fbpx
Connect with us

MioCinema

QT8 Quentin Tarantino- The first Eight arriva su MioCinema

DAL 26 FEBBRAIO IN STREAMING IN ESCLUSIVA

Pubblicato

il

Arriva su MioCinema dal 26 febbraio QT8 Quentin Tarantino – The first Eight, un documentario che racconta la carriera del celebre cineasta statunitense, dagli esordi come autore di sceneggiature.

Da Una vita al massimo scritta nel 1987, Natural Born Killers scritta nel 1989 e Dal tramonto all’alba scritta nel 1990, ​ passando per l’esordio dietro la macchina da presa con l’acclamato Le iene.

In seguito la Palma d’oro a Cannes e l’Oscar alla miglior sceneggiatura originale per Pulp Fiction con il  susseguirsi di successi diventati cult del cinema internazionale, sino al suo ottavo film da regista, The Eightful Eight.

Leggi la recensione delle Iene.

QT8Tarantino vanta interviste esclusive di diverse star di Hollywood che hanno lavorato con Tarantino ai suoi film, tra i quali Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Tim Roth, Christoph Waltz.

Ma vi sono anche interviste a personaggi che hanno vissuto in prima persona la crescita professionale di Tarantino, come i produttori Stacey Sher e Richard Gladstein, o come l’amico e sceneggiatore Scott Spiegel.

​Il documentario racconta retroscena inediti, aneddoti e segreti del grande regista. Vi sono numerosi contributi esclusivi, come riprese dei set, fotografie, video di archivio e animazioni originali.

Infine, non potevano mancare numerose clip dei film di Tarantino, che si amalgamano nel racconto e nei commenti dei protagonisti.

Leggi anche

Quentin Tarantino: la narrazione nella sua filmografia

QUENTIN TARANTINO Chi è?

Tarantino è stato definito un «regista DJ» per la sua capacità di riuscire a combinare stili diversi fondendoli insieme in una nuova opera. Il regista e storico del cinema Peter Bogdanovich lo ha definito «il regista più influente della sua generazione».
Iniziò la sua carriera come regista all’inizio degli anni novanta, raggiungendo il successo di critica con il film di debutto Le iene. Con il
successivo Pulp Fiction arrivò la consacrazione, vincendo la Palma
d’oro al Festival di Cannes e conquistando l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale ai Premi Oscar 1995 condiviso con Roger Avary,
oltre a sette nomination.

Nel 2004 fu presidente della giuria alla 57ª
edizione del Festival di Cannes e nel 2010 alla 67ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Il 24 febbraio 2013 si aggiudicò la sua seconda statuetta per la migliore sceneggiatura originale per il
film Django Unchained ai Premi Oscar 2013. Dal 21 dicembre 2015, il suo nome è presente tra le celebrità della Hollywood Walk of Fame.

Le prime sceneggiature

Tarantino ottenne per la prima volta un grande successo vendendo la sceneggiatura di Una vita al massimo, scritta nel 1987 insieme a Roger Avary, da cui venne realizzato nel 1993 il film con Patricia Arquette e Christian Slater.

La regia era di Tony Scott, che, modificando la
sceneggiatura di Tarantino, trasformò il racconto da non lineare in lineare.
Nel 1989 scrisse la sceneggiatura originale di Assassini natiNatural Born
Killers,  portata sul grande schermo nel
1994 da Oliver Stone, con cui Tarantino ebbe una violenta lite per gli eccessivi rimaneggiamenti fatti alla sua versione della storia.

A causa di divergenze, chiese in seguito di
essere rimosso dai titoli di coda del film, apparendo solo come autore
del soggetto.
Nel 1990 scrisse Dal tramonto all’alba, poi diretto nel 1995 da Robert
Rodriguez, in cui Tarantino ebbe anche un ruolo da attore protagonista.

Al suo fianco George Clooney e Harvey Keitel.

Le iene

La vendita delle sue prime opere lo mise sotto la luce dei riflettori. A un party incontrò il produttore Lawrence Bender, che lo incoraggiò a continuare a scrivere sceneggiature.

Il risultato di quell’incontro fu Le iene .

La sceneggiatura, scritta da Tarantino, venne
letta dall’attore Harvey Keitel, che lo aiutò a trovare finanziamenti e ad assicurargli la regia del film.
La pellicola venne girata in sole cinque settimane nell’estate del 1991,dopo che Tarantino fu ammesso al workshop del Sundance Institute di Robert Redford, e venne poi presentata al Sundance Film
Festival, a quello di Montréal e a quello di Toronto con grande successo di pubblico e critica.

Nacque un film originale, cinico e
sanguinoso, da cui traspariva in modo evidente la cinefilia del regista, elemento divenuto negli anni un suo marchio di fabbrica. Il lungo dialogo
con cui si apre il film era già estremamente sintomatico e identificativo del suo stile. Nel film sono presenti diverse peculiarità del cinema di Tarantino: ironia,  violenza devastante,  dialoghi fiume.

Pulp Fiction

Il successo di Le iene portò Tarantino alle attenzioni dei produttori di
Hollywood: gli vennero offerti numerosi progetti, tra cui Speed e Men in
Black.

Tarantino preferì ritirarsi ad Amsterdam per lavorare alla sceneggiatura di un nuovo film: Pulp Fiction.
La sua seconda pellicola, fu ancora più eclatante del debutto.

Il film si aggiudicò la Palma d’oro al Festival di Cannes 1994 e alla cerimonia dei Premi Oscar 1995 vinse la statuetta per la miglior sceneggiatura originale, anche questa volta scritta insieme a Roger Avary.

Pulp Fiction ricevette anche la candidatura a miglior film. Fu una rivoluzione per il cinema indipendente.
La trama di Pulp Fiction è un intreccio di storie diverse e apparentemente
scollegate, rimescolate dall’autore. Per
contenuti è simile nella brutalità al precedente. Il cast, ricchissimo di
nomi illustri, brillò in interpretazioni straordinarie.

In particolare il film permise di rilanciare la carriera di John Travolta che, con il ruolo di Vincent Vega,  offrì un’ottima interpretazione resa ancora più iconica dalla scena del ballo con l’attrice feticcio di Tarantino : Uma Thurman.

Qt8 é una Distribuzione: Bunker Hill

Produzione Woods entertainment

Leggi altri approfondimenti su QUENTIN Tarantino

Qt8-tarantino Trailer

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.