Connect with us

Live Streaming & on Demand

Matthias & Maxime di Xavier Dolan

Il Film di Xavier Dolan è la storia di una grande amicizia e di forti sentimenti . Disponibile in streaming su MioCinema e Sky on demand

Publicato

il

matthias e maxime

Matthias & Maxime di Xavier Dolan è un film che va “letto”. Va interpretato nei diversi registri di lettura che offre.

La pellicola del 2019 del cosiddetto enfant prodige del Cinema è una storia che sta in bilico tra l’amicizia  e l’amore.

Prodotto da Lucky Red, il film è interpretato dallo stesso Dolan, da Gabriel D’Almeida Freitas, da Pier Luc Funk e da Samuel Gauthier.

La storia.

Matthias e Maxime si conoscono da quando erano bambini. Il primo è un avvocato e ha una fidanzata. Il secondo abita a Montreal ma sta per lasciarla e trasferirsi in Australia. Il ragazzo vuole allontanarsi dalla madre alcolizzata. Nel corso di un week end al lago trascorso con degli amici, i due accettano di partecipare alla realizzazione di un cortometraggio girato da Erika per la scuola. Non sanno però che è previsto un bacio. Questo gesto li sconvolgerà costringendoli a mettersi in discussione.

Matthias e Maxime: una presa di coscienza tardiva

Questo ultimo Film di Xavier Dolan, presentato alla scorsa edizione del Festival di Cannes, è sicuramente un film che parla di sentimenti. Di amicizia prima di tutto, ma anche di amore e di colpi di fulmine diremmo. Non quello immediato, ma quello che può accadere in un secondo momento. Può sembrare strano definirlo ugualmente così , ma può accadere che si guardi qualcuno che si conosce da sempre come se fosse la prima volta e il primo incontro. Quasi fosse stato finora uno sconosciuto. È quello che ha tentato di rappresentare Xavier Dolan in questa sua pellicola che sta proprio a metà tra il racconto di amicizia e quello d’amore. Anche per questo film Dolan ha deciso di utilizzare i suoi veri amici nel Film. La credibilità dell’intesa era fondamentale e risalta soprattutto nella sceneggiatura. Ricco di dialoghi ferrati, con i personaggi che sovrappongono continuamente le loro voci, accavallandole con naturalezza, il film presenta lunghe scene che sembrano improvvisate tanto sono fluide e naturali.

matthias e maximeNiente pause o silenzi, ma solo un continuo vociare caotico ma naturale perchè rispecchia la dimensione di quel gruppo umano.

La dolorosa presa di coscienza tardiva giunge dal caos, l’ordine delle idee viene dal disordine e dalla quotidianeità frantumata e la Realtà giunge dalla messa in scena della pantomima e dalla finzione.

Ed è curioso che “il momento di non ritorno” sia causato da un bacio che non vediamo.

Dolan e la maschera.

Il tema della finzione è fondamentale nella cinematografia dell’ enfant prodige canadese . Con Mommy, 2015 (il capolavoro di Dolan ) la maschera non ha ragion d’essere, domina la naturalezza e l’impetuosità dell’essere se stessi . Con È solo la fine del mondo  , 2016, (Gran premio della giuria a Cannes) Dolan si interrogava sull’essere qualcuno di diverso  agli occhi di chi non ci ha mai davvero conosciuto e sul dover fingere di essere qualcun altro. Una maschera “consapevole” dunque. In La mia vita con John F. Donovan, 2018, presentato al Festival di Toronto, Dolan  ha raccontato invece il lato intimo della celebrità, quel lato sfuggente, che si nasconde dietro la maschera del personaggio. Cosa occorre sapere della vera anima di un artista? Questo ci si domanda dopo la visione del film. Cosa dovrebbe essere lui stesso a rivelarci del suo essere per non vendere la sua anima e rinunciare alla propria identità ? Cosa si sacrifica, pur di ottenere fama e consenso popolare? Erano questi i dilemmi del film.  Ora i dilemmi sono posti più su un ambito “normale”, in una dimensione più quotidiana dove forse paradossalmente è ancora più difficile porsi delle domande e rispondersi.

In questo ultimo Film la maschera è inconsapevole .

Matthias e Maxime: musica e dialoghi

Le parole e la musica sono elementi cardine del Cinema di Dolan. In Mommy l’autore aveva creato un perfetto melange (tra gli altri, brani come White Flag di Dido, Io vivo per lei di Andrea Bocelli, Wanderwall degli Oasis e Blue degli Eiffel 65),  fondendo dialoghi impetuosi in un musicale dialetto francofono del Quebec. La sonorità del linguaggio è per Dolan parte fondamentale di una pellicola. Il regista la accosta sempre ad una efficace colonna sonora. Anche in Matthias e Maxime i dialoghi fiume sono intervallati da  una scelta di titoli che vanno dalla Musica Pop al Classico Impromptus D 899 Op. 90: No.4 di Franz Schubert.

Matthias e Maxime riflette dunque sui temi cari a Dolan:  identità, legami famigliari, figura materna controversa e quasi odiata, amicizia e Amore da non poter catalogare, incasellare, definire. Il film risulta meno energico dei precedenti forse perchè più intimo e sentimentale e forse perchè analizza delle questioni già ampiamente trattate dal regista che sembra, con questa pellicola, aver concluso un percorso  creativo ben definito.

Il film è disponibile su MioCinema e Sky.

Recensioni di Sandra Orlando 

Matthias & Maxime

  • Anno: 2019
  • Durata: 1h 59
  • Distribuzione: Lucky Red
  • Genere: drammatico
  • Nazionalita: Canada 2019
  • Regia: Xavier Dolan