature. Dal primo capitolo, pubblicato nel lontano 2011, sono infatti nati ben tre adattamenti cinematografici e altri cinque romanzi.

Pubblicato

il

Cinquanta sfumature di grigio

E.L. James ha creato un vero e propprio fenomeno con la sua saga di Cinquanta sfumature. Nel 2011 esce il primo capitolo, Cinquanta sfumature di grigio, nel 2015 ne viene realizzato l’adattamento cinematografico, per la regia di Sam Taylor Johnson.

In quello stesso anno la trilogia letteraria fa registrare un record con gli oltre 125 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Cinquanta sfumature si rivela così una delle serie più fruttuose nella storia della letteratura. Si pensi che nelle vendite in Inghilterra, ha superato addirittura una celebrità come Harry Potter.

La prima pellicola ha invece incassato la bellezza di 570 milioni di dollari, a fronte di un budget iniziale di soli 40 milioni. Chiaro allora perché la scrittrice londinese, classe 1963, continui a battere su questo ferro, incredibilmente ancora caldo.

“C’è un luogo tra la fantasia e la realtà, un luogo dove non ci sono limiti, né assoluti né relativi.”

Cinquanta sfumature di Mr Grey

Èn uscita il 1° giugno 2021 il terzo capitolo della saga, cominciata nel 2015, dal punto di vista maschile. Se infatti in principio la storia veniva raccontata da Anastasia Steele – sullo schermo Dakota Johnson – oggi abbiamo anche la possibilità di leggerla attraverso gli occhi dell’enignmatico Christian Grey – interpretato da Jamie Dornan.

Le due trilogie letterarie si compongono in tal modo: Cinquanta sfumature di grigio (2011), Cinquanta sfumature di nero (2012), Cinquanta sfumature di rosso (2012); Grey (2015), Darker (2017), Freed (2021).

Ed ora un piccolo recap di quanto accaduto al cinema nelle tre pellicole…

Cinquanta sfumature di grigio (2015) | La trama

Anastasia Steele (Dakota Johnson) ha ventun anni e studia letteratura inglese. Il giorno in cui la sua coinquilina e amica le chiede un favore, tutto nella sua esistenza cambia. L’incontro con il giovane e affascinante magnate Christian Grey (Jamie Dornan) rappresenterà per Ana un’occasione per mettersi alla prova ed entrare in un mondo prima mai immaginato.

Cinquanta sfumature grigio

L’uomo ha infatti una predisposizione a un particolare tipo di sessualità. Tra manette, frustini e un contratto di non divulgazione, i due danno avvio a una relazione tanto intensa quanto complicata.

Ben presto però i sentimenti arrivano a chiedere il conto, almeno per quanto riguarda lei. Ma le ferite che si porta dietro Christian non gli permettono di lasciarsi andare, innalzando un muro invalicabile tra lui e la donna.

*Qui il trailer del film.

Cinquanta sfumature di nero (2017) | La trama

Anastasia (Dakota Johnson) ha lasciato Christian Grey (Jamie Dornan) e cominciato un lavoro da assistente redazionale di Jack Hyde (Eric Johnson). Christian dal canto suo vive la sua solita routine, ma non riesce più a dormire a causa degli incubi sul suo passato.

Una sera i due si incontrano alla mostra di Jose (Victor Rasuk), amico di Ana, e decidono di riprovare a frequentarsi. Questa volta però Ana pretende che non ci siano contratti e punizioni di mezzo, ma solo sentimenti reali.

La gelosia e la diffidenza di Christian nei confronti di Jack metteranno la donna in una situazione difficile da gestire. Ma i motivi che si celano sotto questo atteggiamento non sono da sottovalutare. Nel frattempo Ana scopre che una ex di Christian li pedina e perseguita lui da quando è rimasta vedova.

*Qui la recensione.

*Qui il trailer del film.

Cinquanta sfumature di rosso (2018) | La trama

Anastasia (Dakota Johnson) e Christian (Jamie Dornan) sono convolati a nozze, ma hanno dovuto interrompere il loro viaggio a causa di un’irruzione nell’ufficio di Christian. Jack Hyde (Eric Johnson) è il responsabile del crimine.

Intanto Ana è alle prese con la nuova casa comprata dal marito e con l’architetto assunto per ristrutturarla, una donna molto attraente (Arielle Kebbel) dalla quale lei si sente minacciata. Ma i problemi sono altrove. Quando Christian parte per lavoro, Ana rischia di essere rapita da Jack.

L’annuncio di una gravidanza getta poi l’uomo in uno stato di ansia e preoccupazione senza precedenti. Rientra così in scena Elena (Kim Basinger), ex dominatrice di Christian.

*Qui la recensione del film.

Analisi di un successo planetario

Quali che siano i motivi dietro un simile successo planetario, va riconosciuta la lungimiranza della James nell’aver saputo sfruttarne a pieno le potenzialità. Non a caso, a distanza di dieci anni dall’uscita in libreria del primo capitolo, c’è ancora trepidazione circa il nuovo progetto su Christian Grey.

Senza dubbio, ha in parte giocato un ruolo importante l’idea di realizzare una serie di adattamenti cinematografici, capaci di solleticare la curiosità anche di coloro che non avevano letto i libri.

All’epoca poi Dakota Johnson e Jamie Dornan non erano tra le star più in voga, ma grazie al fenomeno che è venuto a crearsi intorno al progetto sono oggi molto ricercati e apprezzati.

Sebbene la critica abbia per lo più stroncato le opere, sia quelle letterarie che quelle filmiche, il pubblico ha invece espresso un parere discorde. Sarà il fascino del proibito? La perversione e le fantasie nascoste in tanti di noi? Il romanticismo che emerge qui e lì tra le pieghe della vicenda?

Nel corso di tutti questi anni, vari sono stati gli studi che hanno messo Cinquanta sfumature al centro delle loro analisi. Tra sessismo ostile e benevolente, una formula già collaudata ma virata verso la morbosità, due personalità invitanti da scandagliare seppur a tratti un po’ banali.

C’era una volta… una fanfiction

Pensare che inizialmente Cinquanta sfumature era una saga pensata per essere una fanfiction di Twilight. Ma ovviamente – considerando soprattutto il target dell’opera sui vampiri – non poteva che far gridare allo “scandalo”, motivo per cui fu segnalata e rimossa.

A quel punto E.L. James ha deciso di pubblicarla prima sul suo blog (clicca qui per aggiornamenti sull’autrice) e poi provare a spedirla a qualche casa editrice. Da lì a poco è esploso il fenomeno. Nel 2012 Time Magazine ha inserito la scrittrice tra le 100 persone più influenti del mondo.

“È un libro che racconta la mia crisi di mezza età. Lì dentro ci sono tutte le mie fantasie più nascoste”

Tra le curiosità sulle trasposizioni cinematografiche, non sarà sfuggita quella che vuole la Johnson e Dornan non particolarmente legati tra loro. Eppure sullo schermo sembravano fare scintille!

Cinquanta sfumature

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.